Marida Lombardo Pijola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marida Lombardo Pijola (Bari, 2 aprile 1956) è una giornalista e scrittrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Comincia a lavorare negli anni settanta a Telebari, e inizia la sua attività sulla carta stampata nel 1979 al Quotidiano Puglia. Dopo sette anni alla Gazzetta del Mezzogiorno, si trasferisce a Roma.

Viene assunta nel 1986 dal Messaggero, presso il quale ha lavorato per circa 30 anni, 25 come inviato speciale. Sul sito dello stesso giornale ha scritto un blog dal titolo "Società incivile".

È autrice del libro Ho dodici anni, faccio la cubista, mi chiamano Principessa, (Bompiani, 2007), incentrato sul mondo dei preadolescenti. Ha scritto, sempre per Bompiani, nel 2009, il romanzo L'età indecente, che approfondisce il tema della deriva generazionale e dell'incomunicabilità familiare attraverso il racconto di una madre e di un figlio tredicenne.

Nel 2011 esce, sempre per Bompiani, Facciamolo a skuola, che documenta attraverso la narrazione di una storia vera e materiali giornalistici, il fenomeno del sesso occasionale e talvolta mercificato nel mondo dei ragazzini, anche all'interno delle scuole.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]