Manfred Weber

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Manfred Weber
2019-01-14-Manfred Weber-hart aber fair-1366.jpg

Capogruppo del PPE al Parlamento Europeo
In carica
Inizio mandato 1º luglio 2014
Predecessore Joseph Daul

Dati generali
Partito politico Unione Cristiano Sociale
Tendenza politica Liberalismo conservatore
Europeismo

Manfred Weber (Niederhatzkofen, 14 luglio 1972) è un politico tedesco, membro del parlamento europeo per la Baviera con l'Unione Cristiano Sociale (CSU). È capogruppo del Partito Popolare Europeo, compagine di centro-destra che detiene la maggioranza relativa dei seggi nell'emiciclo. Siede nella commissione del Parlamento Europeo per le Libertà Civili, la Giustizia e gli Affari interni..

Il 5 settembre 2018 annuncia via Twitter la sua candidatura per la presidenza della Commissione Ue al posto del lussemburghese Jean Claude Juncker in vista delle elezioni europee del 2019. Ha l'appoggio di Angela Merkel.[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato in un piccolo paese della Baviera, Manfred Weber presta servizio militare a Neuburg an der Donau e quindi si laurea nel 1996 in ingegneria presso l'Università di Scienze Applicate di Monaco. Dopo aver completato gli studi, fonda due società operative nel campo della gestione ambientale e della qualità e della sicurezza sul lavoro.

Nel 2002 Weber è membro del consiglio regionale di Kelheim e del Landtag della Baviera. Nel 2003 subentra a Markus Söder nel ruolo di presidente della Junge Union bavarese. Nel 2004 è eletto al Parlamento europeo, entrando nella commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni. Nel 2008 prende il posto di Erwin Huber come presidente della CSU della Bassa Baviera, uno dei dieci distretti del partito.

Dopo la sua rielezione a Strasburgo nel 2009, diventa vicepresidente del PPE nel Parlamento Europeo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Weber (Ppe) si candida alla presidenza della Commissione Ue. Merkel: "Io lo sostengo", su repubblica.it, 5 settembre 2018. URL consultato il 6 settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN397144783031459086600 · GND (DE1115122568