Manchester City Women's Football Club

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manchester City Women's Football Club
Calcio Football pictogram.svg
Mancitystemma.png
Citizens; The Blues; City; Man City
Segni distintivi
Uniformi di gara
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Casa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Calzettoni
Trasferta
Colori sociali 600px flag White Blue HEX-FFFFFF HEX-000066 HEX-87B0D0.svg Celeste
Dati societari
Città Manchester
Nazione Inghilterra Inghilterra
Confederazione UEFA
Federazione Flag of England.svg FA
Campionato FA WSL 1
Fondazione 1988
Presidente Inghilterra Gavin Makel
Allenatore Inghilterra Nick Cushing
Stadio Academy Stadium
(7 000 [1] posti)
Sito web www.mcfc.co.uk/teams/women
Palmarès
Titoli nazionali 1 FA WSL 1
Trofei nazionali 1 FA Women's Super League Cup
Si invita a seguire il modello di voce

Il Manchester City Women's Football Club è una società calcistica inglese con sede nella città di Manchester. Milita nella FA WSL 1, la massima divisione del campionato inglese di calcio femminile. È affiliata al Manchester City Football Club[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il Manchester City Ladies Football Club fu fondato nel novembre 1988 da Neil Mather[3]. Giocò diverse partite amichevoli, la prima delle quali fu ad Oldham sul campo artificiale del Boundary Park dove vinse per 4-2[2][3]. Fu ammesso alla North West Women's League Division Two per la stagione successiva e vinse subito il campionato[2][3].

Militò nelle categorie inferiori fino alla stagione 2000-2001, quando vinse la Northern Combination Women's Football League e fu promosso in Premier League Northern Division, la seconda serie del campionato inglese di calcio femminile. Mantenne la categoria per undici stagioni consecutive, portandosi progressivamente verso le posizioni di vertice finché nella stagione 2011-2012 finì il campionato al primo posto. Fu promosso nella FA Women's Premier League National Division, che da un paio di stagioni era diventata la seconda serie del campionato inglese dopo la creazione della FA Women's Super League.

Nell'agosto 2012 venne ufficializzata l'affiliazione della società al Manchester City Football Club come parte di una ristrutturazione completa del club[2].

Nel 2014 con la creazione della FA Women's Super League 2 (FA WSL 2), la nuova seconda serie del campionato inglese, il Manchester City fece richiesta di ammissione alla Super League[4]. Il 26 aprile 2013 al Manchester City fu assegnato un posto nella FA WSL 1, la massima serie del campionato inglese[5]. Il Doncaster Rovers Belles, che era stato retrocesso in FA WSL 2, si appellò contro la retrocessione, ma il suo ricorso fu rigettato e fu confermata l'ammissione del Manchester City in FA WSL 1[6].

In vista della prima stagione in FA WSL 1, il Manchester City rinnovò completamente la squadra, ingaggiando giocatrici inglesi di alto livello ed emergenti, quali il portiere dell'Inghilterra Karen Bardsley[7], il 74 volte centrocampista della nazionale inglese Jill Scott[8] e Steph Houghton, nuovo capitano della squadra[9]. Il 24 gennaio 2014 la società fu rinominata Manchester City Women's Football Club[10]. La prima stagione in FA WSL 1 si concluse con un quinto posto e con la vittoria della FA Women's Super League Cup dopo aver sconfitto l'Arsenal in finale per 1-0.

Nella stagione 2015 il Manchester City restò in lotta per il titolo fino all'ultima giornata. Vinse l'ultima partita sul Notts County, ma la contemporanea vittoria del Chelsea permise alle londinesi di conquistare il titolo per la prima volta[11]. Il secondo posto in FA WSL 1 consentì al Manchester City la qualificazione per la prima volta nella sua storia alla UEFA Women's Champions League per la stagione 2016-2017[11]. Inoltre, nel corso della stagione 2015 il Manchester City ruppe il record di affluenza allo stadio per ben due volte: prima 2 102 spettatori il 13 luglio 2015[12] e poi 3 180 spettatori il 4 ottobre 2015[13].

Nella stagione 2016 il Manchester City ha vinto il campionato di FA WSL 1 per la prima volta e con una gara ancora da disputare, dopo aver sconfitto le campionesse in carica del Chelsea[14].

Cronistoria[modifica | modifica wikitesto]

Cronistoria del Manchester City Women's Football Club
  • 1988 - Fondazione del Manchester City Ladies Football Club
  • ...
  • 2000-2001 - 1º in Northern Combination Women's Football League. Promosso in Premier League Northern Division.
  • 2001-2002 - 10º in FA Women's Premier League Northern Division.
  • 2002-2003 - 8º in FA Women's Premier League Northern Division.
  • 2003-2004 - 7º in FA Women's Premier League Northern Division.
  • 2004-2005 - 10º in FA Women's Premier League Northern Division.
  • 2005-2006 - 11º in FA Women's Premier League Northern Division.
  • 2006-2007 - 10º in FA Women's Premier League Northern Division.
  • 2007-2008 - 7º in FA Women's Premier League Northern Division.
  • 2008-2009 - 3º in FA Women's Premier League Northern Division.
  • 2009-2010 - 4º in FA Women's Premier League Northern Division.
  • 2010-2011 - 4º in FA Women's Premier League Northern Division.
  • 2011-2012 - 1º in FA Women's Premier League Northern Division. Promosso in Premier League National Division.
  • 2012-2013 - 4º in FA Women's Premier League National Division.
  • 2014 - Ammessa alla FA WSL 1.
  • 2014 - Cambio di denominazione in Manchester City Women's Football Club.
  • 2014 - 5º in FA WSL 1.
Vince la FA Women's Super League Cup. (1º titolo)
  • 2015 - 2º in FA WSL 1.
  • 2016 - Campione d'Inghilterra. (1º titolo)

Calciatrici[modifica | modifica wikitesto]

Arrows-folder-categorize.svg Le voci sui singoli soggetti sono elencate nella Categoria:Calciatrici del Manchester City W.F.C.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2016
2014
2011-2012

Organico[modifica | modifica wikitesto]

Rosa 2016[modifica | modifica wikitesto]

Rosa aggiornata al 25 aprile 2016[15]

N. Ruolo Giocatore
1 Inghilterra P Karen Bardsley
2 Inghilterra D Lucy Bronze
3 Inghilterra D Demi Stokes
5 Scozia C Jennifer Beattie
6 Inghilterra D Steph Houghton
7 Svezia A Kosovare Asllani
8 Inghilterra C Jill Scott
9 Inghilterra A Toni Duggan
10 Stati Uniti C Daphne Corboz
N. Ruolo Giocatore
11 Inghilterra C Isobel Christiansen
12 Inghilterra A Georgia Stanway
16 Scozia A Jane Ross
17 Inghilterra A Nikita Parris
20 Irlanda D Megan Campbell
21 Inghilterra P Marie Hourihan
23 Inghilterra D Abbie McManus
24 Inghilterra C Keira Walsh

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 5 000 a sedere
  2. ^ a b c d (EN) About City Women, su www.mcfc.co.uk.
  3. ^ a b c (EN) Guest Blog: Neil Mather on the Original City Ladies, su www.mcfc.co.uk.
  4. ^ (EN) Man City join Women's Super League bidding process, su www.bbc.com.
  5. ^ (EN) FA selects clubs for WSL licences, su www.fawsl.com.
  6. ^ (EN) Doncaster Belles lose appeal over demotion from Women's Super League, su www.insideworldfootball.com.
  7. ^ (EN) Karen Bardsley: Manchester City Ladies sign England goalkeeper, su www.bbc.com.
  8. ^ (EN) Jill Scott: England midfielder joins Manchester City, su www.bbc.com.
  9. ^ (EN) Steph Houghton signs new contract with MCWFC, su www.mcfc.co.uk.
  10. ^ (EN) Manchester City Women's Football Club re-launched, su www.mcfc.co.uk.
  11. ^ a b (EN) WSL 1: Manchester City Women 2-1 Notts County Ladies, su www.bbc.com.
  12. ^ (EN) FA WSL breaks attendance records after England's World Cup heroics, su www.skysports.com.
  13. ^ (EN) Christiansen ecstatic with 'exceptional year', su www.manchestercity.fawsl.com.
  14. ^ (EN) WSL 1: Manchester City Women 2-0 Chelsea Ladies, su bbc.com, 25 settembre 2016. URL consultato il 25 settembre 2016.
  15. ^ (EN) Team, su www.mcfc.co.uk. URL consultato il 25 aprile 2016.