Manuel Turizo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Manuel Turizo
Manuel Turizo in 2020.jpg
Turizo nel 2020
NazionalitàColombia Colombia
GenerePop[1]
Urban[1]
Periodo di attività musicale2016 – in attività
EtichettaLa Industria Inc., Sony Latin
Album pubblicati2
Studio2
Sito ufficiale

Manuel Turizo Zapata, conosciuto come Manuel Turizo (Montería, 12 aprile 2000), è un cantante colombiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto a Montería, ha iniziato ad avvicinarsi al mondo musicale dall'età di 13 anni.[2] Ha intrapreso la carriera musicale nel 2016, salendo alla ribalta l'anno seguente grazie al singolo Una lady como tú, che è divenuta una hit poiché ha ottenuto la certificazione di diamante sia in Colombia che in Messico.[3][4] Il brano è contenuto nel primo album in studio ADN, messo in commercio il 23 agosto 2019 attraverso le etichette La Industria Inc. e la divisione latina della Sony Music, che ha raggiunto la 4ª posizione della classifica messicana,[5] dove è stato certificato doppio platino e oro dalla AMPROFON con oltre 150 000 unità vendute.[4] Anche il secondo disco Dopamina ha riscosso successo, esordendo all'8º posto nella graduatoria spagnola redatta dalla Productores de Música de España.[6]

Nell'ambito del Latin Grammy ha ottenuto una candidatura e ha trionfato come Miglior nuovo artista latino agli iHeartRadio Music Awards.[7][8]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

  • 2019 – ADN
  • 2021 – Dopamina

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2016 – Vámonos
  • 2016 – Baila conmigo
  • 2017 – Una lady como tú
  • 2017 – Déjate llevar (con Belinda, Snova e B-Case)
  • 2017 – Esperándote
  • 2018 – Culpables
  • 2018 – Ser un cantante
  • 2018 – Una vez más (con Noriel)
  • 2018 – Desconocidos (con Mau y Ricky e Camilo)
  • 2018 – Sola
  • 2018 – Déjalo (con Nacho)
  • 2018 – Dile la verdad (con Jowell & Randy)
  • 2019 – Esclavo de tus besos (con Ozuna)
  • 2019 – No te hagas la loca (con Noriel)
  • 2019 – En cero (con Yandel e Sebastián Yatra)
  • 2019 – Nada ha cambiado
  • 2019 – Caso perdido
  • 2020 – No encuentro palabras (con Abraham Mateo)
  • 2020 – Despacio (con Natti Natasha, Nicky Jam e Myke Towers)
  • 2020 – TBT (con Sebastián Yatra e Rauw Alejandro)
  • 2020 – No te vayas (Remix) (con Carlos Vives)
  • 2020 – Loco (Remix) (con Beéle, Farruko e Natti Natasha)
  • 2020 – Quiéreme mientras se pueda
  • 2020 – La presión (con Lalo Ebratt)
  • 2020 – Tanzen/Baile (con Edin)
  • 2020 – Provócame (Remix) (con Miky Woodz, Wisin, Justin Quiles e Lenny Tavárez)
  • 2020 – Quiéreme mientras se pueda (Remix) (con Miky Woodz e Jay Wheeler)
  • 2020 – +Linda (Remix) (con Dalex e Arcángel feat. De La Ghetto & Beéle)
  • 2020 – Será (con Llane)
  • 2020 – La nota (con Rauw Alejandro e Myke Towers)
  • 2020 – Pase lo que pase (Remix) (con Sael, Feid e Andy Rivera)
  • 2021 – Mala costumbre (con Wisin & Yandel)
  • 2021 – Ahora eh

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) 20 Latin Artists in Their 20s: Anitta, Camilo & More, su Billboard, 26 ottobre 2020. URL consultato il 25 aprile 2021.
  2. ^ (EN) Rebecca Schiller, Get to Know Colombian Singer Manuel Turizo, su Billboard, 20 febbraio 2018. URL consultato il 25 aprile 2021.
  3. ^ (EN) Suzette Fernandez, This Week in Latin Notas: Ricky Martin to Perform in Mexico, Lali's Tour Dates & More, su Billboard, 26 agosto 2019. URL consultato il 25 aprile 2021.
  4. ^ a b (ES) Certificaciones, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 25 aprile 2021. Digitare "Manuel Turizo" in "Artista".
  5. ^ (ES) Top Album - Del 30 de Agosto al 05 de Septiembre de 2019, Asociación Mexicana de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 25 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 20 settembre 2019).
  6. ^ (EN) Manuel Turizo - Dopamina, El Portal de Música. URL consultato il 25 aprile 2021.
  7. ^ (EN) Leila Cobo, Latin Grammys 2019 Winners: Complete List, su Billboard, 14 novembre 2019. URL consultato il 25 aprile 2021.
  8. ^ (EN) Denise Warner, Here Are All the Winners From the iHeartRadio Music Awards 2019, su Billboard, 14 marzo 2019. URL consultato il 25 aprile 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN7097153289918232770001 · ISNI (EN0000 0004 6757 261X · LCCN (ENno2018096384 · WorldCat Identities (ENlccn-no2018096384