Maratus volans

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Maratus volans
MalePeacockSpider.jpg
Maratus volans, maschio
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Arthropoda
Subphylum Chelicerata
Classe Arachnida
Ordine Araneae
Sottordine Araneomorphae
Superfamiglia Salticoidea
Famiglia Salticidae
Sottofamiglia Euophryinae
Tribù Saitini
Genere Maratus
Specie M. volans
Nomenclatura binomiale
Maratus volans
O. P.-Cambridge, 1874
il rituale di accoppiamento.

Maratus volans (O. P.-Cambridge, 1874) è una specie di ragno della Famiglia dei Salticidae, la più conosciuta tra quelli del genere Maratus.

La specie è caratterizzata da un complesso rituale di accoppiamento, dove i maschi compiendo una vera e propria danza davanti alla femmina, oltre a produrre particolare frinio, sollevano il terzo paio di zampe e le variopinte estensioni simili ad ali site sopra l'opistosoma. Tale comportamento, per la similarità con quello espresso dai pavoni, gli conferirono da parte dei ricercatori, così come a tutto il genere, il nome di ragno pavone (peacock spider).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

In entrambi i sessi la lunghezza del corpo raggiunge circa 5 mm; le femmine e gli immaturi mantengono una colorazione marrone, ma hanno modelli di colore per cui possono essere distinti dalle specie correlate.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Così come le altre sei specie note di questo genere tutte diffuse in Australia, questa è stata identificata nei territori del Queensland, del Nuovo Galles del Sud[1], del Victoria[2], del Territorio della Capitale Australiana, Australia Occidentale e Tasmania.[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The world spider catalog, Salticidae
  2. ^ NMBE 2017, Maratus volans.
  3. ^ Platnick 2009

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ferdinand Karsch, Diagnoses Attoidarum aliquot novarum Novae Hollandiae collectionis Musei Zoologici Berolinensis, Vol. 2, Mitteilungen der Münchener Entomologischen Verein, 1878, p. 22-32.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Artropodi Portale Artropodi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di artropodi