Margherita di Romania

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Margherita di Romania
Princess Margarita of Romania.JPG
Regina pretendente di Romania
Stemma
Trattamento Sua Maestà
Altri titoli Custode della Corona rumena
Nascita Clinica Mont Choisi, Losanna, 26 marzo 1949 (69 anni)
Padre Michele I di Romania
Madre Anna di Borbone-Parma
Coniuge Radu Duda
Religione Ortodossa

Principessa Margherita di Romania, chiamata anche Principessa Ereditaria di Romania, Custode della Corona rumena, in passato[1][2] Principessa di Hohenzollern, (Losanna, 26 marzo 1949), è la figlia maggiore dell'ex re Michele I di Romania, e di sua moglie, Anna di Borbone-Parma. Il padre l'ha nominata "erede presunta" nel 1997.

Margherita non ha figli. Sua erede presunta è sua sorella, la Principessa Elena di Romania. Secondo l'ultima costituzione monarchica, quella del 1923, che stabiliva la successione per legge salica, Margherita e le sue sorelle non possono succedere al trono di Romania (vedere anche "Linea di successione al trono di Romania")

Il 30 dicembre 2007, re Michele l'ha designata erede al trono di Romania con il titolo di "principessa ereditaria di Romania" e "custode della Corona rumena". In quella stessa occasione, Michele I ha anche chiesto al Parlamento rumeno, in caso di ripristino della monarchia, di abolire la legge di successione salica prevista dalla costituzione del 1923 (in vigore al momento in cui fu proclamata la repubblica, nel dicembre 1947), così da ammettere la successione femminile. Dal marzo 2016 ha rappresentato il padre, ritiratosi dalla vita pubblica, nelle cerimonie e nelle manifestazioni. Con la morte del re Michele, nel dicembre 2017, è divenuta il capo della Casa reale di Romania, Ha assunto il titolo di "custode della Corona" e l'appellativo di "Maestà". In casi di restaurazione della monarchia, sarà lei a salire al trono.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 settembre 1996, a Losanna, Margherita ha sposato Radu Duda, creato prima principe di Hohenzollern-Veringen il 1º gennaio 1999, e, poi, principe di Romania il 30 dicembre 2007. La coppia si incontrò nel 1994 grazie alla "Fondazione Principessa Margherita": Radu Duda lavorava come terapeuta in orfanotrofi e l'ha incontrata quando la principessa ha visitato il programma. Vivono nel palazzo Elisabetta di Bucarest. Durante la sua giovinezza presso l'Università di Edimburgo, Margherita è stata coinvolta in una relazione romantica con Gordon Brown, che in seguito sarebbe diventato primo ministro del Regno Unito (2007-2010).

Formazione e Lavoro[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la laurea presso l'Università di Edimburgo, ha lavorato in un certo numero di università britanniche, specializzandosi in sociologia medica e in sanità pubblica. In seguito ha partecipato ad un programma di ricerca internazionale coordinato dalla Organizzazione mondiale della sanità, dedicandosi allo sviluppo di raccomandazioni di politica sanitaria e a progetti di prevenzione. Nel 1983 si trasferiscea Roma ed entranell'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura delle Nazioni Unite (ONU), lavorando alla campagna di sensibilizzazione in materia di programmi agricoli, nutrizione e lotta contro la povertà. Tre anni dopo entra a far parte del Fondo internazionale per lo sviluppo agricolo. Nell'autunno del 1989 abbandona la carriera nelle Nazioni Unite e si trasferisce a Ginevra per lavorare con il padre, dedicandosi interamente a favorire lo sviluppo della Romania.

Insieme alla sorella Sofia, è la prima rappresentante della famiglia reale a rientrare in Romania dall'esilio, il 18 gennaio 1990. In quello stesso anno ha costituito la "Fondazione principessa Margherita", una organizzazione no-profit che ha contribuito allo sviluppo della società civile in Romania. Attualmente attiva in 6 paesi (Romania, Regno Unito, Svizzera, Francia, Belgio e Stati Uniti), la "Fondazione Principessa Margherita" sviluppa programmi quali:

  • migliorare le condizioni di vita dei bambini e dei giovani, le famiglie a rischio e gli anziani;
  • stimolare la solidarietà tra le generazioni e creare ponti di comunicazione tra i giovani e gli anziani;
  • contribuire allo sviluppo istituzionale delle ONG che lavorano con i bambini e gli anziani;
  • stimolare la creatività e il talento locale.

Nel corso della sua esistenza, la "Fondazione Principessa Margherita" ha raccolto più di 5 milioni di euro, attraverso i quali ha contribuito allo sviluppo della società civile rumena.

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Margherita di Romania Padre:
Michele I di Romania
Nonno paterno:
Carlo II di Romania
Bisnonno paterno:
Ferdinando I di Romania
Trisnonno paterno:
Leopoldo di Hohenzollern-Sigmaringen
Trisnonna paterna:
Antonia di Braganza
Bisnonna paterna:
Maria di Sassonia-Coburgo-Gotha
Trisnonno paterno:
Alfredo di Sassonia-Coburgo-Gotha
Trisnonna paterna:
Marija Aleksandrovna Romanova
Nonna paterna:
Elena di Grecia
Bisnonno paterno:
Costantino I di Grecia
Trisnonno paterno:
Giorgio I di Grecia
Trisnonna paterna:
Ol'ga Konstantinovna Romanova
Bisnonna paterna:
Sofia di Prussia
Trisnonno paterno:
Federico III di Germania
Trisnonna paterna:
Vittoria di Sassonia-Coburgo-Gotha
Madre:
Anna di Borbone-Parma
Nonno materno:
Renato di Borbone-Parma
Bisnonno materno:
Roberto I di Parma
Trisnonno materno:
Carlo III di Parma
Trisnonna materna:
Luisa Maria di Borbone-Francia
Bisnonna materna:
Maria Antonia di Braganza
Trisnonno materno:
Michele del Portogallo
Trisnonna materna:
Adelaide di Löwenstein-Wertheim-Rosenberg
Nonna materna:
Margherita di Danimarca
Bisnonno materno:
Valdemaro di Danimarca
Trisnonno materno:
Cristiano IX di Danimarca
Trisnonna materna:
Luisa d'Assia-Kassel
Bisnonna materna:
Maria d'Orléans
Trisnonno materno:
Roberto d'Orléans
Trisnonna materna:
Francesca Maria d'Orléans

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze rumene[modifica | modifica wikitesto]

Sovrano Cavaliere Gran Croce e Collare dell'Ordine di Carol I - nastrino per uniforme ordinaria Sovrano Cavaliere Gran Croce e Collare dell'Ordine di Carol I
— 20 aprile 1996[3][4]
Sovrano Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona - nastrino per uniforme ordinaria Sovrano Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine della Corona
— 30 dicembre 2011[5]
Sovrano Cavaliere della Decorazione di Classe Speciale della Custodia della Corona rumena - nastrino per uniforme ordinaria Sovrano Cavaliere della Decorazione di Classe Speciale della Custodia della Corona rumena
— 18 gennaio 2015[6]

Onorificenze stranieri[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia commemorativa per il cinquantesimo genetliaco di Carlo XVI Gustavo (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il cinquantesimo genetliaco di Carlo XVI Gustavo (Svezia)
— 30 aprile 1996[7][8]
Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia) - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine della Legion d'Onore (Francia)
— 8 luglio 2009[9]
Dama dell'Ordine di Santa Isabella (Casa di Braganza) - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine di Santa Isabella (Casa di Braganza)
— 27 ottobre 2012[10]
Medaglia di Demetrio Cantemir (Moldavia) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia di Demetrio Cantemir (Moldavia)
— 8 ottobre 2013[11]
Croce al Merito del Ministero della Difesa di I Classe (Repubblica Ceca) - nastrino per uniforme ordinaria Croce al Merito del Ministero della Difesa di I Classe (Repubblica Ceca)
— 28 ottobre 2014[12]
Collare d'oro dell'Ordine olimpico (Comitato Olimpico Internazionale) - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro dell'Ordine olimpico (Comitato Olimpico Internazionale)
— 25 marzo 2015[13][14]
Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Carlo XVI Gustavo (Svezia) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa per il settantesimo genetliaco di Carlo XVI Gustavo (Svezia)
— 30 aprile 2016[15][16]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN160292542 · GND (DE142860131
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie