Mare di Irminger

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il villaggio di Tasiilaq, sulla costa del Mare di Irminger

Il Mare di Irminger è un mare dell'Oceano Atlantico settentrionale. Ha una lunghezza di 480 km e una larghezza di 290 km nel suo punto più stretto.

Il Mare di Irminger è una delle migliori zone di pesca dello scorfano atlantico.[1]

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

È stato così denominato in onore del vice-ammiraglio e idrografo danese Carl Ludvig Christian Irminger (1802–1888), dal quale prende il nome anche la corrente di Irminger.[2]

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Il limite settentrionale del Mare di Irminger si trova alla fine dello stretto di Danimarca, tra l'Islanda e la Groenlandia, che mette in comunicazione con il Mare di Groenlandia. A sudovest arriva fino al Capo Farvel, la punta più meridionale della Groenlandia, e qui si connette al Mare del Labrador. A sud di questo punto si apre l'Oceano Atlantico settentrionale.

Il fondale marino del Mare di Irminger è in gran parte compreso nel bacino di Irminger, la continuazione nordorientale del bacino del Labrador che ha una profondità massima di 4600 m; a est è delimitato dalla dorsale medio atlantica. Si tratta di delimitazioni di tipo oceanografico e non di confini ufficialmente riconosciuti.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Denominazione obbligatoria in Italia ai sensi del DM 31 gennaio 2008
  2. ^ Kommandør Axel Fiedler: „Om Irminger Havets og Irmingerstrømmens navn“. Søværnsorientering Nr. 1, March 2003 PDFGoogle-HTML-Version

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Coordinate: 62°N 35°W / 62°N 35°W62; -35