Marchesato (Calabria)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Marchesato Crotonese)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Marchesato
Vista di Altilia e dell'alto Marchesato dalla sommità del Monte Fuscaldo.
StatiBandiera dell'Italia Italia
RegioniBandiera della Calabria Calabria
TerritorioVedi sezione
CapoluogoCrotone
Lingueitaliano, calabrese, arbëreshë
Posizione geografica del Marchesato Crotonese

Il Marchesato è una regione storica e geografica della Calabria situata in provincia di Crotone.

I confini del Marchesato

[modifica | modifica wikitesto]
Provincia di Crotone

Originariamente con il termine Marchesato si denominava quella porzione di territorio compresa tra i fiumi Tacina e Neto avente come confine occidentale una linea ideale corrispondente al meridiano 16º50'E (poco più a ovest di Roccabernarda); tuttavia attualmente si è soliti includere anche la zona che va fino al torrente Lipuda o anche oltre fino a Crucoli[1].

Il Marchesato costituisce inoltre il territorio più ad est della Calabria, con estremità orientale il promontorio di Capo Colonna[2].

Proteso nel Mar Ionio, il Marchesato è caratterizzato sostanzialmente dalla presenta di rilievi collinari di modesta altitudine (in media alti 250 metri) e da alcune zone pianeggianti, soprattutto nei pressi delle foci dei fiumi Tacina, Neto e Lipuda.

Il litorale del Marchesato si può dividere in tre zone:

  • La costa che va dal confine settentrionale del Marchesato fino a Crotone è caratterizzata perlopiù da spiagge sabbiose, spesso ampie, e da un mare poco profondo e digradante con un fondo sabbioso.
  • La costa che va a sud di Crotone fino a Praialonga è caratterizzata da una costa più ripida e frastagliata spesso caratterizzata da scogliere a strapiombo sul mare, anche se non mancano alcune caratteristiche spiagge dislocate soprattutto tra un promontorio e un altro; il fondale marino è basso e digradante.
  • La costa che va da Praialonga fino alla foce del Tacina è nuovamente caratterizzata da un litorale perlopiù sabbioso; il fondale marino è basso e digradante.

Essendo vicino al mare, il Marchesato ha un clima più umido rispetto al resto della Calabria.

Luoghi di interesse

[modifica | modifica wikitesto]

Luoghi di interesse naturalistico

[modifica | modifica wikitesto]
Mappa schematica della riserva marina di Capo Rizzuto
La costa nei pressi di Capobianco
Il fiume Neto nei pressi di Santa Severina

Luoghi di interesse architettonico

[modifica | modifica wikitesto]
Il duomo di Crotone
Il castello di Crotone
Santa Severina
Facciata e campanile della Concattedrale di Sant'Anastasia a Santa Severina
Le Castella
La Torre Aragonese di Melissa

Luoghi di interesse archeologico

[modifica | modifica wikitesto]
Capo colonna
Le cave greche
  • Area archeologica di Capo Colonna: l’area comprende i resti del tempio greco di Hera Lacinia e degli edifici attigui ed è riconosciuto come monumento nazionale[6].
  • Krimisa: piccola città della Magna Grecia risalente probabilmente al VII secolo a.C. situata nell'area di Punta Alice, nel territorio comunale di Cirò Marina.
  • Cave greche di Le Castella: vennero create dagli antichi greci per l’estrazione di tufo e arenaria, usati a scopo edilizio, presenti in abbondanza nel Marchesato.
  1. ^ MARCHESATO in "Enciclopedia Italiana", su www.treccani.it. URL consultato il 6 giugno 2022.
  2. ^ Colonna, Capo nell'Enciclopedia Treccani, su www.treccani.it. URL consultato il 6 giugno 2022.
  3. ^ Elenco ufficiale delle aree protette (EUAP) 6º Aggiornamento approvato il 27 aprile 2010 e pubblicato nel Supplemento ordinario n. 115 alla Gazzetta Ufficiale n. 125 del 31 maggio 2010.
  4. ^ Pubblicato da geoitaliani, I diapiri salini di Zinga (KR), su geoitaliani.it. URL consultato il 6 giugno 2022.
  5. ^ I Calanchi del Marchesato: un paesaggio lunare, su instaruga.it. URL consultato il 7 giugno 2022.
  6. ^ Monumenti Nazionali - Tempio Era Lacinia - Crotone, su www.monumentinazionali.it. URL consultato il 7 giugno 2022.

Voci correlate

[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni

[modifica | modifica wikitesto]
  Portale Calabria: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Calabria