María de Villota

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
María de Villota Comba
María de Villota 02.jpg
Nazionalità Spagna Spagna
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Superleague Formula, Formula Palmer Audi, Euroseries 3000
 

María de Villota Comba (Madrid, 13 gennaio 1980Siviglia, 11 ottobre 2013) è stata una pilota automobilistica spagnola.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlia dell'ex pilota di Formula 1 Emilio de Villota e sorella di Emilio de Villota Jr., nel marzo 2012 era riuscita a diventare collaudatrice del team Marussia di Formula 1, ma un grave incidente subito durante un test sull'aerodromo di Duxford il 3 luglio 2012 aveva posto fine alla sua carriera, a causa della perdita dell'occhio destro[1].

È stata trovata senza vita l'11 ottobre 2013 in un albergo a Siviglia, dove avrebbe dovuto tenere una conferenza stampa. Il decesso è avvenuto per un problema cardiaco[2][3]. Dopo i funerali, la salma è stata cremata e le ceneri inumate nel cimitero di San Fernando, a Siviglia.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze spagnole[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'Oro dell'Ordine Reale del Merito Sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'Oro dell'Ordine Reale del Merito Sportivo
«A titolo postumo»
— Madrid, 29 ottobre 2013[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stefano Rifici, Maria De Villota ha perso l’occhio destro, in Motorionline.com, 4 luglio 2012. URL consultato l'11 ottobre 2013.
  2. ^ Trovata morta Maria De Villota. Alonso: "Una grande tristezza", in Gazzetta dello Sport, 11 ottobre 2013. URL consultato il 1º febbraio 2018.
  3. ^ (ES) Hallan el cuerpo sin vida de María de Villota en un hotel de Sevilla, in ABC, 11 ottobre 2013. URL consultato il 13 marzo 2014.
  4. ^ (ES) El emotivo homenaje de la infanta Elena a María de Villota, in El Confidencial, 29 ottobre 2013. URL consultato il 6 giugno 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN308698672 · ISNI (EN0000 0004 3432 6260