Margin Call (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Margin Call
MarginCall.png
Da sinistra Paul Bettany, Kevin Spacey e Zachary Quinto
Titolo originale Margin Call
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 2011
Durata 107 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 16:9
Genere thriller, drammatico
Regia J. C. Chandor
Sceneggiatura J. C. Chandor
Produttore Joe Jenckes, Robert Ogden Barnum, Corey Moosa, Michael Benaroya, Neal Dodson, Zachary Quinto, Anna Gerb (co-produttore), Sean Akers (produttore associato), Dan Hendler (produttore associato), Lawrence Kopeikin (produttore associato)
Produttore esecutivo Anthony Gudas, Michael Corso, Rose Ganguzza, Joshua Blum, Kirk D'Amico, Randy Manis, Cassian Elwes, Laura Rister
Casa di produzione Benaroya Pictures, Myriad Pictures, Before The Door Pictures, Washington Square Films, Untitled Entertainment
Distribuzione (Italia) 01 Distribution
Fotografia Frank G. DeMarco
Montaggio Pete Beaudreau
Musiche Nathan Larson
Scenografia John Paino
Costumi Caroline Duncan
Trucco Mindy Hall
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Margin Call è un film del 2011 scritto e diretto da J. C. Chandor ed interpretato da Kevin Spacey, Jeremy Irons, Zachary Quinto e Simon Baker.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film si svolge nell'arco di 24 ore presso una banca d'investimento e si concentra sulla grande recessione.[1][2] La trama è incentrata sui meccanismi della creazione e diffusione dei cosiddetti mutui subprime, ovverosia di quei titoli di finanza a reddito fisso prevalentemente legati al mercato immobiliare che hanno innescato la crisi 2008-2009. Il termine "margin call" si riferisce a quei livelli di prezzo di un titolo ai quali scatta l'escussione di un collaterale (una garanzia, in genere in denaro) messo a garanzia di un finanziamento. Nel mercato finanziario spesso quando si compra un titolo l'acquirente non fornisce il completo valore del titolo ma solo una quota (per esempio il 10% del valore) e il denaro rimanente viene fornito tramite un finanziamento bancario. Se però il titolo si deprezza sotto la soglia di denaro fornita dall'acquirente (nell'esempio il 10%) il broker vende il titolo. L'acquirente perde il capitale investito ma il finanziamento bancario viene ripagato; è l'acquirente che sceglie di effettuare l'acquisto e quindi è l'unico che deve sopportare l'onere del rischio. Il termine margin call si riferisce alla chiamata ("call") che il broker effettua per comunicare al cliente che il proprio margine ("margin") è stato azzerato.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

La lavorazione del film inizia il 21 giugno 2010 a New York City[1], e viene girato nel distretto finanziario di Manhattan durante la metà dello stesso anno.[3] La pellicola concorre alla 61ª edizione del Festival internazionale del cinema di Berlino, nominata per l'Orso d'oro[4][5].

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La distribuzione della pellicola è avvenuta nelle sale statunitensi il 21 ottobre 2011.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Eric Dash, Citi Goes Hollywood for Spacey and Crew in The New York Times, 22 giugno 2010. URL consultato il 27 giugno 2010.
  2. ^ Mike Fleming, Margin Call Director J.C. Chandor Snags Big Warner Bros Writing Gig From DiCaprio in Deadline New York, 13 settembre 2010. URL consultato il 6 ottobre 2010.
  3. ^ Zachary Quinto gets dapper for CFDA gala in USA Today, 8 giugno 2010. URL consultato il 27 giugno 2010.
  4. ^ The Competition of the 61st Berlinale in Berlinale. URL consultato il 20 gennaio 2011.
  5. ^ Spacey, Moore and 3D in focus at Berlin film fest in Yahoo News. URL consultato il 20 gennaio 2011.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]