Manchild

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Manchild
PaeseRegno Unito
Anno2002-2003
Formatoserie TV
Generecommedia
Stagioni2
Episodi15
Durata30 min
Lingua originaleinglese
Rapporto4:3
Crediti
IdeatoreNick Fisher
RegiaAudrey Cooke
SceneggiaturaRichard Stoneman
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
Casa di produzioneBritish Broadcasting Corporation (BBC)
Westdeutscher Rundfunk (WDR)
Prima visione
Prima TV originale
Dal19 febbraio 2002
Al15 April 2003
Rete televisivaBBC Two
Prima TV in italiano
Data27 ottobre 2004
Rete televisivaJimmy
Opere audiovisive correlate
RemakeManchild (2007, pilota prodotto negli USA (il progetto è poi stato annullato)

Manchild è una serie TV inglese targata BBC 2, creata da Nick Fisher e trasmessa nel Regno Unito dal 2002 al 2003. Composta da 15 episodi, 7 della prima stagione e 8 della seconda, è stata trasmessa in Italia su Jimmy a partire dal 2004. Non è attualmente in onda.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Professionalmente realizzati, sportivi e benestanti quattro amici cinquantenni si dedicano al divertimento. Definita come la risposta maschile a Sex and the City, Manchild ha per protagonisti Anthony Head nei panni di James, ricco divorziato che vive il sogno di ogni uomo single cinquantenne, almeno apparentemente; Nigel Havers nel ruolo di Terry, appassionato di moto anch'egli divorziato; Don Warrington nei panni di Patrick, scapolo a oltranza; Ray Burdis in quelli di Gary, l'unico ancora sposato del gruppo.

I quattro protagonisti sono impegnati nella disperata impresa di recuperare la propria adolescenza, decisi a non mollare proprio adesso che possono permettersi macchine e moto di lusso, locali di grido e vestiti costosi. Per provare a loro stessi e al mondo che ottengono ciò che vogliono s'impongono uno stile di vita goliardico con bellissime fidanzate al seguito, rigorosamente sotto i 25 anni. Manchild è una serie politicamente scorretta e irriverente, basata su una sceneggiatura estremamente curata e su un ritmo molto sostenuto.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]