Malka (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Malka
Terek.png
Il Malka (Малка) all'estremità occidentale del bacino idrografico del Terek
StatoRussia Russia
Lunghezza210 km[1][2]
Portata media97,8 m³/s[2]
Bacino idrografico10 000 km²[1][2]
Altitudine sorgenteca. 2 400 m s.l.m.
Altitudine foceca. 160 m s.l.m.
NasceVersante settentrionale dell'Elbrus
43°26′30″N 44°16′18″E / 43.441667°N 44.271667°E43.441667; 44.271667
AffluentiBaksan
SfociaConfluisce nel Terek 20 km a est di Prochladnyj
43°43′51″N 44°16′18″E / 43.730833°N 44.271667°E43.730833; 44.271667

Il Malka (in russo Малка; noto anche come Balyksu, dal caraciai-balcaro Балыкъ суу, «acqua torbida») è un affluente di sinistra del Terek lungo 210 km che scorre nella repubblica ciscaucasica della Cabardino-Balcaria, in Russia.

Corso[modifica | modifica wikitesto]

Il Malka nasce circa 13 km a nord-est della vetta dell'Elbrus ad un'altitudine di circa 2400 m da una moltitudine di rami sorgentiferi che sgorgano dai ghiacciai del versante nord del massiccio montuoso ad altezze comprese tra 3000 e 3500 m. Scorre inizialmente attraverso una stretta valle rocciosa in direzione nord/nord-est, oltrepassa la cresta Skalisty («cresta rocciosa») del Grande Caucaso, svolta gradualmente verso est e raggiunge la pianura vicino al villaggio di Sarmakovo. Per un tratto di quasi 50 km, il corso medio del fiume - che altrimenti scorre sempre all'interno del territorio della Cabardino-Balcaria - segna il confine con il limitrofo territorio di Stavropol'. Confluisce infine nel Terek presso l'insediamento di Priterečnyj, circa 20 km a est della città di Prochladnyj. La confluenza si trova al confine con la vicina repubblica dell'Ossezia Settentrionale-Alania.

L'unico affluente di una qualche importanza, che confluisce da destra a Prochladnyj, è il Baksan, che alla confluenza è significativamente più ricco di acque rispetto allo stesso Malka (in media oltre cinque volte di più).[1] Degno di nota è il fiume Kura, che si diparte dal Malka sotto forma di biforcazione vicino al villaggio di Kuba (Cabardino-Balcaria) o di Stanica Marjinskaja (territorio di Stavropol') e dopo circa 150 km di percorso si perde nella regione arida tra il Terek e il Kuma («steppa dei Nogai»).

Idrologia[modifica | modifica wikitesto]

Il bacino idrografico del Malka copre una superficie di 10000 km². La portata media a 28 km dalla foce è di 97,8 m³/s, cui il Baksan, che confluisce poco a monte, contribuisce per l'85%. Il congelamento invernale è irregolare: nel suo corso inferiore, il Malka gela per un periodo variabile da tre giorni a due mesi.[1]

Uso e infrastrutture[modifica | modifica wikitesto]

Il Malka non è navigabile. Le acque del suo corso inferiore vengono utilizzate per irrigare i terreni agricoli. A tal fine, una quantità ulteriore di acqua viene fornita al Malka attraverso il canale Baksan-Malka; il Malka alimenta a sua volta, ad esempio, il canale Malka-Kura e il canale Lenin, che si unisce al canale Terek-Kuma più a est.

Il corso superiore e medio del Malka, particolarmente rapido, è una meta popolare tra i canoisti.

Nel villaggio di Malka, che porta il suo nome, il fiume è attraversato dall'autostrada M29, che va da Rostov sul Don al confine con l'Azerbaigian; la linea ferroviaria per Vladikavkaz ne attraversa il corso inferiore a Prochladnyj.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (RU) Malka in Grande enciclopedia sovietica, 1969-1978.
  2. ^ a b c (RU) Malka, su Registro statale delle acque della Federazione Russa.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Russia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Russia