Manuel Sanchís Hontiyuelo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Manuel Sanchís
Manuel Sanchís Hontiyuelo.jpg
Nazionalità Spagna Spagna
Altezza 177 cm
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Ritirato 2001
Carriera
Giovanili
1979-1983 Real Madrid
Squadre di club1
1983-1984Castilla10 (2)
1983-2001Real Madrid523 (33)
Nazionale
1984-1986 Spagna Spagna U-21 16 (0)
1986-1992 Spagna Spagna 48 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Manolo Sanchís Hontiyuelo (Madrid, 23 maggio 1965) è un ex calciatore spagnolo, di ruolo difensore.

Con 21 trofei vinti è il secondo calciatore più titolato con la maglia del Real Madrid dopo Francisco Gento (23)[1]. Con 710 partite e 40 gol in maglia blanca, vestita dal 1983 al 2001, è il terzo calciatore più presente nella storia del Real Madrid alle spalle di Raúl (741 presenze) e Iker Casillas (725).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Figlio dell'altrettanto conosciuto giocatore del Real Madrid degli anni sessanta e dei primi anni settanta, il valenciano Manuel Sanchís Martínez, crebbe nelle giovanili del Real Madrid, in cui entrò all'età di dodici anni. Passato al Castilla, la squadra riserve del club madrileno, nella stagione 1983-1984, esordì il 2 ottobre 1983 nella partita persa per 1-0 contro l'Algeciras, mentre il primo gol lo marcò il 19 novembre contro il Deportivo nella partita vinta per 2-0. Nel dicembre dello stesso anno guadagnò, grazie alle ottime prestazioni fornite, le prime convocazioni nella prima squadra. Collezionò solo un'altra presenza nelle file del Castilla (per un totale di dieci presenze nel campionato di Segunda División), poi fu integrato nella prima squadra in via definitiva.

Con la prima squadra del Real Madrid esordì il 4 dicembre 1983 in una partita vinta per 0-1 dai blancos contro il Real Murcia con un suo gol. Componente della cosiddetta Quinta del Buitre ("leva dell'avvoltoio", dal soprannome di Emilio Butragueño), fu l'unico della Quinta a giocare con il Real Madrid per tutta la carriera e l'unico della Quinta a vincere la Coppa dei Campioni con il club, per due volte, nel 1997-1998 e nel 1999-2000.

Conta 710 partite e 40 gol (523 partite e 33 gol in campionato) con la maglia del Real Madrid, in cui militò dal 1983 al 2001, anno in cui si ritirò dall'attività agonistica.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la nazionale spagnola Under-21 ha vinto l'europeo di categoria del 1986 battendo ai tiri di rigore l'Italia. Conta 48 presenze con la nazionale maggiore, con cui esordì il 12 novembre 1986 contro la Romania. Ha giocato il campionato d'Europa 1988 e il campionato del mondo 1990 e ha chiuso la carriera in nazionale nel marzo 1992. Ha realizzato il suo unico gol in nazionale il 14 ottobre 1987 allo Stadio Ramón Sánchez Pizjuán di Siviglia contro l'Austria, nella partita vinta per 2-0 e valida per le qualificazioni al campionato europeo di calcio 1988.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 1985-1986, 1986-1987, 1987-1988, 1988-1989, 1989-1990, 1994-1995, 1996-1997, 2000-2001
Real Madrid: 1988, 1989,[2] 1990, 1993, 1997
Real Madrid: 1988-1989, 1992-1993

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Real Madrid: 1984-1985, 1985-1986
Real Madrid: 1997-1998, 1999-2000
Real Madrid: 1998

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni giovanili[modifica | modifica wikitesto]

1986

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Mondiale per Club, Real Madrid-Al Ain 4-1: terzo trionfo di fila e record per i Blancos (La Gazzetta dello Sport), 22 dicembre 2018.
  2. ^ Vittoria automatica del trofeo avendo vinto sia la Primera División che la Coppa del Re.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]