Marco Antonio Guarini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Marco Antonio Guarini, o Marcantonio Guarini (Ferrara, ... – ...), è stato uno storico e letterato italiano vissuto tra la fine del Seicento e l'inizio del Settecento, nipote di Battista Guarini e autore del Compendio Historico e dell'opera Famiglie illustri della città di Ferrara.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Marco Antonio Guarini: Famiglie illustri della città di Ferrara.
  • Marco Antonio Guarini: Compendio Historico, Vittorio Baldini, Ferrara, 1621.

Il Compendio Historico[modifica | modifica wikitesto]

Marco Antonio Guarini, Compendio Historico.

La sua opera principale è il Compendio Historico, detto completamente:

« Compendio Historico dell'Origine, Accrescimento, e Prerogative delle Chiese, e Luoghi Pij della Città, e Diocesi di Ferrara, E delle memorie di que' Personaggi di pregio che in esse son sepelliti: In cui incidentemente si fa menzione di Reliquie, Pitture, Sculture, ed altri ornamenti al decoro così di esse Chiese, come della Città appartenenti. Opera non meno curiosa che dilettevole Descritta per D. Marc' Antonio Guarini Ferrarese, Beneficiato nella Catedrale, A' Santi Giorgio e Maurelio Martiri Protettori della Città, ed al Commune di lei dedicata. »

(Marco Antonio Guarini)

Nella sua opera, il Guarini cita Ugo dei Pagani:

« Vogliono che fossero sepelliti alcuni soggetti di memoria degni, ed in particolare quel Ugo Pagani, il quale per quanto rifferisce Guglielmo Arcivescovo di Tiro diede principio insieme con altri all'ordine de' Cavallieri Templari. »

(Marco Antonio Guarini, Compendio Historico, p. 224)

E anche Raffaella Aleotti:

« Sì come sovra ogn'altra singolarissima, e senza pari è in toccar d'Organo Raffaella Aleotti detta l'Argenta, la quale è anco intendentissima della musica, e di lei si veggono alle stampre pubblicati diversi motetti, e madrigali riputati molto. »

(Marco Antonio Guarini, Compendio Historico, p. 376)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]