Manuele Comneno (porfirogenito)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Manuele Comneno (in lingua greca: Μανουήλ Κομνηνός, Manouēl Komnēnos; 1145 – ...) è stato un nobile bizantino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio dell'imperatore bizantino Andronico I Comneno (1183-1185), e della di lui prima moglie il cui nome non è noto, mentre incerto è anche l'anno di morte dello stesso Andronico.

Verso il 1180 Manuele sposò Rusudan, figlia di Giorgio III della Georgia. Egli così divenne cognato della regina Tamara di Georgia. Quando il padre fu deposto, nel settembre del 1185, ed ucciso, Manuele fu accecato. Egli potrebbe essere morto a seguito delle ferite riportate ma non si hanno notizie in merito, né si sa altro di lui dopo tale evento.

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Manuele e Rusudan ebbero due figli:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) C. Toumanoff, On the relationship between the founder of the Empire of Trebizond and the Georgian Queen Thamar in Speculum, vol. 15, 1940 pp. 299–312;
  • (EL) Varzos K., Ē genealogia tōn Komnēnōn, Salonicco, 1984