Mariano Delogu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mariano Delogu
Mariano delogu.jpg

Sindaco di Cagliari
Durata mandato 27 giugno 1994 –
21 marzo 2001
Predecessore Renzo Maniscalco (commissario straordinario)
Successore Giovanni Balsamo (commissario straordinario)

Senatore della Repubblica Italiana
Durata mandato 30 maggio 2001 –
14 marzo 2013
Legislature XIV, XV, XVI
Gruppo
parlamentare
Alleanza Nazionale - Popolo della Libertà
Coalizione Popolo della Libertà
Circoscrizione Sardegna
Collegio 1-Cagliari (XIV)
Incarichi parlamentari
  • Membro della 2ª Commissione permanente (Giustizia) (in sostituzione del Sottosegretario di Stato Ugo Martinat)
  • Membro della 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali)
  • Membro della Commissione contenziosa
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico AN (1995-2009)
PdL (2009-2012)
FdI (2012-2016)
Titolo di studio Laurea in giurisprudenza
Professione Avvocato penalista, giornalista

Mariano Delogu (Borore, 28 settembre 1933Cagliari, 27 luglio 2016[1]) è stato un politico, dirigente sportivo e avvocato italiano, senatore del Popolo della Libertà.

Laureato in Giurisprudenza, svolse la professione di avvocato e di giornalista pubblicista.

La carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1994 viene eletto sindaco di Cagliari, carica per la quale viene rieletto nel 1998.

Nel 2001 viene eletto senatore per Alleanza Nazionale, dimettendosi dalla carica di primo cittadino. Nella XIV legislatura è stato membro della 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali) e della 14ª Commissione permanente (Politiche dell'Unione europea).

Nel 2006 viene confermato senatore per Alleanza Nazionale. Nella XV legislatura è stato membro della 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali).

Nel 2008 viene confermato senatore per Il Popolo della Libertà. È membro della 2ª Commissione permanente (Giustizia) e della 7ª Commissione permanente (Istruzione pubblica, beni culturali). È Coordinatore regionale del PdL in Sardegna dal 2009 fino al 2011 anno in cui si è dimesso dopo la sconfitta del centrodestra al Comune di Cagliari con la vittoria di Massimo Zedda (SEL) e i forti contrasti con il Presidente della Regione Sardegna Ugo Cappellacci.

Il 20 dicembre 2012 lascia il PdL insieme a Maria Alessandra Gallone, Pierfrancesco Gamba, Alessio Butti, Filippo Berselli, Achille Totaro, Fabrizio Di Stefano, Alfredo Mantica, Giuseppe Milone e Antonio Paravia per dare vita al Senato al nuovo gruppo del partito del Centrodestra Nazionale (poi Fratelli d'Italia) formazione di cui è vicecapogruppo che raccoglie gli ex AN fondata dal Coordinatore nazionale del PdL ed ex reggente di AN Ignazio La Russa.

Altri incarichi[modifica | modifica wikitesto]

Nel settore calcistico, è stato presidente del Cagliari Calcio dal 1976 al 1981, consigliere nazionale della Federazione Italiana Giuoco Calcio e componente del Jurì d'Appel dell'UEFA.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Cagliari: Muore a 82 anni l'ex-sindaco Mariano Delogu, in La Nuova Sardegna, 27 luglio 2016. URL consultato il 27 luglio 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]