Marco Petta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Petta, O.S.B.I
abate ordinario della Chiesa cattolica
TerritorialAbbotCoA PioM.svg
 
Incarichi ricopertiArchimandrita di Santa Maria di Grottaferrata
 
Nato15 gennaio 1921 a Piana degli Albanesi
Ordinato presbitero5 aprile 1945
Nominato abate ordinario10 agosto 1994 da papa Giovanni Paolo II
Deceduto26 settembre 2007 a Grottaferrata
 

Marco Petta (Marku Peta in arbëresh; Piana degli Albanesi, 15 gennaio 1921Grottaferrata, 26 settembre 2007) è stato un monaco cristiano criptense di rito greco-bizantino, docente e studioso italiano di origine arbëreshë. Archimandrita Esarca ordinario del Monastero Esarchico di Grottaferrata (dal 1994 al 2000), fu un importante studioso della presenza monastica bizantina italo-greca dalle fonti manoscritte[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

P. Marco Petta era nato a Piana degli Albanesi il 15 gennaio 1921.

Entrato a far parte della comunità monastica della Badia Greca di Grottaferrata, novizio nel 1935 e professione solenne diventando megaloschimo nel 1941; fu ordinato presbitero il 5 aprile 1945. Compì studi umanistici ed ecclesiastici e si dedicò con impegno ed interesse alla sua duplice vocazione: vita monastica e studi. Uomo profondamente intellettuale e colto, parlava correntemente il greco e l'arbëresh[2].

Nominato Archimandrita di Santa Maria di Grottaferrata[3] il 10 agosto 1994; è divenuto emerito il 31 gennaio 2000[4].

Bibliotecario della badia già dal 1944, questo ruolo gli diede la possibilità di studiare in modo specifico i preziosi codici che vi si conservano, dando importanti contributi negli studi bizantini[5]. Le numerose pubblicazioni monografiche, gli articoli su riviste specializzate, le relazioni e le conferenze svolte in varie manifestazioni culturali testimoniano i suoi notevoli apporti negli studi bizantini ed italo-greci in particolare[6]. Dedicò attenzione anche alle varie espressioni del patrimonio culturale degli storici albanesi d'Italia (storia, tradizioni, rito, ecc.) e alla storia locale di Grottaferrata. Studiosi e seguaci di storia, di liturgia e di filologia bizantina, al compimento del suo 70º anno, gli dedicarono una ampia miscellanea, con una pubblicazione per l'imponente patrimonio culturale e bibliografico curato[2].

Ha diretto per anni, dal 1960 al 1984, il Bollettino della Badia Greca di Grottaferrata[7].

Morì all'età di 86 anni a Grottaferrata il 26 settembre 2007.

Alcune opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Appunti di bibliografia albanese
  • Inni inediti di Iob monaco
  • Oikoumenikon
  • Storia delle fiere di Grottaferrata
  • Atti del convegno teologico sul Concilio Ecumenico
  • Tre manoscritti greci della chiesa parrocchiale di Galatone
  • L'inventario dei manoscritti criptensi del p. Placido Schiappacasse
  • Apollinare Agresta, Abate generale basiliano (1621-1695)
  • La erezione dell'Abbazia di Grottaferrata a Monastero Esarchico
  • Fonti per la storia del monachesimo basiliano nei secoli XVI-XVIII

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ P. Marco Petta jeromonaco studioso, www.Jemi.it. URL consultato il 10 ottobre 2007.
  2. ^ a b Abbot Marco Petta O.S.B.I., www.findagrave.com. URL consultato il 18 febbraio 2011.
  3. ^ Le Udienze[collegamento interrotto], www.press.catholica.va. URL consultato il 13 febbraio 1999.
  4. ^ Padre Marco Petta, www.controluce.it. URL consultato l'11 novembre 2007.
  5. ^ Radici albanesi alle porte di Roma, www.yllipolovina.com. URL consultato il 13 agosto 2010.
  6. ^ Ricordo di Padre Marco Petta già Archimandrita Esarca dell'Abbazia di San Nilo[collegamento interrotto], www.consorziosbcr.net. URL consultato il 22 settembre 2010.
  7. ^ Quaderni di Architettura dell’Area Tuscolana - I (PDF)[collegamento interrotto], www.aracneeditrice.it. URL consultato il 23 giugno 2005.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Marco Petta, in Catholic Hierarchy, David M. Cheney. Modifica su Wikidata
Controllo di autoritàVIAF (EN89312708 · ISNI (EN0000 0000 6278 8500