Manolis Andronikos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
La ghirlanda e l'urna d'oro (decorato con il sole di Verghina a sedici raggi) dalla tomba attribuita a Filippo II. Ora nell'allestimento sotterraneo del Grande Tumulo di Vergina.

Manolis Andronikos (in greco: Μανώλης Ανδρόνικος; Bursa, 23 ottobre 1919Salonicco, 30 marzo 1992) è stato un archeologo greco.

La sua più grande scoperta fu il ritrovamento, l'8 novembre 1977 a Verghina, di una tomba, da lui attribuita a Filippo II di Macedonia, padre di Alessandro Magno, re di Macedonia[1].

Nel 1992 vinse il Premio Herder[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Manolēs Andronikos, The Finds from the Royal Tombs at Vergina, Oxford University Press, 1981, ISBN 978-0-85672-204-2. URL consultato l'8 febbraio 2018.
  2. ^ (DE) Osterreich-Bibliotheken, su oesterreich-bibliotheken.at. URL consultato l'8 febbraio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN66475748 · ISNI (EN0000 0001 2137 1992 · SBN IT\ICCU\MILV\117503 · LCCN (ENn80113101 · GND (DE118965980 · BNF (FRcb11985794t (data) · ULAN (EN500244314 · NLA (EN35988303 · BAV ADV11471085