Marchi Armani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Giorgio Armani (azienda).

Il seguente è un elenco dei marchi facenti capo all'azienda italiana di abbigliamento Giorgio Armani.

Marchi[modifica | modifica wikitesto]

Al Gruppo Armani sono riconducibili 9 marchi principali, legati a varie branche del business, che diventeranno 7 nel 2017 con la soppressione di Armani Collezioni e Armani Jeans..

Giorgio Armani[modifica | modifica wikitesto]

Giorgio Armani logo.png

Giorgio Armani, noto anche come Black Label, è il brand core (o prima linea) della maison: fondata nel 1978, è caratterizzata da linee essenziali, monocromaticità e colori tenui; lo stesso stile viene riproposto dall'arredamento degli 81 negozi monobrand "Giorgio Armani". Sotto il marchio vengono distribuiti abiti, accessori, occhiali e fragranze.

Fragranze[modifica | modifica wikitesto]

Emporio Armani[modifica | modifica wikitesto]

Emporio Armani.png

Emporio Armani è la linea più giovanile e trendy della casa. Nata nel 1981, Emporio Armani comprende abiti prêt-à-porter, occhiali, accessori e fragranze. Fra i testimonial vi sono i coniugi Victoria e David Beckham. Con 171 negozi monomarca, e la distribuzione in centinaia di boutique multibrand in tutto il mondo, "Emporio Armani" è il marchio Armani più venduto nel mondo. L'azienda inoltre ha aderito alla campagna Product Red proprio attraverso la linea Emporio Armani.

Logo EA Red

Fragranze[modifica | modifica wikitesto]

  • Emporio Armani City glam
  • Emporio Armani Diamonds
  • Emporio Armani Get togheter
  • Emporio Armani Night
  • (Product) Red Fragrance

EA7[modifica | modifica wikitesto]

EA7 è il marchio Emporio Armani sotto cui vengono prodotti i capi sportivi; nata nel 2004 e ispirata al calciatore Andrij Ševčenko, all'epoca numero 7 del Milan,[1] la linea è specializzata in abbigliamento tecnico di elevatissima qualità per fitness, jogging, snowboard, tennis e nuoto, avvalendosi della collaborazione di aziende specializzate come Carrera, Safilo, Skullcandy e Burton. Oltre ad avere come testimonial il campione di nuoto Filippo Magnini, la EA7 sponsorizza dal 2007 un meeting di nuoto, la "EA7 Swimming Cup" e dal 2011 la squadra di pallacanestro meneghina Olimpia Milano, posseduta all'80% dal gruppo Armani, inoltre collabora con tre dei più noti centri sportivi di Milano: i club DownTown Diaz, DownTown Cavour e Skorpion. Dal 2012 EA7 è sponsor tecnico del CONI, e ha fornito le divise azzurre alle Olimpiadi estive di Londra 2012, a Sochi 2014 e a Rio de Janeiro 2016.

Armani Jeans[modifica | modifica wikitesto]

Armani Jeans.png

Armani Jeans, abbreviato talvolta in AJ, è la linea denim della azienda milanese, nata nel 1981. Sotto il marchio AJ vengono distribuiti prodotti più semplici e casual, meno costosi rispetto ad altre linee della casa, con uno stile diverso rispetto alla monocromaticità tipica delle altre linee. La linea viene venduta attraverso nove negozi monomarca, in alcuni negozi "Emporio Armani", e in svariati negozi sparsi per tutto il mondo, con particolare apprezzamento in Asia. Fra i più celebri testimonial del marchio si possono citare il calciatore Cristiano Ronaldo e l'attrice Megan Fox. Il marchio inoltre ha sponsorizzato dal 2008 al 2011 l'Olimpia Milano. Con comunicato stampa ufficiale del 2016, l'azienda annuncia la volontà di sopprimere la linea accorpandola a Emporio Armani

Armani Collezioni[modifica | modifica wikitesto]

Armani Collezioni.png

Armani Collezioni è la linea Armani nata nel 2000 dalla Giorgio Armani Le Collezioni. Dal costo più contenuto rispetto alle linee Giorgio Armani e Armani Privé, Armani Collezioni propone abiti dal taglio classico ed elegante. La linea è disponibile oltre che nei negozi monomarca, in boutique di alta moda come Harrods. Con comunicato stampa ufficiale del 2016, l'azienda annuncia la volontà di sopprimere la linea accorpandola a Emporio Armani.

A|X Armani Exchange[modifica | modifica wikitesto]

Armani Exchange.png

Armani Exchange o A|X è la linea fast fashion, e quindi più economica, del gruppo Armani. Il marchio, nato nel 1991, è stato gestito dal 2005 dalla Presidio Holdings Ltd., joint venture al 50% con la società Como Holdings Inc., che dal 1994 detiene la licenza di produzione e distribuzione del marchio. Dal 2015 Armani ne ha rilevato l'intero capitale. A|X è stato uno dei pionieri dell'e-commerce: nel 1995 nasce il sito ufficiale armaniexchange.com, che due anni dopo offrirà il servizio di acquisto on line. La collezione, dallo stile molto contemporaneo e urbano, offre abbigliamento, e in particolare t-shirt, polo, jeans e tute sportive, oltre ad orologi e occhiali. Il marchio ha avuto come modelli Liliane Ferrarezi, Roberta Martins, Alessandra Ambrosio, Izabel Goulart, Clint Mauro e Caleb Lane. A|X è distribuito in 82 negozi nel mondo e 8 outlet.

Nel 2008 Armani ha collaborato con il noto dj internazionale Tiësto nel "The Armani Exchange Presents Tiësto In Search of Sunrise Summer Tour '08", una collaborazione per sponsorizzare sia l'abbigliamento della linea A|X, sia la musica del dj.

Armani Casa[modifica | modifica wikitesto]

Armani casa.png

Armani Casa (ufficialmente Armani/Casa Interior Design Studio) è la divisione nata nel 2000 che si occupa di arredamento di lusso. Oltre a mobili, oggettistica, tessuti e illuminazione, la società offre anche un servizio di interior designer per progettare l'intero ambiente, curando progetti per privati e property developer in diversi paesi nel mondo. I prezzi sono piuttosto alti (la Poltrona Tchaikowski costa ad esempio 9.985 $). Il primo negozio venne aperto nel 2000 a Milano, oggi è presente in 45 paesi con 29 negozi monomarca e 38 punti vendita. Il fatturato si aggira attorno ai 40 milioni di euro nel 2011[2].

Immobili[modifica | modifica wikitesto]

  • Maçka Residences (2012, Istanbul): Complesso residenziale annunciato nel 2008 e completato nel maggio 2012, le Maçka Residences sono tre torri residenziali che sorgono su 7.300 mq nel quartiere Maçka, a Istanbul. Progettato dagli architetti turchi Sinan Kafadar e Tunca Mimarlik per conto della società immobiliare Astaş Holding/Bemes, i quali hanno scelto Armani Casa per il design degli interni. Il complesso presenta 70 unità abitative da 135 a 500 m² per appartamenti da una, due o tre camere da letto e dieci attici con balconi o terrazzi, ed è stato premiato come “Highly commended architecture multiple residence” per il 2011 dalla giuria degli International Property Awards, nella categoria dei centri residenziali con unità abitative[3].
  • Art Residence by Armani/Casa (2016, Chengdu): Il 19 dicembre 2013, Armani Casa e il gruppo cinese Mind Group annunciano la costruzione di un complesso residenziale di lusso nella città di Chengdu, Cina; il progetto consta di due torri gemelle alte 65 piani (222 m), con una piscina riscaldata a temperatura costante sul tetto a un'altezza di 210 metri. La fine dei lavori è annunciata per il 2016[4].
  • Residences by Armani/Casa (2016, Sunny Isles Beach): nel luglio 2014, la Armani Casa, in collaborazione con Dezer Development e The Related Group, annuncia il progetto di un palazzo residenziale di lusso e amenities situato al 18975 di Collins Avenue, nel comune di Sunny Isles Beach, nella contea di Miami. Il palazzo progettato dall'architetto César Pelli è un palazzo di 60 piani, con 260 unità abitative[5].

Armani Junior[modifica | modifica wikitesto]

Armani Junior.png

Armani Junior, o AJR, è la linea della casa Armani dedicata ad un target dai 3 mesi ai 16 anni. Il marchio è diviso in tre linee: Armani Baby (3-24 mesi), Armani Junior (2-8 anni) e Armani Teen (8-16 anni). I negozi monobrand Armani Junior sono solo sei, a Milano, Münster, Londra, Tokyo, EAU, e Madrid. Nel 2008 l'azienda è stata denunciata e censurata dall'associazione per la difesa dei minori spagnola con l'accusa di una campagna pubblicitaria troppo esplicita che incita al turismo sessuale[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Questione nuovo sponsor (e nuovo nome) [Archivio - Olimpia]
  2. ^ www.pambianconews.it, su pambianconews.com. URL consultato il 13 aprile 2012.
  3. ^ www.mackaresidences.com, su mackaresidences.com. URL consultato il 20 luglio 2014.
  4. ^ 10 gennaio 2013, su pambianconews.com.
  5. ^ www.design.pambianconews.com, su design.pambianconews.com. URL consultato il 20 luglio 2014. La fine dei lavori è annunciata per il 2016
  6. ^ In Spagna sotto accusa una campagna di Armani: incita al turismo sessuale - Visti da Lontano
Moda Portale Moda: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di moda