Maria Laura Paxia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Maria Laura Paxia
Maria-laura-paxia.jpg

Deputata della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato 23 marzo 2018
Legislature XVIII
Gruppo
parlamentare
Movimento 5 Stelle (fino al 2021)

Gruppo misto (dal 2021)

Circoscrizione Sicilia 2
Collegio 5 (Catania)
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Indipendente (dal 2021)
In precedenza:
M5S (2018-2021)
Titolo di studio Laurea in Scienze dell'informazione
Università Università degli Studi di Catania
Professione Imprenditrice

Maria Laura Paxia (Catania, 20 febbraio 1973) è un'informatica e politica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureata in Scienze dell'informazione con 110 e lode presso l'Università degli Studi di Catania.[1] per poi perfezionarsi presso la New York University.

Da sempre si è occupata di comunicazione online, di misurazione dei media digitali ed in generale di progetti innovativi, per i quali ha ottenuto riconoscimenti a livello nazionale ed internazionale. Nel 2002 riceve un premio dal Ministero delle Comunicazioni per il suo contributo al Web, con lo sviluppo di ImetriX prima soluzione di Web Intelligence in Italia.

Nel 2007 entra nel board internazionale della Digital Analytics Association rappresentando l’Europa come “Director at large”.

Nel 2012 crea Social Media TV, un sistema per la misurazione delle interazioni tra social media e trasmissioni televisive.

Infine nel 2015 Laura Paxia crea imetrixBi prima soluzione italiana per la lotta alla contraffazione online e alla pirateria digitale, contribuendo alla più grande operazione condotta dall’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) da quando dedica la propria attenzione alla tutela del consumatore in materia di commercio online, operazione che porta all’oscuramento di 174 siti.

Attività politica[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni politiche del 2018 viene eletta alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Catania, sostenuta dal Movimento 5 Stelle.

Il 19 febbraio 2021 non vota la fiducia al Governo Draghi e lascia il Movimento 5 Stelle, aderendo al gruppo misto. Il 23 febbraio aderisce alla componente del L'Alternativa c'è, ma il 20 maggio successivo passa ai non iscritti.[2]

Attività Parlamentare - Proposte di legge primo firmatario[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Laura Paxia - Deputato M5s presso Camera dei Deputati, su laurapaxia.it. URL consultato il 31 agosto 2018.
  2. ^ XVIII Legislatura - Deputati e Organi - Scheda deputato - PAXIA Maria Laura, su camera.it. URL consultato il 5 giugno 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]