Malmantile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Malmantile
frazione
Malmantile – Veduta
Veduta da nord
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneCoat of arms of Tuscany.svg Toscana
Città metropolitanaProvincia di Firenze-Stemma.svg Firenze
ComuneLastra a Signa-Stemma.png Lastra a Signa
Territorio
Coordinate43°44′49.81″N 11°04′22.26″E / 43.74717°N 11.07285°E43.74717; 11.07285 (Malmantile)
Altitudine175 m s.l.m.
Abitanti1 127[1] (2020)
Altre informazioni
Cod. postale50050
Prefisso055
Fuso orarioUTC+1
Nome abitantimalmantilesi
Patronosanti Pietro e Paolo
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Malmantile
Malmantile

«Risiede Malmantil sovra un poggetto:
e chiunque verso lui volta le ciglia,
dice che i fondatori ebber concetto
di fabbricar l'ottava meraviglia.»

(Lorenzo Lippi, Il Malmatile racquistato, primo cantare, verso 64 e ss)

Malmantile è una frazione del comune italiano di Lastra a Signa, nella città metropolitana di Firenze, in Toscana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il piccolo borgo è sorto probabilmente come avamposto militare lungo la via tra Firenze e Pisa, sviluppatosi in seguito sede di un insediamento civile.

Il toponimo significa letteralmente "cattiva tovaglia", intesa come "cattiva accoglienza", e la sua origine è riportata nella Leggenda Aurea di Jacopo da Varagine come derivante da un episodio avvenuto nel IV secolo, all'epoca della visita a Firenze del vescovo di Milano sant'Ambrogio e del suo incontro con san Zanobi, vescovo di Firenze, nel punto ancora oggi segnato da un tabernacolo commemorativo. I due santi furono ospitati in un casolare della zona, ma la cattiva accoglienza fece maledire il casale che sarebbe sprofondato in un crepaccio.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Nella frazione sono stati ambientati il Malmantile racquistato di Lorenzo Lippi (1647), il dramma giocoso di Carlo Goldoni Il mercato di Malmantile (1757 circa) e il dramma giocoso La Celidora o Il governo del Malmantile, opera burlesca di Ardano Ascetti (conte Andrea Casotti)[3].

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Ogni anno vi si tiene tra maggio e giugno una festa medioevale all'interno delle mura del castello, organizzata dalla locale misericordia di Malmantile.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

La squadra di calcio locale è l'Associazione Sportiva Dilettantistica Malmantile, nata nel 1947.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://italia.indettaglio.it/ita/toscana/firenze_lastraasigna_malmantile.html
  2. ^ C. Cinelli, A. Mazzanti, G. Romagnoli, pp. 164-165.
  3. ^

    «Un budello effettivo è Malmantile,
    ove si contan sol tre case, e un forno,
    ...che più d'un corno
    ha sulle mura in segno delle botte,
    con cui fu preso colle mele cotte.»

    (La Celidora, Introduzione)
    e

    «una città piccina,
    tagliata di Bologna sul modello,
    sebbene ha un po' le mura rovinate,
    da che si fece alle ferraiolate.»

    (La Celidora, Giornata quinta, XLIV)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Torquato Guarducci, Guida illustrata della Val di Pesa, San Casciano in Val di Pesa, Stianti, 1904, ISBN non esistente.
  • Carlo Cinelli, Alessandra Mazzanti e Gioia Romagnoli, Tabernacoli e immagini sacre: Campi Bisenzio, Lastra a Signa, Signa, Signa, Banca di credito cooperativo, 1994, ISBN non esistente.
  • Torquato Guarducci, Guida illustrata della Val di Pesa, San Casciano in Val di Pesa, Stianti Editori, 1904.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Toscana