Marcello Torre

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Marcello Torre
Marcello-torre.jpg

Sindaco di Pagani
Durata mandato 7 agosto 1980 –
11 dicembre 1980

Dati generali
Partito politico Democrazia Cristiana

Marcello Torre (Pagani, 9 giugno 1932Pagani, 11 dicembre 1980) è stato un avvocato e politico italiano, ucciso dalla Camorra per ordine di Raffaele Cutolo[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Pagani (SA), diviene membro attivo della FUCI e di Azione Cattolica,[2] della quale è poi dirigente. Aderisce alle posizioni della Democrazia Cristiana e diventa delegato provinciale dei gruppi giovanili DC per la provincia di Salerno e in seguito consigliere nazionale. Come esponente democristiano promuove un convegno sulle contraddizioni della riforma agraria in seguito alla quale i contadini avevano ottenuto la terra ma non i mezzi per avviare le attività.[1]

Negli anni '50 e '60 si occupa di cronaca sportiva, scrivendo articoli su "Lo sportivo"; in seguito, diviene dirigente e poi presidente della Paganese Calcio 1926.[1] Torna alla politica, venendo eletto, con una lista civica, al comune di Pagani[1]: il 7 agosto 1980 è sindaco della sua città natale. Il 23 novembre dello stesso anno il paese è colpito dal terremoto in Irpinia e Torre si oppone apertamente alle infiltrazioni camorristiche nelle procedure di assegnazione degli appalti.

Viene assassinato l'11 dicembre 1980 da due killer che lo attendono fuori casa,[3] circondano l'auto guidata da un conoscente e sparano decine di colpi di lupara.

Le condanne per l'omicidio[modifica | modifica wikitesto]

Per l'omicidio la Corte di Assise di Appello di Salerno condanna all'ergastolo Raffaele Cutolo il 10 dicembre 2001, sentenza confermata dalla Corte di Cassazione il 4 giugno 2002. Cutolo è indicato come mandante del delitto mentre Francesco Petrosino è ritenuto l'esecutore materiale.[1] Rosetta Cutolo è invece stata assolta perché ritenuta dai giudici estranea ai fatti.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • L'11 dicembre del 2007 è stata consegnata alla famiglia la medaglia d'oro al valore civile conferita a Marcello Torre dal Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano.[4][5][6]
  • In sua memoria, è stato istituito, grazie alla famiglia, il Premio Marcello Torre,[1][7] assegnato a chi si distingue nell'impegno civile e nell'opera di denuncia della criminalità. La manifestazione si svolge ogni anno l'11 dicembre, giorno della sua morte, ed è giunta nel 2015 alla sua XXXV edizione. Dal 2005 insieme al premio si svolge il Concorso scolastico Marcello Torre, rivolto agli studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.
  • La figlia, Annamaria Torre, è vicepresidente del coordinamento campano Familiari vittime innocenti di criminalità.[8]
  • Marcello Torre è ricordato ogni anno il 21 marzo nella Giornata della Memoria e dell'Impegno di Libera, la rete di associazioni contro le mafie, che in questa data legge il lungo elenco dei nomi delle vittime di mafia.[9][10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f Marcello Torre (PDF), Ministero dell'interno. URL consultato il 5 aprile 2018 (archiviato il 5 aprile 2018).
  2. ^ Antonio Maria Mira, Testimoni della legalita'. Marcello Torre, il sindaco che disse no alla camorra, Avvenire, 11 dicembre 2010. URL consultato il 25 marzo 2018 (archiviato il 5 aprile 2018).
  3. ^ Marcello Torre - Politico, Libera, 2 dicembre 2016. URL consultato il 7 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 7 aprile 2018).
  4. ^ Agnese Moro, Un uomo così: Ricordando mio padre, Biblioteca Universale Rizzoli, ISBN 8858654404. URL consultato il 5 aprile 2018 (archiviato il 5 aprile 2018).
  5. ^ Tren'anni fa la camorra uccideva Marcello Torre, Sindaco di Pagani, Avviso Pubblico. La rete degli enti locali per la formazione civile contro le mafie, 11 dicembre 2010. URL consultato il 5 aprile 2018 (archiviato il 2 ottobre 2015).
  6. ^ Nando dalla Chiesa, Si chiama Falcone e combatte la camorra, il Fatto Quotidiano, 7 aprile 2013. URL consultato il 5 aprile 2018 (archiviato il 15 gennaio 2015).
  7. ^ Premio Marcello Torre, su memoriaeimpegno.it, 8 dicembre 2016. URL consultato il 5 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2018).
    «Marcello Torre, il Sindaco di Pagani assassinato brutalmente dalla camorra l'11 dicembre di 36 anni fa».
  8. ^ Angela Cappetta, Torre: «Usano la camorra soltanto per fare audience», Corriere del Mezzogiorno, 21 ottobre 2010. URL consultato il 5 aprile 2018 (archiviato il 5 aprile 2018).
  9. ^ Premio Marcello Torre, Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie. URL consultato il 5 aprile 2018 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2018).
  10. ^ LA RAI CON “LIBERA” NELLA GIORNATA DELLA MEMORIA E DELL'IMPEGNO, Ufficio stampa RAI, 21 marzo 2017. URL consultato il 5 aprile 2018 (archiviato il 5 aprile 2018).
  11. ^ Intitolata piazza a Marcello Torre, ANSA. URL consultato il 27 novembre 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1126147665856760670003 · LCCN (ENno2016124808 · GND (DE1116293862 · WorldCat Identities (ENlccn-no2016124808