Marcelo Romero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marcelo Romero
Nazionalità Uruguay Uruguay
Altezza 181 cm
Peso 76 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex centrocampista)
Ritirato 2009 - calciatore
Carriera
Squadre di club1
1994-1996Defensor Sporting? (?)
1996-2001Peñarol84 (5)
2001-2007Málaga130 (5)
2007-2008Lucena15 (0)
2009Carolina RailHawks0 (0)
Nazionale
1995-2004 Uruguay Uruguay 25 (0)
Carriera da allenatore
2014-2016Málaga vice
2016-2017Málaga
Palmarès
Coppa America calcio.svg Copa América
Argento Paraguay 1999
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Clever Marcelo Romero Silva (Montevideo, 4 luglio 1976) è un allenatore di calcio ed ex calciatore uruguaiano con passaporto spagnolo.

Da calciatore ha partecipato alla Copa América 1997, alla Copa América 1999 e al campionato del mondo 2002 con la nazionale di calcio uruguaiana

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Calciatore[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera nel Defensor Sporting a 18 anni; trasferitosi al Peñarol, vi rimane dal 1997 al 2001, anno in cui viene acquistato dal Málaga CF, insieme al connazionale Darío Silva. Nel 2007 si è trasferito al Lucena, club delle divisioni inferiori spagnole, dal quale si è svincolato nel 2008. Dal 2009 va nelgliu Stati Uniti nella NASL a giocare per i Carolina RailHawks senza però scendere mai in campo per un infortunio.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Ha giocato 25 volte con la nazionale di calcio dell'Uruguay dal 1995 al 2004. Ha giocato due partite durante il campionato del mondo 2002, e ha preso parte all'infruttuosa campagna di qualificazione dell'Uruguay a Germania 2006.

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2014 al 2016 è viceallenatore del Málaga in Primera Division spagnola.

Il 23 dicembre 2016 viene promosso a primo allenatore in sostituzione di Juande Ramos per la seconda parte della stagione 2016-17, ma viene esonerato il 7 marzo 2017.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]