Marco Brusati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Marco Brusati (Codogno, 27 dicembre 1963) è uno scrittore italiano di ispirazione cattolica, Dal 1998 è direttore generale di Hope, struttura associativa nata su iniziativa del Servizio Nazionale per la Pastorale Giovanile della Conferenza Episcopale Italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato il 27 dicembre 1963 a Codogno (LO), dopo essersi diplomato presso Liceo Classico Pietro Verri di Lodi, si laurea in Scienze Politiche, indirizzo Politico-Sociale, presso l'Università degli Studi di Milano.

Nel 1993, a 29 anni, diventa direttore generale del Centro Europeo di Toscolano (CET), la scuola fondata da Mogol, incarico che ricopre per tre anni.

Dal 1998 è direttore generale di Hope, struttura associativa nata su iniziativa del Servizio Nazionale per la Pastorale Giovanile della Conferenza Episcopale Italiana, finalizzata alla formazione di artisti alleati delle agenzie educative, nonché della progettazione di eventi ecclesiali.

Dal 2000 al 2015 è stato direttore di Jubilmusic-Festival internazionale di Christian Music di San Remo, le cui edizioni sono state trasmesse da Rai Uno.

Ha un ruolo importante nella Giornata Mondiale della Gioventù 2000, organizzando l'evento 'Grande Incontragiovani di Tor Vergata', trasmesso da TV2000, ma soprattutto per la scrittura dell'inno ufficiale, che intitola Emmanuel ed è scritto insieme a Marco Mammoli, Mauro Labellarte, Massimo Versaci, arrangiato da Valter Vincenti e suonato da Giuseppe Barbera.

Coordina gli incontri ufficiali della Conferenza Episcopale Italiana anche in occasione delle Giornate Mondiali della Gioventù nel 2002 a Toronto, trasmesso da Rai Uno, poi nel 2005 a Colonia, trasmesso da TV2000, e infine #ImmaginaRio nel 2013 a Rio de Janeiro, trasmesso da Rai Uno e TV2000.

Dal 2011 è professore a contratto presso l’Università degli Studi di Firenze, nel Master “Pubblicità Istituzionale, Comunicazione Multimediale e Creazione di Eventi” (www.mastereventi.it).[1]

Nel 2012 cura l'Incontro Mondiale delle Famiglie con Papa Benedetto XVI, mentre nel 2013, nel 2014 e nel 2015 sarà la volta di diversi incontri speciali di Papa Francesco: con le Famiglie (Pellegrinaggio Mondiale delle Famiglie), i Fidanzati, il mondo della scuola, le società sportive (col CSI, Centro Sportivo Italiano), gli anziani e i nonni (presente anche Benedetto XVI), oltre all’incontro papale con i giovani a Torino per l’Ostensione della Sindone e il Bicentenario di don Bosco, eventi trasmessi nel mondo dal Centro Televisivo Vaticano e reti collegate.

Dal 2017, su mandato del Prefetto del Dicastero Vaticano per i Laici, la Famiglia e la Vita è incaricato di coordinare la Festa delle Famiglie con Papa Francesco in occasione dell’Incontro Mondiale delle Famiglie di Dublino 2018.

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Brusati M., Progettare un evento culturale, pubblicato nel volume Pubblicità istituzionale, Edizioni Dell'Orso, 2012.
  • Brusati M., L'intercultura nella progettazione degli eventi, pubblicato nel volume Aspetti comunicativi e interculturali nell'insegnamento delle lingue, Edizioni Dell'Orso, 2013.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]