Maria Anna d'Asburgo (1606-1646)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maria Anna d'Asburgo
Diego Velázquez - Maria Anna of Spain - Prado.jpg
Ritratto dell'infanta doña Maria, regina di Ungheria, 1630, Madrid, Museo del Prado
Imperatrice del Sacro Romano Impero
Regina consorte d'Ungheria
Regina consorte di Boemia
Stemma
In carica 1631 –
1646
Predecessore Eleonora Gonzaga
Successore Maria Leopoldina d'Asburgo
Nascita Monastero dell'Escorial, 18 agosto 1606
Morte Linz, 13 maggio 1646
Padre Filippo III di Spagna
Madre Margherita d'Austria-Stiria
Consorte Ferdinando III d'Asburgo
Figli Ferdinando IV del Sacro Romano Impero
Maria Anna d'Asburgo
Philip Augustus, Arciduca d'Austria
Maximilian Thomas, Arciduca d'Austria
Leopoldo I d'Asburgo
Maria, Arciduchessa d'Austria
Religione Cattolicesimo

Maria Anna d' Asburgo, nota anche come Maria Anna d'Austria, infanta di Spagna (San Lorenzo de El Escorial, 18 agosto 1606Linz, 13 maggio 1646), era la terza figlia del re Filippo III e Margherita d'Austria, sorella di Anna d'Austria, del futuro re Filippo IV e del Cardinale-Infante Ferdinando d'Asburgo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Maria Anna Sacra Romana Imperatrice, di Frans Luycx, ca. 1638, Visitationist Monastery in Varsavia.

Maria Anna, Arciduchessa d'Austria, Infanta di Spagna era sorella minore di Anna d'Austria, regina consorte di Luigi XIII di Francia, e madre di Mariana d'Austria, regina consorte di Filippo IV di Spagna. Era anche la sorella maggiore del Cardinale-Infante Ferdinando.

Agli inizi del 1620, Giacomo I d'Inghilterra considerò Maria Anna come possibile sposa per suo figlio ed erede, il futuro Carlo I d'Inghilterra e di Scozia. Carlo visitò anche Madrid per conoscere la giovane Maria Anna.[1] Nella storia inglese, questo possibile matrimonio è conosciuto come la "Spanish Match" Le negoziazioni fallirono, tuttavia, perché Maria Anna non voleva sposare un protestante e Carlo non voleva convertirsi al Cattolicesimo. Carlo sposò Enrichetta Maria di Francia.

Il 20 febbraio 1631, Maria Anna sposò suo cugino, il futuro Ferdinando III, che aveva il titolo di Re d'Ungheria, e che in seguitò diverrà Sacro Romano Imperatore. La principessa viaggiò dalla Spagna all'Austria tramite l'Italia, un viaggio pericoloso durante la Guerra dei Trent'Anni. Il viaggio durò 14 mesi e lei venne ricevuta a Trieste il 26 gennaio 1631.

Maria Anna è stata descritta con un temperamento felice, amichevole e intelligente; era in grado di facilitare i sentimenti dell'imperatore malinconico. Fu politicamente attiva: agì come consulente del coniuge, fu reggente durante la sua assenza, e lo seguì nei suoi viaggi.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Durante la guerra dei Trent'anni, la famiglia imperiale si trasferì a Linz, dove Maria Anna morì durante una gravidanza a causa di febbre e gravi emorragie dovute ad un avvelenamento. La bambina che portava in grembo, Maria, nacque con taglio cesareo ma morì poco dopo. Madre e figlia furono sepolte in un'unica bara.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Ferdinando e Maria Anna ebbero sei figli:

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Albero genealogico di tre generazioni di Maria Anna di Spagna
Maria Anna di Spagna Padre:
Filippo III di Spagna
Nonno paterno:
Filippo II di Spagna
Bisnonno paterno:
Carlo V d'Asburgo
Bisnonna paterna:
Isabella d'Aviz
Nonna paterna:
Anna d'Asburgo (1549-1580)
Bisnonno paterno:
Massimiliano II d'Asburgo
Bisnonna paterna:
Maria di Spagna
Madre:
Margherita d'Austria-Stiria
Nonno materno:
Carlo II d'Austria
Bisnonno materno:
Ferdinando I d'Asburgo
Bisnonna materna:
Anna Jagellone
Nonna materna:
Maria Anna di Wittelsbach
Bisnonno materno:
Alberto V di Baviera
Bisnonna materna:
Anna d'Asburgo (1528-1590)
Monarchia spagnola
Casa d'Asburgo
Royal Coat of Arms of Spain (1580-1668).svg

Carlo I
Filippo II
Filippo III
Figli
Filippo IV
Figli
Carlo II

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Rosa d'Oro - nastrino per uniforme ordinaria Rosa d'Oro
— 1630

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ BLKÖ:Habsburg, Maria Anna von Spanien, de.wikisource.org.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (DE) Constantin Wurzbach, Biographisches Lexikon des Kaisertums Österreich, Vienna, 1861, Vol. VII, pp. 23–24 (versione online)

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN78650776 · LCCN: (ENnr93019413 · GND: (DE120186845 · CERL: cnp00410377