Maria d'Angiò

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria d'Angiò
Maria d'Angiò
Regina consorte di Francia
In carica 13851422
Predecessore Isabella di Baviera
Successore Carlotta di Savoia
Nascita Angers, 14 ottobre 1404
Morte Châtellerault, 1463
Luogo di sepoltura Saint-Denis
Casa reale Angioini
Padre Luigi II d'Angiò
Madre Iolanda di Aragona
Consorte Carlo VII di Francia
Figli Luigi (futuro Luigi XI)
Giovanni
Radegonda
Caterina
Giacomo
Iolanda
Giovanna
Filippo
Margherita
Giovanna e Maria
Maddalena
Carlo

Maria d'Angiò (in catalano: Maria d'Anjou i d'Aragó, in castigliano: María de Anjou, ed in francese: Marie d'Anjou; Angers, 14 ottobre 1404Châtellerault, 1463) fu regina consorte di Francia dal 1422 al 1461. Era figlia di Luigi, duca d'Angiò, conte di Provenza e re di Napoli,[1] e di Iolanda di Aragona.[2]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1413 la madre promise Maria in sposa al figlio del re di Francia Carlo VI e di Isabella di Baviera, Carlo, che praticamente era stato rifiutato dalla famiglia in quanto correva voce che fosse figlio del duca d'Orléans, Luigi di Valois.[senza fonte]
In pratica da quella data il futuro re di Francia visse in Angiò, alla corte di Iolanda, madre di Maria.

Nel 1417, il padre morì di malattia e nello stesso anno il suo promesso Carlo diveniva il delfino del regno di Francia.

Maria d'Angiò, diciottenne, il 22 aprile 1422, sposò il delfino di Francia, Carlo.

Il 21 ottobre del 1422, alla morte del re di Francia, Carlo VI, suo marito, Carlo gli successe nel titolo col nome di Carlo VII, ma ebbe il riconoscimento di una piccola parte della nobiltà francese, che a Parigi, invece acclamò Enrico II che era già re d'Inghilterra (Enrico VI) ed i suoi sudditi continuarono a chiamarlo Delfino.
Il titolo di re, e quindi a Maria di regina, venne attribuito a Carlo VII nella cattedrale di Reims, il 17 luglio del 1429, dopo la solenne incoronazione da Giovanna d'Arco, inginocchiata ai loro piedi.

Maria fu testimone della riconquista dei territori francesi da parte del marito sino alla conclusione della guerra dei cent'anni (1453), che portò alla definitiva vittoria della Francia sull'Inghilterra.

Nonostante diede a suo marito tredici figli tra cui l'erede al trono di Francia, Luigi, il futuro Luigi XI, la vita sentimentale di Maria non fu tra le più felici in quanto il marito, Carlo VII, a partire dal 1444, le preferì la sua amante, Agnès Sorel, sino alla morte di quest'ultima (1450).

Maria, rimasta vedova nel 1461, si ritirò nella contea di Poitiers, attuale Poitou-Charentes, dove, nel viennese si spense, nel 1463.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Maria a Carlo diede 13 figli:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Luigi II d'Angiò era figlio del re titolare di Napoli, Luigi I d'Angiò, e di Maria di Châtillon
  2. ^ Iolanda di Aragona era figlia del re della corona d'Aragona Giovanni I il Cacciatore e di sua moglie Iolanda di Bar.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • A. Coville, Francia: armagnacchi e borgognoni (1380-1422) in: Cambridge University Press - Storia del mondo medievale, vol. VI, pp. 642–672, Garzanti, 1999
  • Joseph Calmette, Il regno di Carlo VII e la fine della guerra dei cent'anni in Francia in: Cambridge University Press - Storia del mondo medievale, vol. VII, Garzanti, 1999, pp. 611–656
  • Charles Petit-Dutaillis, Francia: Luigi XI in: Cambridge University Press - Storia del mondo medievale, vol. VII, Garzanti, 1999, pp. 657–695

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 77746157 LCCN: n85112395