Marco Bertoldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Marco Bertoldi (Lavarone, 27 gennaio 1911Trento, 13 gennaio 1999) è stato un pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Parte della via Crucis realizzata da Bertoldi nella chiesa di San Giovanni Battista sul Passo Vezzena (Levico Terme)

Marco Bertoldi nacque nella frazione Bertoldi di Lavarone da Attilio e Luigia Speranza. Dal 1933 al 1935 fu a Roma dove svolse il servizio militare, e nello stesso periodo frequentò l'Accademia Lipinsky[1]. Nel 1936 si diploma all'Accademia Cignaroli di Verona. Nel 1942 ottenne la cattedra di decorazione pittorica presso la Scuola d'Arte di Vigo di Fassa diretta da Bruno Colorio e nel 1954 venne trasferito a Trento all'Istituto d'Arte Alessandro Vittoria. Nel 1962 fu tra i fondatori della sezione trentina UCAI (Unione Cattolica degli Artisti Italiani).[2]

Intraprese la carriera artistica come decoratore di numerose chiese[3] ed edifici pubblici[4] in particolare nel Triveneto. Marco Bertoldi si dedicò anche alla pittura ad olio e all'incisione. Espose in numerose collezioni nazionali e internazionali[5].

Omaggi[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1992 la Galleria Civica di Arte Contemporanea di Trento gli dedicò una mostra antologica curata dal critico Fiorenzo Degasperi.[6] Nel 2011 in occasione del centenario della sua nascita, il Comune di Lavarone gli rese omaggio con una mostra antologica, "Lo stupore sereno della visione", curata da Mario Cossali.[7]

Opere di arte sacra[modifica | modifica wikitesto]

Dipinto murale sulla facciata della chiesa della Madonna del Buon Consiglio a Brusago (Bedollo)
San Nicola sopra il portale d'ingresso della chiesa di San Nicolò a Ville di Giovo

Alcune delle opere realizzate da Marco Bertoldi[8]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marco Bertoldi / a cura di Fiorenzo Degasperi Trento: Galleria civica di arte contemporanea, stampa 1992 pag.75
  2. ^ Massimo Parolini, «Il giardino fiorisce ancora», su ladigetto.it, L'Adigetto, 10 maggio 2013. URL consultato il 31 agosto 2020.
  3. ^ BeWeb, su beweb.chiesacattolica.it. URL consultato il 31 agosto 2020.
  4. ^ Gli artisti del passato, su comune.lavarone.tn.it, Comune di Lavarone. URL consultato il 31 agosto 2020.
  5. ^ Innsbruck, Ferdinandeum A I A Bertoldi Marco
  6. ^ Marco Bertoldi / a cura di Fiorenzo Degasperi Trento: Galleria civica di arte contemporanea, stampa 1992
  7. ^ Nello stupore sereno della visione Lavarone rende omaggio a Bertoldi, su giornaletrentino.it, 6 agosto 2011. URL consultato il 30 agosto 2020.
  8. ^ Elenco delle opere di Marco Bertoldi, su Beweb. URL consultato il 2 settembre 2020.
  9. ^ Ospedaletto: il santuario della Madonna della Rocchetta, su Ecomuseo della Valsugana. URL consultato il 2 settembre 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Trento arte oggi, Palazzo delle esposizioni, Roma, catalogo della mostra 1968
  • Marco Bertoldi, catalogo della mostra, G.Pacher, Galleria l'Incontro, Verona 1978
  • Marco Bertoldi, catalogo della mostra a cura di Remo Wolf, Galleria Fogolino, Trento 1984
  • Situazioni, Arte nel Trentino dal '45 - Ed: Mazzotta, 1988
  • Marco Bertoldi a cura di Fiorenzo Degasperi - Ed: Galleria civica di arte contemporanea, Trento, 1992
  • Maurizio Scudiero, Cirillo Grott, Arte tra i monti - Marco Bertoldi, Cirillo Grott, Guido Mattuzzi: tre grandi artisti conterranei del '900, catalogo della mostra omonima, Cassa Rurale di Folgaria, Folgaria 2000
  • Marco Bertoldi. Lo stupore sereno della visione, di Mario Cossali, Ed:Osiride, 2011- ISBN 8874981554
  • Arte Trentina del Novecento, 1900-1950, a cura di Maurizio Scudiero, Trento, 2003.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN256831199 · LCCN (ENno2012099209 · GND (DE1034444921