Maria Orsini Natale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Maria Orsini Natale (Torre Annunziata, 19 marzo 1928Torre Annunziata, 11 novembre 2010) è stata una scrittrice, poetessa e giornalista italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Giornalista, poetessa e scrittrice, il suo nome è legato al grande successo del suo romanzo di esordio Francesca e Nunziata, dal quale è stato tratto il film omonimo diretto da Lina Wertmüller. Visse a Torre Annunziata, alle falde del Vesuvio, ed esordì all'età di sessantanove anni con il suddetto romanzo rivelazione che ebbe nove edizioni curate dall'editore Avagliano e che racconta la saga di una famiglia di pastai amalfitani. Il romanzo fruttò alla Orsini il posto da semifinalista al Premio Strega. Vinse, nel 1995 il Premio Oplonti e il Premio Domenico Rea, e nel 1996 il Chianti Ruffino. Per Avagliano ha pubblicato anche "Il terrazzo della villa rosa" nel 1998, la raccolta di poesie "Canto a tre voci", del 1999, i racconti "La bambina dietro la porta" del 2000 e "Cieli di Carta" del 2002.[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Premi letterari[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio leopardiano La Ginestra, premio speciale poesia (2006)
  • Premio Oplonti, (1995)
  • Premio Domenico Rea
  • Premio Chianti Ruffino (1996)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stella Cervasio, Addio a Maria Orsini Natale, su Repubblica.it.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN17457549 · ISNI: (EN0000 0000 5251 1030 · LCCN: (ENno98080588 · GND: (DE1079726268 · BNF: (FRcb14519168v (data)