Margaret Louisa Vanderbilt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ritratto di Margaret di John Singer Sargent, 1888.

Margaret Louisa Vanderbilt (Staten Island, 23 luglio 1845New York, 3 marzo 1924) è stata una filantropa statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era la figlia maggiore di William Henry Vanderbilt[1], e di sua moglie, Maria Louisa Kissam Vanderbilt. Era la nipote del commodoro Cornelius Vanderbilt e della sua prima moglie, Sophia Johnson[2].

Fervente sostenitrice della Young Women's Christian Association (YWCA), nel 1891 costituì a New York il Margaret Louisa, un albergo per donne che viaggiavano da sole, finanziandone la costruzione e gli arredi.[3]

Margaret Louisa scampò per un pelo all'affondamento del Titanic, avendo prenotato il passaggio ma per ragioni sconosciute lo cancellò e viaggiò una settimana prima sul RMS Olympic.[4]

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Il 18 febbraio 1868 a New York[5], Margaret Louisa sposò Elliot Fitch Shepard (1833–1893). Shepard era un avvocato, banchiere e proprietario del giornale Mail and Express, nonché fondatore e presidente della New York State Bar Association[6]. Ebbero sei figli:

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Margaret morì nel suo appartamento al 998 sulla Fifth Avenue il 3 marzo 1924[14]. È sepolta nella sezione privata dei Vanderbilt, un cimitero appena fuori dal Mausoleo Moravian di Vanderbilt, a Staten Island. Alla sua morte, ha lasciato oltre $ 5.000.000 in affidamento alle sue figlie[15]. Ha donato $ 180.000 in beneficenza, $ 20.000 a ciascuno dei suoi sedici nipoti e $ 100.000 alla Chiesa Presbiteriana di Scarborough[15], oltre ai $ 100.000 lasciati alla chiesa alla morte del marito nel 1893[16].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Descendants of the Immigrant Roger Billings
  2. ^ Natalie Robehmed, The Vanderbilts: How American Royalty Lost Their Crown Jewels, in Forbes, 14 luglio 2014. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  3. ^ How Women Saved the City - Daphne Spain - Google Boeken, Books.google.com. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  4. ^ Hidden History of the Lower Hudson Valley: Stories from the Albany Post Road - Carney Rhinevault - Google Books, Books.google.com, 15 maggio 2012. URL consultato il 14 gennaio 2013.
  5. ^ NYC Marriage & Death Notices 1857-1868.
  6. ^ Elliott F. Shepard Dead; He Expires at His Home After Taking Ether. Had Given No Indication of Serious Illness -- but Evidently Had the Possibility of Death in Mind -- His Family at His Bedside -- a Peculiarly Eccentric Character -- Politician, Editor, and Relig- Ious Enthusiast -- Often Amusing, but Always in Earnest., in The New York Times, 25 marzo 1893. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  7. ^ MRS. SCHIEFFELIN DIES IN HOME AT 77; Wife of Drug Firm Executive, Descendant of Commodore Vanderbilt, Aided Y.W.C.A., in The New York Times, 19 agosto 1948. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  8. ^ W. J. SCHIEFFELIN OF DRUG FIRM DIES; Retired Board Chairman Was 89--Crusader for Negro Welfare, City Reform HEADED CITIZENS UNION Helped to Start the Seabury Inquiry--Chemist Served in War With Spain, in The New York Times, 1º maggio 1955. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  9. ^ MRS. SHEPARD FABBRI, CHURCH BENEFACTOR, in The New York Times, 19 dicembre 1954. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  10. ^ OBITUARY NOTES, in The New York Times, 1º febbraio 1895. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  11. ^ MRS. MORRIS DEAD; ENVOY'S WIDOW, 75; Member of Vanderbilt Family Aided Y.W.C.A. and Backed International Language Was Radcliffe Graduate Honored By Belgians, in The New York Times, 16 agosto 1950. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  12. ^ DAVE H. MORRIS, 72, LAWYER, DIPLOMAT; Ambassador to Belgium 1933-37 Dies--Sportsman, Musician, Friend of Roosevelt, in The New York Times, 5 maggio 1944. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  13. ^ DIED. SHEPARD, Elliott Fitch, in The New York Times, 13 aprile 1927. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  14. ^ MRS. SHEPARD OF A HEART ATTACK; Daughter of the Late William Vanderbilt Succumbs Suddenly in Fifth Avenue Apartment, WAS IN HER 79TH YEAR Had Attended the Wedding of Her Granddaughter, Louise Schleffelin, on Saturday., in The New York Times, 4 marzo 1924. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  15. ^ a b MRS. SHEPARD LEFT OVER $5,000,000; Trust Fund Created by Her Father, William H. Vanderbilt, Goes to Daughters., in The New York Times, 15 marzo 1924. URL consultato il 18 gennaio 2018.
  16. ^ Elliott F. Shepard's Will; a Hundred Thousand Dollars for the Presbytery. Fifty Thousand for the Seventh Presbyterian Church and $100,- 000 for St. Paul's Institute at Tarsus -- His Newspaper and Stage Line Not to Do Sunday Business., in The New York Times, 12 aprile 1893. URL consultato il 18 gennaio 2018.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie