Marco Melega

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marco Melega
Marcomelega2.jpg
Marco Melega nel 2019 con la t-shirt che riporta il simbolo della propria Moneta Complementare
Paese d'origineItalia Italia
GenereDance
Musica house
Chill-House
Bossa nova
Hip hop
Electro
Periodo di attività musicale1994 – 2008
EtichettaExpanded Music, Crash!, Dancepool, Sony Music, Cdyourself, Level One, Streetlab, Jaywork, Tavolo Melega, N.a.p.i.c.
GruppiMato Grosso, Tavolo Melega, House Bros
Album pubblicati42
Studio17
Raccolte25

Marco Melega (Cremona, 15 gennaio 1972) è un imprenditore e produttore discografico italiano.

Gli inizi - il marketing piramidale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1992 fonda la System Mail Organization, una particolare iniziativa imprenditoriale basata sulla diffusione di prodotti editoriali a mezzo di un sistema di marketing piramidale per corrispondenza, i cui numeri e diffusione lo portarono alla ribalta nazionale. L’anno successivo la trasmissione “Mi manda Lubrano” gli contestò il sistema di diffusione per corrispondenza, assimilandolo ad una catena di Sant'Antonio.

Nel 1995 lancia una propria linea di camiceria, denominata appunto “Marco Melega” che aveva quale testimonial Marco Balestri. La distribuzione dei prodotti era stata studiata sempre con il sistema del marketing piramidale, ma non ebbe i riscontri dell'iniziativa precedente.

Attività pubblicitaria[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1998 fonda l’azienda pubblicitaria Agoros, il cui marchio tra gli anni 2000 e 2004 apparve in numerosi quotidiani, riviste e tv con campagne pubblicitarie che ritraevano Marco Melega quale protagonista in qualità di amministratore delegato. In quegli anni il marchio fu anche sponsor tecnico dell'Inter e di partite di calcio nei campionati di Coppa UEFA, Coppia Italia e Champions League.

Attività discografica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1997 fonda insieme a Marco Biondi ed Enzo Fargetta l’etichetta Dinamicadischi[1] che produce l’artista Brazil Confusion[2] con il singolo “Ain’t no Sunshine”, remake del famoso singolo di Bill Withers, uscito nell' EP omonimo su Etichetta Dancepool/ Sony Music.

Nel 2002 produce la compilation di musica house “Tavolo Melega, House Flavours”[3] su etichetta Streetlab records/Jaywork, che ritrae in copertina il suo volto.

Nel 2003 produce la compilation di musica house “Tavolo Melega – House Flavours vol.2” su etichetta Time records

Nel 2004 acquisisce l’etichetta discografica Jaywork Music Group[4] che farà uscire nello stesso anno 2Black “Waves of Luv” che conteneva un remake di “In alto mare” di Loredana Bertè divenendo una delle hit dell’estate 2004.

Nel medesimo anno fonda la casa discografica Cdyourself che diverrà la madre delle etichette discografiche Napic publishings, Platea records, La plage records, Private records, Mondorama records, Guapa records, Unz records, Venom records, Italiarec, Block records, Timbales records, Strobo records (nota per l'acquisizione del marchio "Paninaro" e la realizzazione dell'omonima compilation contenente i più grandi successi del periodo del fenomeno di costume giovanile degli anni'80), oltre all’etichetta Tavolo Melega[5].

Con un’attenzione prioritaria alla musica house, dance, lounge e chill house internazionale, la produzione delle etichette discografiche di Marco Melega non mancherà di dare spazio anche artisti italiani quali Ridillo, Dj Fede, Mario Più, Frank’o Moiraghi, Robert Passera, Manuela Doriani, Rosalinda Celentano, Charlie Gnocchi, Filippo Nardi (che debuttò come dj nel 2005 proprio su una produzione di Marco Melega, "Tavolo Melega - Sueno Tribal vol. 2 mixed by Filippo Nardi").

Nel 2007 Marco Melega consolidò la presenza nel mercato discografico italiano ed internazionale acquisendo la Level Lone[6], storica società di produzione e distribuzione discografica co-fondata nel 1997 da Joe T.Vannelli, di cui divenne Presidente. A questo periodo sono riconducibili collaborazioni e produzioni con Airplane Records, Tommy Vee, Mauro Picotto, ma anche con la Rainbow di Iginio Straffi per la produzione di prodotti discografici a marchio Winx club e Winx power show.

Marco Melega con Level One creò anche un canale di distribuzione discografica proprietario, denominato Cdbox, caratterizzato dalla presenza di piccoli espositori CD posizionati presso lo spazio “avanti-cassa” in migliaia di bar, ristoranti, negozi inclusi Autogrill d’Italia. Implementò inoltre il servizio CdBrand, rivolto principalmente a clientela premium quali hotel, locali e marchi di lusso, caratterizzato da una innovativa proposta di realizzazione di compilations personalizzate, che si tradusse in una fitta produzione e distribuzione discografica alternativa.

Tuttavia, la rivoluzione del mercato discografico iniziata da Napster e consolidata da iTunes, nonché le nuove modalità di fruizione della musica, imposero a Marco Melega l’uscita dal mercato, cedendo il proprio pacchetto di partecipazioni discografiche nel 2008. Le edizioni musicali furono cedute a Warner Chappel.

Moneta complementare[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 fonda la Crevit Italia Spa, società che assunse fama nazionale nel 2014 con il lancio della valuta complementare “Crevit”[7], che fu oggetto di pesanti critiche da parte della stampa[8].

Nel 2016 acquisisce con la propria holding la maggioranza relativa di BexB spa, altra realtà nazionale attiva nel mercato delle monete complementari. In essa conferisce il circuito Crevit, generando un circuito unico che opera con la valuta complementare denominata EuroBexB[9].

Nel 2018 BexB spa acquisisce il circuiti di moneta complementare Visiotrade, che operava con la valuta complementare “Eurocredito”[10] ed il circuito excellentnet. Il circuito BexB spa così strutturato, nel 2018 totalizzò 45.000 transazioni in moneta complementare per un controvalore di 170 milioni di euro[11].

Attività recenti[modifica | modifica wikitesto]

Al marzo 2020 è a capo di un gruppo imprenditoriale che ha un diversificato portafoglio di partecipazioni in aziende industriali (tra cui BexB S.p.a.), commerciali, agricole, oltre ad avere una partecipazione in un’azienda di biocarburanti tunisina[12]

Carriera artistica[modifica | modifica wikitesto]

  • 1994 Partecipa alla produzione dei singoli “Mystery” e “Pyramid”, relativi al progetto discografico Mato Grosso[13], prodotto da Marco Biondi ed il Graziano Pegoraro di “Run to me”, su etichetta Expanded Music. Il successo dei singoli lo vide divenire anche l’uomo immagine e performer del progetto discografico.
  • 1995 Realizza con Mato Grosso il singolo Moai, sempre dietro la produzione di Marco Biondi e Graziano Pegoraro, ed alla sua immagine si affianca Danilo di Lorenzo, che realizzò la caratteristica parte cantata del brano, di notevole successo nell’estate 1995. Nel medesimo anno, con lo pseudonimo Dinamo realizza il singolo di rap italiano “Abbasso Te”[14] che venne programmato in alta rotazione su Radio Deejay ed in molti altri network nazionali, mentre con lo pseudonimo “2nd Way” realizza il singolo “I wanna be[15], un brano underground distribuito a livello internazionale.
  • 1996 per Mato Grosso realizzò il singolo “Stonehenge
  • 1997 scrive testi e melodie del singolo Mato GrossoDestiny” ma per divergenze sull’orientamento del progetto, si allontana definitivamente dal gruppo di produzione.
  • 1997 la Sony Music, all’epoca della direzione artistica di Rudy Zerbi, lo iscrisse alle selezioni per il Festival di Sanremo con lo pseudonimo Dinamo, ma non riuscì a passare.
  • 2002 con lo pseudonimo “Tavolo Melega” produsse “House Flavours[16] (Jaywork, 2002), una compilation di brani house che ebbe un notevole successo, tant’è che portarono lo stesso Marco Melega a fare un tour per i locali d’Italia. ove faceva l’ospite con un Tavolo realizzato ad hoc a forma del logo dell’etichetta sul palco dei locali, accompagnato dai dj che aveva ospitato nella compilation e da uno staff di animazione.
  • 2003 insieme al Dj Mauro Pagany fondò il gruppo House Bros[17] che produsse, su etichetta Stargarda Records, il brano “Feel Like Dancing” con il featuring di Kym Mazelle. Il brano venne prodotto negli studi di registrazione londinesi di Rolando Bacci, già produttore del celebre brano "Mooving Too Fast" di Artful Dodger feat. Romina Johnson
  • 2003 la Time Records pubblicò il seguito del progetto “Tavolo Melega”, facendo uscire la compilation “House Flavours vol.2”. Nello stesso anno “Tavolo Melega” pubblicò con Dea records “Agua Marina” una compilation di brani chill-house, e con M.O.D.A./Warner la compilation “Sueno Tribal”. Il marchio Tavolo Melega divenne poi a sua volta un’etichetta discografica a partire dal 2004.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Singoli

  • 1994 – Mystery (Mato Grosso) / Expanded Music
  • 1994 – Pyramid (Mato Grosso) / Expanded Music
  • 1995 – Moai (Mato Grosso) / Expanded Music
  • 1995 – Abbasso te (Dinamo) / Expanded Music
  • 1995 – I wanna Be (2nd Way) / Crash! Records
  • 1996 – Stonehenge (Mato Grosso) / Expaned Music
  • 1997 – Destiny (Mato Grosso) / Expanded Music
  • 2003 – Feel like dancing (House Bros) / Stargarda Records
  • 2005 – Enamorada (House Bros presents Escondido) / Le bien et le mal
  • 2006 – Love what you feel (House Bros & Britalics feat. Joy Malcom) / Distar Records
  • 2006 – In the rain (Britalics vs House Bros feat. Keeny) / Distar Records
  • 2008 – La Fratellanza (Il Bro) / JVM/Level One

EP

  • 1997 – Ain’t no Sunshine / Burning Up / De Cabo a Rabo (Brazil Confusion) / DinamicaDischi / Dancepool / Sony Music Entertainment[2]

Album

  • 2005 – Weekend al funkafè (Ridillo) / Italiarec[18]
  • 2005 – Floating Beat / Platea Records
  • 2005 – The Art of Swing (Alberto Traversi Quartet) / Plaeta Records[19]
  • 2006 – Easy Life (Robert Passera) / Tavolo Melega Records[20]

Compilations

  • 2002 – House Flavours (Tavolo Melega) / Streetlab Records
  • 2003 – House Flavours vol. 2 (Tavolo Melega) / Time Records
  • 2003 – Agua Marina, the finest selection of chilly and lounge tunes (Tavolo Melega) / Dea Records
  • 2003 – Sueňo Tribal (Tavolo Melega) / M.O.D.A / Warner Chappel
  • 2004 – House Flavours vol. 3 (Tavolo Melega) / Tavolo Melega Records
  • 2004 – Agua Marina vol. 2, the finest selection of chilly and lounge tunes (Tavolo Melega) /Tavolo Melega Records
  • 2004 – Sueňo Tribal vol. 2 mixed by Filippo Nardi (Tavolo Melega) / M.O.D.A. / Warner Chappel
  • 2004 – Filati Pregiati Italian Bossanova Extravaganza (Tavolo Melega) / M.O.D.A. Music Fashion[21]
  • 2005 – Agua Marina vol. 3 the finest selection of chill and cocktail tunes (Tavolo Melega) / Tavolo Melega Records
  • 2005 – Paninaro il mito degli anni '80 / Strobo Records
  • 2005 – Filati Pregiati Lounge Extravaganza vol. 2 (Tavolo Melega) /Tavolo Melega Records
  • 2005 – Electronic Experience (con Mario Più) / Venom Records[22]
  • 2005 – Sueňo Tribal vol. 3 mixed by Deniro (Marco Melega) / Tavolo Melega Records
  • 2005 – Montecarlo Lounge The Best Selection of Lounge Music / La Plage Records[23]
  • 2005 – 90 Beats i battiti dance degli anni '90 (con Dj Aladino) / Strobo records[24]
  • 2005 – Milano Cocktail Episode 1 / La Plage Records[25]
  • 2006 – Dj Fede presents The Deep Funk Theory / Block Records
  • 2006 – Dj Fede presents The Deep Funk Theory vol. 2 / Block Records
  • 2006 – Agua Marina vol. 4 the finest selection of chill and cocktail tunes (Tavolo Melega) / Tavolo Melega Records
  • 2006 – 80 Beats selected by Den Harrow, i battiti dance degli anni '80 / Strobo records
  • 2006 – Music Lounge selected by Rosalinda Celentano / La Plage Records
  • 2007 – 70 Beats selected by Manuela Doriani - I battiti dance degli anni '70 / Strobo records
  • 2007 – House Flavours Chapter 4 (Tavolo Melega) / Tavolo Melega Records
  • 2007 – Agua Marina Deluxe, the finest selection of Chill and Cocktail Tunes (Tavolo Melega) / Tavolo Melega Records
  • 2007 – Sweet Chocolate, 100% original music selection, Milky music (Tavolo Melega) / Tavolo Melega Records

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco Melega e Riccardo Sada, Houseology, vita, morte e miracoli della musica house, Edizioni n.a.p.i.c., 2004.

Altre iniziative imprenditoriali[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 2013 entra in società con Enrico Preziosi per la gestione del Teatro Alberti di Desenzano del Garda, tramite l’acquisizione del 50% della società REP S.r.l.
  • Il 27 Marzo 2020 attraverso la propria holding Italian Properties s.r.l. si aggiudica appalti pubblici Consip nell'occasione dell'emergenza sanitaria da Covid-19 per circa 64 milioni di Euro[26] per la fornitura di mascherine chirurgiche, suscitando polemiche essendo al momento dell'aggiudicazione ancora indagato per frodi-online[27]. Il caso fu trattato il 27 Aprile 2020 dalla trasmissione Rai Report nella puntata intitolata "Giù la maschera"[28].

Procedimenti giudiziari[modifica | modifica wikitesto]

  • Imputato nel processo per bancarotta fraudolenta della società Gericom s.r.l., risultò assolto nel 23/10/2013[29]
  • Il 16/07/19 risultò indagato in un’indagine di frodi on-line e bancarotta fraudolenta per cui dovette scontare un periodo di arresti domiciliari.[30]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ DinamicaDischi Record Label, su discogs.com.
  2. ^ a b Brasil Confusion - Ain't No Sunshine, su Discogs. URL consultato il 25 marzo 2020.
  3. ^ Various - Tavolo Melega - House Flavours, su Discogs. URL consultato il 22 marzo 2020.
  4. ^ Jaywork Music Group S.r.l., su Discogs. URL consultato il 22 marzo 2020.
  5. ^ Tavolo Melega, su Discogs. URL consultato il 22 marzo 2020.
  6. ^ Level One S.R.L., su Discogs. URL consultato il 24 marzo 2020.
  7. ^ Crevit, una nuova moneta di scambio: cos'è e come funziona, su Panorama, 12 febbraio 2016. URL consultato il 22 marzo 2020.
  8. ^ Crevit: la vera storia di una «moneta complementare» particolare..., su nextQuotidiano, 21 ottobre 2014. URL consultato il 22 marzo 2020.
  9. ^ Redazione, Circuito EuroBexB: la moneta complementare che evita il denaro e torna al baratto, su Criticamente, 26 giugno 2014. URL consultato il 22 marzo 2020.
  10. ^ EuroCredito, un aiuto alle imprese, su L'Indro, 5 febbraio 2016. URL consultato il 22 marzo 2020.
  11. ^ Non chiamatelo baratto: è moneta complementare, su www.economymag.it. URL consultato il 22 marzo 2020.
  12. ^ (FR) La Tunisie se lance dans l’extraction du bioéthanol, su Kapitalis, 26 febbraio 2016. URL consultato il 22 marzo 2020.
  13. ^ Mato Grosso, su Discogs. URL consultato il 22 marzo 2020.
  14. ^ Dinamo* - Abbasso Te (Madama Dore'), su Discogs. URL consultato il 22 marzo 2020.
  15. ^ 2nd Way - I Wanna Be, su Discogs. URL consultato il 22 marzo 2020.
  16. ^ Tavolo Melega, su Discogs. URL consultato il 22 marzo 2020.
  17. ^ House Bros., su Discogs. URL consultato il 22 marzo 2020.
  18. ^ Ridillo - Weekend Al Funkafè, su Discogs. URL consultato il 24 marzo 2020.
  19. ^ Alberto Traversi Quartet - The Art Of Swing, su Discogs. URL consultato il 24 marzo 2020.
  20. ^ Robert Passera* - Easy Life, su Discogs. URL consultato il 24 marzo 2020.
  21. ^ Various - Filati Pregiati - Italian Bossanova Extravaganza, su Discogs. URL consultato il 25 marzo 2020.
  22. ^ Mario Più - Electronic Experience, su Discogs. URL consultato il 24 marzo 2020.
  23. ^ Various - Montecarlo Lounge, su Discogs. URL consultato il 25 marzo 2020.
  24. ^ DJ Aladino* - '90 Beats I Battiti Dance Degli Anni Novanta, su Discogs. URL consultato il 24 marzo 2020.
  25. ^ Various - Milano Cocktail Episode 1, su Discogs. URL consultato il 25 marzo 2020.
  26. ^ (EN) Matteo Civillini IrpiMedia, Italy Grants COVID-19 Public Contracts to Alleged Fraudsters, su www.occrp.org. URL consultato l'8 dicembre 2020.
  27. ^ Mascherine, Consip revoca il contratto con la Indaco Service, su lastampa.it, 8 aprile 2020. URL consultato l'8 dicembre 2020.
  28. ^ Report - S2020 - Giù la maschera - Video, su RaiPlay. URL consultato l'8 dicembre 2020.
  29. ^ marco melega - Archivio laprovinciapavese - la Provincia Pavese, su Archivio - la Provincia Pavese. URL consultato il 22 marzo 2020.
  30. ^ Truffe online, a Marco Melega concessi gli arresti domiciliari, su Cremonaoggi, 19 luglio 2019. URL consultato il 22 marzo 2020.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]