Marco Onado

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Onado al Festival dell'Economia di Trento.

Marco Onado (Milano, 19 aprile 1941) è un economista e accademico italiano. È considerato uno dei massimi esperti di diritto bancario[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Si è laureato in economia e commercio presso l'Università Bocconi, dove attualmente insegna. È stato Professore ordinario di Economia degli intermediari finanziari nelle Università di Modena e Reggio Emilia e di Bologna e Visiting Professor presso l'University College of North Wales e Brown University.

Membro del Comitato Scientifico di Prometeia Associazione, Consob, Ente per gli studi monetari bancari e creditizi "Luigi Einaudi" e delle riviste Banca Impresa e Società e Mercato Concorrenza Regole.

Commissario Consob dall'ottobre 1993 all'ottobre 1998 (ha fatto parte di varie commissioni, fra cui la "Draghi" per la preparazione del Testo Unico della Finanza). Consigliere CNEL, Consiglio Nazionale dell'Economia e Lavoro (esperto di nomina Presidente della Repubblica).

È nella redazione della rivista on line lavoce.info, sito di informazione che pubblica articoli e approfondimenti su tematiche di economia ed attualità.

È attualmente editorialista de Il Sole 24 Ore.

Pubblicazioni principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Mercati e intermediari finanziari. Economia e regolamentazione, Bologna, il Mulino, terza edizione, 2012;
  • Il mercato dei titoli di debito privati (con A. Banfi), Torino, Isedi, 2002;
  • "Financial Regulation in Europe and in Italy", in L. de Rosa (ed.), International Banking and Financial Systems. Evolution and Stability, Aldershot, Aldgate, 2003;
  • "Financial Reform in Italy", in M.J.B. Hall (ed.), The International Handbook on Financial Reform, Cheltenham, Elgar, 2003;
  • "I risparmiatori e la Cirio, Ovvero, pelati alla meta", in Mercato Concorrenza Regole, dicembre 2003; *
  • La banca come impresa (a cura di), Bologna, il Mulino, 2003, 2ª ed.;
  • "I nodi al pettine. La crisi finanziaria e le regole non scritte", Roma-Bari, Laterza, 2009.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Manca Daniele, Banche, scatta l'allarme tassi, in Corriere della Sera, 21 agosto 1994, p. 15. URL consultato il 14 ottobre 2008 (archiviato dall'url originale il 9 aprile 2014).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN92315999 · ISNI (EN0000 0000 8078 2049 · SBN IT\ICCU\CFIV\008706 · LCCN (ENn79135107 · GND (DE170302369 · BNF (FRcb12371183f (data) · NLA (EN35398726 · BAV (EN495/188056 · WorldCat Identities (ENlccn-n79135107