Maria di Leuchtenberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Maksimilianova di Leuchtenberg
LeictenbergMaria.jpg
Principessa Guglielmo di Baden
Nascita San Pietroburgo, Impero russo, 16 ottobre 1841
Morte San Pietroburgo, Impero russo, 16 febbraio 1914
Dinastia Casato di Beauharnais
Padre Maximilian de Beauharnais, III Duca di Leuchtenberg
Madre Granduchessa Marija Nikolaevna di Russia
Consorte Principe Guglielmo di Baden
Figli Maria, Duchessa di Anhalt
Principe Massimiliano di Baden

Principessa Maria Maksimilianova di Leuchtenberg, , anche nota come Principessa Maria Romanovskya, Maria, Principessa Romanovskaja, o Marie Maximiliane[1] (San Pietroburgo, 16 ottobre 184116 febbraio 1914), era la maggiore delle figlie di Maximilian de Beauharnais, III Duca di Leuchtenberg e di sua moglie la Granduchessa Marija Nikolaevna di Russia.[2].

Famiglia ed infanzia[modifica | modifica wikitesto]

La Principessa Maria con la madre e la sorella Eugenia.

Il padre di Maria, Maximilian de Beauharnais, III Duca di Leuchtenberg si era recato a San Pietroburgo, ottenendo infine, nel 1839, la mano della Granduchessa Marija Nikolaevna di Russia, la figlia maggiore dello Zar Nicola I. A Maximilian fu successivamente conferito con il trattamento di Altezza Imperiale e dato il titolo di Principe Romanowsky.[3]

In quanto figlio di una granduchessa russa e un di nobilitato principe russo, Maria ("Marusya") ed i suoi fratelli e sorelle (Nikolaj, Evgenij, Eugenia, Sergei, e Georgij) furono sempre considerati come granduchi e granduchesse, fregiandosi del trattamento di Altezza Imperiale.[4] Dopo la morte del loro padre nel 1852, la Granduchessa Maria si risposò morganaticamente con il Conte Grigorij Stroganov due anni dopo.[5] Poiché questa unione fu mantenuta segreta da suo padre lo Zar Nicola I (e suo fratello lo Zar Alessandro II che non permetteva l'unione, preferendo invece fingere ignoranza), la Granduchessa Marija Nikolaevna fu costretta all'esilio all'estero.[5] Alessandro tuttavia provava simpatia per la sorella, e prestò particolare attenzione ai figli del suo primo matrimonio, che vivevano a San Pietroburgo senza la loro madre.[5]

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Maria sposò, l'11 febbraio 1863[2] a San Pietroburgo, il principe Luigi Guglielmo di Baden, figlio di Leopoldo I di Baden, granduca di Baden dal 1830 al 1852, e della principessa Sofia Guglielmina di Svezia.

Dal loro matrimonio nacquero due figli:[2]

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Principessa Maria Maksimilianova di Leuchtenberg Padre:
Maximilian de Beauharnais,
III Duca di Leuchtenberg
Nonno paterno:
Eugenio di Beauharnais
Bisnonno paterno:
Alexandre de Beauharnais
Trisnonno paterno:
François V de Beauharnais
Trisnonna paterna:
Marie Anne Henriette Françoise Pyvart de Chastulle
Bisnonna paterna:
Giuseppina de Tascher de la Pagèrie
Trisnonno paterno:
Joseph-Gaspard de Tascher de La Pagerie
Trisnonna paterna:
Rose-Claire des Vergers de Sanois
Nonna paterna:
Augusta di Baviera
Bisnonno paterno:
Massimiliano I di Baviera
Trisnonno paterno:
Federico Michele di Zweibrücken-Birkenfeld
Trisnonna paterna:
Maria Francesca del Palatinato-Sulzbach
Bisnonna paterna:
Augusta Guglielmina d'Assia-Darmstadt
Trisnonno paterno:
Giorgio Guglielmo d'Assia-Darmstadt
Trisnonna paterna:
Maria Luisa Albertina di Leiningen-Dagsburg-Falkenburg
Madre:
Granduchessa Marija Nikolaevna di Russia
Nonno materno:
Nicola I di Russia
Bisnonno materno:
Paolo I di Russia
Trisnonno materno:
Pietro III di Russia
Trisnonna materna:
Caterina II di Russia
Bisnonna materna:
Sofia Dorotea di Württemberg
Trisnonno materno:
Federico II Eugenio di Württemberg
Trisnonna materna:
Federica Dorotea di Brandeburgo-Schwedt
Nonna materna:
Carlotta di Prussia
Bisnonno materno:
Federico Guglielmo III di Prussia
Trisnonno materno:
Federico Guglielmo II di Prussia
Trisnonna materna:
Federica Luisa d'Assia-Darmstadt
Bisnonna materna:
Luisa di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonno materno:
Carlo II di Meclemburgo-Strelitz
Trisnonna materna:
Federica d'Assia-Darmstadt

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BEAUHARNAIS, DUKES OF LEUCHTENBERG, Royalty Guide. URL consultato il 13 ottobre 2010.
  2. ^ a b c Darryl Lundy, The Peerage: Mariya Herzogin von Leuchtenberg, su thepeerage.com. URL consultato il 16 ottobre 2010.
  3. ^ The Czar's New Brother-In-Law, in The Washington Post, 6 aprile 1901.
  4. ^ Catherine Radziwill, Memories of Forty Years, London, Funk & Wagnalls Company, 1915, p. 235.
  5. ^ a b c Edvard Radzinsky, Alexander II, The Last Great Tsar, New York, Free Press, 2005, p. 177, ISBN 978-0-7432-7332-9.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN81545776 · GND: (DE1105669130