Mareike Krügel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Mareike Krügel (Kiel, 1977) è una scrittrice tedesca.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Mareike Krügel ha studiato al Deutsches Literaturinstitut di Lipsia. Vive come scrittrice indipendente nei pressi di Schleswig e dirige il laboratorio di scrittura del Literaturhaus di Amburgo. Il suo romanzo Die Tochter meines Vaters (2005) è stato insignito della Menzione d'Onore al New York Book Festival 2008 ed è stato tradotto in spagnolo e in italiano.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazioni in antologie[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicazioni su giornali e riviste[modifica | modifica wikitesto]

  • Angeln gehen, in: Hamburger Abendblatt, 2.6.2007
  • Picasso zieht sich an, in: Sprache im technischen Zeitalter, 173

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007: Borsa per il soggiorno-studio al convento di Cismar
  • 2006: Premio Friedrich Hebbel
  • 2006: Borsa per il soggiorno-studio al Künstlerhaus Lukas
  • 2004: Borsa per il soggiorno-studio a Villa Decius, Cracovia
  • 2003: Premio scrittori emergenti del Comune di Amburgo

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Recensione[collegamento interrotto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito internet dell'autrice, su mareikekruegel.de.
  • Scheda dell'editore Schöffling con assaggio di Die Tochter meines Vaters (in lingua tedesca): [1]
  • Racconto Angeln gehen (in lingua tedesca):[2]
Controllo di autoritàVIAF (EN47007601 · ISNI (EN0000 0001 0968 8532 · LCCN (ENn2004038131 · GND (DE128501111 · BNF (FRcb14581346m (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n2004038131