Marco Zamperini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Zamperini

Marco Zamperini (Milano, 2 agosto 1963Milano, 13 ottobre 2013) è stato un informatico, dirigente d'azienda, blogger e accademico italiano, tra i maggiori esperti di Internet in Italia[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Zamperini alla festa per i 10 anni di Wikipedia, in compagnia della moglie

Laureato in Statistica presso l'Università Statale di Milano nel 1987, tre anni dopo entrò in Etnoteam[2], presso la quale nel gennaio 2000, nell'ambito di una ristrutturazione organizzativa, fu nominato chief technology officer per la direzione generale telecomunicazioni e media, passando poi a essere direttore delle attività di ricerca e sviluppo e responsabile delle attività di evangelizzazione tecnologica (giugno 2001) e direttore del marketing e della comunicazione (dicembre 2005 - luglio 2007). Da luglio 2007 era chief technology officer della Value Team S.p.A.[3]. Con l'acquisizione di Value Team da parte del colosso giapponese NTT Data nell'aprile 2011[4] divenne Chief Innovation Officer di NTT DATA Italia.

Fu professore a contratto presso l'Università di Lingue e Comunicazione IULM, oltre che autore di libri e articoli su Internet apparsi su quotidiani e riviste italiani[5]. Era uno degli autori di CheFuturo![6].

Sul web era noto con lo pseudonimo di FunkyProfessor[7].

Morì nel 2013 all'età di cinquant'anni, probabilmente a causa di un infarto[8]. Le sue ceneri sono tumulate al Cimitero Maggiore di Milano, in un colombaro[9].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Addio Funky Professor Morto Zamperini, in Il Giornale.
  2. ^ Etnoteam, su emea.nttdata.com.
  3. ^ Ciao Marco, su seigradi.corriere.it.
  4. ^ Value Team parla giapponese: venduta a NTT Data per 250 milioni, su Il Sole 24 ORE. URL consultato il 27 novembre 2020.
  5. ^ Addio, Marco Zamperini, su daily.wired.it.
  6. ^ Gli autori di CheFuturo! Archiviato il 16 ottobre 2013 in Internet Archive.
  7. ^ Internet: addio a Marco Zamperini, pioniere del web in Italia - Adnkronos Cronaca
  8. ^ Marco Zamperini, morto il “funky professor” del web italiano Ilfattoquotidiano.it
  9. ^ Comune di Milano, app di ricerca defunti "Not 2 4get".

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]