Marco Politi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marco Politi (Roma, 29 gennaio 1947) è un giornalista e scrittore italiano, specializzato nelle cronache e nella politica vaticana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Editorialista del Fatto Quotidiano, si occupa di questioni vaticane e religiose dal 1971. Dopo aver lavorato al Messaggero fu tra il 1987 e il 1993 corrispondente da Mosca di Repubblica; in tale frangente fondò l'associazione corrispondenti esteri dell'URSS, di cui fu due volte presidente. Da 1993 al 2009 fu vaticanista del quotidiano di Scalfari.

Collabora regolarmente con ABC, CNN, BBC e altri network internazionali. Autore di numerose inchieste, nei due conclavi del 1978 ha individuato, attraverso una serie di interviste ai cardinali-elettori, l'identikit del "papa pastore", destinato a caratterizzare il profilo di Karol Wojtyla. Con il premio pulitzer Carl Bernstein ha scritto la biografia bestseller di Giovanni Paolo II Sua Santità, Rizzoli 1996, pubblicata in numerosi paesi d'Europa e delle Americhe. In un'intervista esclusiva al prefetto della Congregazione per la Dottrina della fede, Joseph Ratzinger, pubblicata su la Repubblica il 19 novembre 2004 aveva individuato il cardinale tedesco come candidato al papato.[1]

La trasmissione ABC News Special Event", di cui era esperto per l'elezione del successore di Giovanni Paolo II, ha vinto il premio Alfred I.duPont-Columbia University 2006 per l'informazione sul conclave del 2005.

Ha seguito Giovanni Paolo II e Benedetto XVI in più di ottanta viaggi intorno al mondo. Il suo libro Joseph Ratzinger. Crisi di un papato, Laterza 2011, ha illustrato il vicolo cieco in cui era arrivata la Chiesa cattolica, prefigurando con un anno di anticipo il ritiro di Benedetto XVI.

Nell'aprile 2012 la Facoltà teologica cattolica dell'Università di Muenster, dove era stato docente Joseph Ratzinger, lo ha invitato a tenere una lectio sul tema: "Un Papa nella crisi". Con la sua ultima opera, Francesco tra i lupi. Il segreto di una rivoluzione, Laterza 2014, ha evidenziato l'esistenza di una forte opposizione alle riforme del papa argentino nella curia vaticana e nelle conferenze episcopali, ma anche da parte della mafia.

Nel corso della sua carriera Marco Politi è stato vicesegretario della Federazione nazionale stampa italiana, impegnandosi negli anni Ottanta per la contrattualizzazione dei giornalisti delle radio libere. Al ritorno da Mosca è stato eletto ripetutamente consigliere nazionale e presidente della Commissione giuridica dell'Ordine dei giornalisti.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Sua Santità, con Carl Bernstein, Rizzoli, 1996 (ed. or. His Holiness, Doubleday, 1996)
  • La confessione. Un prete gay racconta la sua storia, Editori Riuniti, 2000
  • Il ritorno di Dio. Viaggio tra i cattolici d'Italia, Mondadori, 2004
  • Io, prete gay, Mondadori, 2006
  • Papa Wojtyla. L'addio, Morcelliana, 2007
  • La Chiesa del no. Indagine sugli italiani e la libertà di coscienza, Mondadori, 2009
  • Joseph Ratzinger. Crisi di un papato, Laterza, 2011
  • Francesco tra i lupi. Il segreto di una rivoluzione, Laterza, 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN5649297 · ISNI: (EN0000 0001 1589 2572 · GND: (DE1028582870 · BNF: (FRcb13079963k (data)