Marcus Hamilton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marcus Hamilton
Marcus Hamilton.jpg
Marcus Hamilton
UniversoBuffyverse
Lingua orig.Inglese
SoprannomeTerminator
AutoreJoss Whedon
1ª app. inLiberata
Ultima app. inNon svaniremo
Interpretato daAdam Baldwin
Voce italianaDanilo di Martino
Sessomaschile
Data di nascitasconosciuta
Professionedirigente della Wolfram & Hart
Abilità
  • forza, resistenza e riflessi sovrumani
  • longevità
  • corpo a corpo

«Lascia che te lo dica più chiaro che posso: tu non puoi battermi. Io sono parte di loro: Wolf, Ram e Hart. La loro forza scorre attraverso le mie vene... Il mio sangue è pieno del loro antico potere.»

(Marcus Hamilton ad Angel)

Marcus Hamilton è un personaggio della serie televisiva Angel, interpretato da Adam Baldwin.

È una creatura generata dai Soci Anziani col compito di agire al loro posto in qualità di emissario. Venne creato dai tre demoni quando gli Antichi vennero sigillati, e dunque all'incirca nella preistoria. In passato, in un periodo non ben precisato, lui ha conosciuto Drogyn.

Hamilton è inoltre l'ultimo avversario affrontato dal protagonista nella serie televisiva.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Episodi di Angel (quinta stagione).

Hamilton è stato creato dai Soci Anziani appena dopo l'esilio dalla terra degli Antichi, e dunque è probabilmente il primo essere umano creato dai tre demoni, ragione per la quale è estremamente più inumano degli umani sintetici creati in seguito (come ad esempio Eve) tanto che Illyria gli si riferisce chiamandolo "la creatura", quasi come se ne avesse soggezione.

La sua prima apparizione avviene mentre Spike, Angel e Gunn si erano recati nella dimensione infernale in cui era stato rinchiuso Lindsey al fine di salvarlo ed ottenere da lui informazioni sul Circolo della Spina Nera. Hamilton irrompe nella sede della Wolfram & Hart uccidendo con un pugno una guardia di sicurezza. Successivamente insegue Eve e Lorne per costringere la ragazza a cedergli i diritti di emissario dei Soci Anziani tramite un contratto. Come si scoprirà in seguito egli è stato mandato proprio dai tre demoni al fine di rimpiazzare Eve e punirla tramite "sentenza di morte"; difatti una volta revocato il suo contratto l'immortalità concessale svanisce condannandola a vivere da mortale.

Dopo aver ottenuto il suo scopo, si unirà alla Wolfram & Hart come capo del gruppo di Angel presentando loro i clienti e consigliandoli su come svolgere il loro lavoro. Egli si rivela immediatamente diverso dalla predecessora, difatti è un essere freddo e totalmente privo di sentimenti umani. Egli incomincerà inoltre a svolgere delle riunioni segrete con Angel dopo che il vampiro entrerà nel Circolo della Spina Nera. L'autorità esercitata da Hamilton gli deriva dall'essere invincibile per qualunque membro del gruppo (perfino Angel e Illyria), prevenzione dei Soci Anziani nel caso in cui essi volessero tradirli.

Hamilton sarà tuttavia ingannato dal vampiro, che in realtà desiderava entrare nel gruppo per il raggiungimento di un altro scopo: scoprirne i membri e ucciderli, il tutto per colpire i Soci Anziani. La creatura fiuterà però l'inganno e sedurrà Harmony per farsi rivelare il piano di Angel.

Scopertolo si reca alla Wolfram & Hart per fermare Angel nel suo intento di uccidere Sebassis, facendo però nuovamente il gioco del vampiro: egli infatti aveva già programmato che Harmony l'avrebbe tradito e così si era già occupato di Sebassis avvelenandolo, inoltre ha designato i suoi collaboratori per uccidere gli altri membri del Circolo ed ha attirato Hamilton al solo scopo di affrontarlo e uccidere anche lui.

I due combattono, ma Hamilton si rivela essere molto più forte di quanto il vampiro avesse immaginato; quando è sul punto di vincere e uccidere Angel però interviene Connor in difesa del padre. Nonostante il gioco di squadra compiuto dai due, la creatura riesce ancora a sovrastarli con estrema facilità. Hamilton a questo punto, sicuro della vittoria, fa l'errore di rivelare inavvertitamente il segreto della sua forza: nel suo sangue scorre l'antico potere dei Soci Anziani. Sentito di ciò, Angel prontamente lo morde al collo succhiandogli il sangue e con esso la forza dei Soci Anziani; in tal modo il vampiro si potenzia e Hamilton si indebolisce; dunque Angel si scaglia su di lui e lo uccide con un unico pugno spezzandogli il collo.

In seguito i Soci Anziani puniranno l'omicidio di Hamilton e del Circolo della Spina Nera spedendo tutta Los Angeles all'inferno.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

Hamilton è molto più forte di un vampiro di età avanzata ed è fisicamente una delle creature più potenti del Buffyverse: la sua forza è tale da essere in grado di sconfiggere Illyria con pochi colpi (sebbene priva di parte dei suoi poteri per il generatore Mutari), trapassare una persona da parte a parte con un pugno, scaraventare Angel da un lato all'altro di una stanza e far attraversare una parete di vetro antiproiettile a Connor con un solo colpo. Anche la sua resistenza è largamente sovrumana, difatti non risente minimamente del tentativo di Harmony di rompergli il collo ed incassa con tranquillità e senza danni un pugno allo stomaco datogli da Angel con tutta la sua forza di vampiro.

In quanto creatura dei Soci Anziani inoltre, dispone di un contatto psichico con loro grazie al quale è in grado di ricevere i loro ordini e le loro informazioni, oltre che poter comunicare ai tre lo svolgimento delle missioni assegnatagli. Inoltre, sempre a causa della sua natura, è immortale ed immune alla vecchiaia; è presumibile che se i Soci Anziani gli facessero firmare un determinato contratto, proprio come Eve, lui perderebbe tale dono.

La sorgente del potere di Hamilton è nel suo sangue: il sangue dei Soci Anziani scorre nelle vene della creatura misto al suo; cosa che in parte è la sua maggiore debolezza. Difatti qualora un vampiro si cibasse del suo sangue assumerebbe temporaneamente la sua stessa forza.