Maledetti scarafaggi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oggy e i maledetti scarafaggi
serie TV d'animazione
Oggy e i maledetti scarafaggi.jpg
Titolo orig.Oggy et les Cafards
Lingua orig.Francese
PaeseFrancia
AutoreJean-Yves Raimbaud
RegiaOlivier Jean-Marie
SceneggiaturaJean-Yves Raimbaud
StudioGaumont (1998-2003), Xilam (1999-)
ReteNTV, France 3, Canal+ Family, TF1, Gulli, Canal J
1ª TV6 settembre 1998
Episodi501 (completa)
Durata ep.7 min
Rete it.Italia 1 (st.1-2), Hiro (st.3)
1ª TV it.17 settembre 2001
1º streaming it.Netflix (st.5)
Episodi it.501 (completa)
Durata it.21 min
Durata ep. it.7 min
Generecommedia

Maledetti scarafaggi (Oggy et les cafards), trasmessa successivamente col titolo Oggy e i maledetti scarafaggi, è una serie animata francese prodotta da Gaumont e successivamente da Xilam a partire dal 1998 per un totale di 495 episodi da 6 minuti e mezzo circa e da 6 special da 13 minuti. La serie è andata in onda per la prima volta in Francia su NTV dal 6 settembre 1998. In Italia le prime tre stagioni sono state trasmesse da Mediaset sulle reti Italia 1, Premium Play, Italia Teen Television, Hiro e Boing con il titolo Maledetti scarafaggi, mentre la quarta, le repliche della prima, seconda e terza, la sesta, la quinta e la settima stagione sono state trasmesse da K2 rispettivamente con i titoli Oggy e i maledetti scarafaggi per la prima e Oggy Forever per le successive. La serie, in Francia, Stati Uniti d'America e in Italia (quest'ultima grazie alla quarta stagione del 2012), ha avuto un incredibile successo, sia di ascolti che di pubblico e critica. La serie non ha dialoghi e i personaggi non parlano, ma comunicano attraverso sguardi, risate, pianti, urla, gesti, versi e fischi.

Il cartone, ispirato a Tom & Jerry, ha avuto un grandissimo impatto culturale e un ampio merchandising. Dalla serie sono stati fatti dei fumetti, un videogioco per mobile e un film omonimo.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Oggy è un gatto antropomorfo che vive nella città di AnimVille (ChaVille nell'episodio Termiteator), in Francia, in una casa infestata da tre scarafaggi dispettosi, Joey, Dee Dee e Marky (i cui nomi sono un omaggio ai componenti della punk rock band americana Ramones). I tre cercano spesso di depredare il frigorifero di Oggy, il quale con il suo amico Jack finisce puntualmente nei guai, a volte riuscendo anche ad avere la meglio sul malefico trio di insetti. Ogni tanto capita che, gatti e scarafaggi, si alleino per sconfiggere nemici comuni o per aiutarsi in casi imprevedibili.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Segmenti Episodi Prima TV Francia Prima TV Italia
Prima stagione 78 26 1999-2000 2001-2002
Seconda stagione 78 26 2000-2003 2002-2003
Terza stagione 39 13 2008 2009
Quarta stagione 74 26 2012-2013 2013-2014
Quinta stagione 76 26 2017 2017
Sesta stagione 78 26 2017-2018 2017
Settima stagione 78 26 2018-2019 2018

La prima e la seconda stagione sono disegnate da Jean-Yves Raimbaud mentre le stagioni successive sono disegnate da Olivier Jean-Marie. La prima, la seconda e la terza stagione sono in 4:3; le successive invece sono in 16:9. La sesta stagione è la prima della serie ad essere trasmessa prima in Italia rispetto in Francia.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Oggy - (st. 1-7) È un grasso e pacifico gatto azzurro con gli occhi verdi e vittima preferita dei tre dispettosi scarafaggi. Cerca in tutti i modi di cacciarli via con un acchiappamosche, ma fallisce sempre (tranne in alcuni episodi). Il suo passatempo preferito è guardare la TV e oziare. Ha dei genitori che non vivono più con lui ed è fidanzato con una graziosa gatta bianca di nome Olivia, che sposerà nell'ultimo episodio della quarta stagione Oggy si sposa. A differenza delle altre, la casa di Oggy ha il tetto blu che al tramonto cambia colore e diventa viola e di notte ritorna blu come prima. Oggy, nella prima e seconda stagione ha Jack come coinquilino; nella terza e la quarta vive da solo con gli scarafaggi. Ha una pupilla più grande e un'altra più piccola. Ha un Volkswagen Maggiolino arancione (in tedesco, e anche in altre lingue, questa automobile è chiamata "scarafaggio" rendendo più chiara la motivazione del perché ha questa vettura). Molte volte Oggy non deve fare solo i conti con gli scarafaggi, ma con strani oggetti o animali che si ritrova molto spesso fuori casa o nel suo giardino (alcuni di proprietà di Malvagia). I suoi capelli (le orecchie nere insieme al resto della testa) in alcune puntate si dimostrano un cappello\caschetto, indossa i guanti, il suo naso si può staccare e fare il rumore di una trombetta.
  • Jack - (st. 1-7) È un gatto verde oliva, cugino e migliore amico di Oggy, è fidanzato con Monika, la sorella del cugino. Anche lui è una vittima dei tre scarafaggi. Si arrabbia spesso con Oggy perché quest'ultimo non riesce a sbarazzarsene. Jack si sente più abile del cugino nel cacciare i tre insetti, ma anche lui fallisce. Dimostra anche di essere un pallone gonfiato e di avere grande manie di protagonismo. Un esempio di questa sua grande boria è nell'episodio Il dittatore, dove comincia a imporsi troppo nella casa di Oggy, comportandosi come se fosse solo lui il padrone di casa e del mondo, ma verrà sconfitto da Oggy e dagli scarafaggi alleatisi contro di lui, e verrà da questi condannato a distruggere le numerose statue che lo raffigurano. Contrariamente ad altri personaggi non ha una macchina ma un Monster Truck color verde chiaro con delle fiamme arancioni, bianche, rosse e gialle. Nell'episodio Novelli sposi si sposa con una cagnolina, ma gli scarafaggi riescono dopo molti tentativi a farlo divorziare. Come visto nell'episodio Guardiani del faro e nello speciale Oggy si sposa!, ha le vertigini, ha anche paura del buio e spesso picchia Oggy. Come Oggy, indossa i guanti e ha il naso che si può staccare e fare il suono di un clacson.
  • Joey - (st. 1-7) È il capo dei tre scarafaggi e nonostante sia il più basso, è il più grande per età. Ha la testa viola, il corpo viola chiaro o rosa, l'occhio sinistro giallo e il destro rosso (quindi è affetto da eterocromia fisica). Nato il 15 giugno 1991, è estremamente testardo. Spesso Dee-Dee e Marky lo prendono in giro: se la derisione è pesante o lo fanno senza motivo Joey interviene subito con uno schiaffetto. Nell'episodio La guerra dei bottoni, Oggy lo attira con una banconota, il che fa capire quanto sia attaccato al denaro. Ma, mentre cerca di prendere il denaro, vede Marky e Dee-Dee in un frullatore che chiedono aiuto, così, anche se con risultato nullo, fa dietro front e cerca di aiutarli. È un esemplare di scarafaggio Rosso.
  • Dee-Dee - (st. 1-7) È fisicamente il più grasso e lento dei tre scarafaggi ma anche il più forte. Ha la testa arancione, il corpo blu scuro o viola, gli occhi verdi e un appetito insaziabile. Quando si tratta di cibo non lo ferma nessuno soprattutto se si tratta di salsicce. Quando lui e Marky sono stufi degli ordini di Joey lo massacrano insieme, cosa che succede più frequentemente nella quarta stagione, anche se poi Joey continua ad avere il controllo. È un esemplare di scarafaggio fischiante del Madagascar.
  • Marky - (st. 1-7) È Il più alto dei tre scarafaggi e, a differenza degli altri due, ha le antenne attorcigliate e la bocca più larga della testa. È uno scarafaggio con la testa verde, il corpo grigio e gli occhi rossi. È il più veloce tra i tre. A differenza degli altri scarafaggi lui è più leale come membro ma anche il meno indipendente perché di solito sono gli altri due che prendono le decisioni su come effettivamente formulare piani. Nella quarta stagione si fa condizionare da Dee Dee quando quest’ultimo trova i piani di Joey strani. Nell'episodio Gelosia, si intravede un muro con le foto di tutte le donne da lui conquistate, cosa che fa intendere che sia un donnaiolo nonostante abbia già fatto colpo sull'ex fidanzata di Oggy. Nell'episodio La guerra dei bottoni si scopre che ama la disco music, poiché la trappola di Oggy per attirarlo è una mini-discoteca. In alcuni episodi gli piace anche suonare la chitarra o il tamburo. È anche molto sportivo, gli piace per esempio andare sullo skate o sulla tavola da surf come rivelato in alcuni episodi della terza e quarta stagione. È uno scarafaggio comune.
  • Bob - (st. 1-7) È un grosso, burbero e prepotente bulldog marrone con un collare a punte attorno al collo, vicino di casa di Oggy. Dato che non sopporta i gatti, se vede Oggy e Jack in casa sua o nel suo giardino, o magari combinano disastri che lo coinvolgono diventa molto aggressivo e li malmena in pochissimo tempo ma in certi casi si rivela un loro amico. Come Oggy e Jack, è spesso vittima dei tre scarafaggi e come Jack ha molta paura del buio. Spesso prende in giro Oggy e lo deride, e in alcuni casi lo fa anche con Jack. Ha un'auto simile a quella di Oggy (anche se nell'episodio Sport d'acqua ha una Smart Fortwo fucsia). Fa la sua prima apparizione nell'episodio Il biglietto della lotteria. In alcuni episodi si presenta come un cane da guardia ed ha anche una sua controparte umana.
  • Olivia - (st. 4-7) È una gatta bianca con un fiocco giallo in testa. È la fidanzata di Oggy e appare per la prima volta nella quarta stagione. È l'unica ad amare i tre scarafaggi ed è molto protettiva verso di loro (anche se a volte pure lei cerca di schiacciarli), soprattutto verso Joey, il quale, anche se si rifiuta di ammetterlo, si è molto affezionato a lei. Diventa la moglie di Oggy nell'episodio Oggy si sposa. A differenza delle altre, la casa di Olivia ha il tetto color magenta e vari fiori alle finestre. Per lei l'aspetto fisico è molto importante infatti nell'episodio La guerra dei bottoni le appare un brufolo in testa, cade in depressione e viene derisa da Bob. Ha un'auto gialla simile a quella di Oggy. Ha una nemica, Lady K.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

  • Monika - (st. 1-3, guest 7) È la sorella gemella di Oggy. Ha due trecce bionde e indossa dei pattini. È anche la fidanzata di Jack.
  • Lady K - (st. 4) Scarafaggio femmina di colore giallo, è la nemesi di Olivia. Joey, Dee-Dee e Marky sono innamorati di lei. A causa del suo poco successo, viene tolta a partire dalla quinta stagione, anche se in un episodio di quest’ultima appare come cameo in un sogno di Joey dove i due replicano la famosa scena del Titanic su una zattera.
  • Malvagia - (st. 1-6) Una strega amica di Oggy. Molte volte i suoi oggetti magici finiscono nel giardino del gatto e la maggior parte delle volte sono gli scarafaggi stessi a usarli per primi, per esempio nella terza stagione un binocolo magico cade ai piedi di Oggy e Joey e quest’ultimo lo usa per rimpicciolire i gatti e ingrandire lui stesso e i suoi compagni. La strega stessa però riesce a vendicarsi appena scopre che manca uno dei suoi oggetti ripristinando l’ordine.
  • Pit - (st. 6) Un grosso pitbull grigio nonché arcinemico di Bob. I due si danno spesso battaglia alla prima occasione che capita.
  • Oppy e Ocilia - (st. 4, guest 7) I genitori di Oggy. Oppy somiglia molto a suo figlio a parte per i baffi, il pelo più scuro e gli occhi storti mentre Ocilia ricorda molto Olivia.

Trasmissione[modifica | modifica wikitesto]

La serie è andata in onda per la prima volta in Francia su TF1 dal 6 settembre 1998, con passaggi anche su France 3 e Canal+ Family. Negli Stati Uniti, il cartone è stato trasmesso su Fox Kids (Jetix dal 2005 in poi) a partire dal 28 novembre 1998 che poi è ritornata nel 2014 sul canale Discovery Family.

In Italia i diritti delle prime tre stagioni sono stati acquistati da Mediaset e sono state trasmesse con il titolo Maledetti scarafaggi. Le prime due stagioni sono andate in onda su Italia 1 rispettivamente dal 17 settembre 2001 e nel 2002 nei contenitori Ciao Ciao e Bim Bum Bam in puntate da 22 minuti, raggruppanti tre episodi ciascuna, salvo essere successivamente replicate in seguito seguendo lo stile originale. Tali due stagioni sono state replicate anche da Italia Teen Television e Hiro, sul servizio a pagamento Premium Play e anche dalle reti Boing e Boomerang. La terza stagione è stata invece trasmessa dal 22 luglio 2009 su Hiro, per poi essere replicata parzialmente su Italia 1 fra il 2011 e il 2012. I diritti della quarta stagione sono stati invece acquistati da Discovery Italia e dal 30 giugno al 16 luglio 2013 è stata trasmessa su K2 con il titolo Oggy e i maledetti scarafaggi e replicata su Dea Kids. Anche nell'edizione di K2 gli episodi sono stati raggruppati in puntate da 22 minuti circa.

Da gennaio 2015 i diritti della prima e seconda stagione vengono acquistati da Discovery Italia e vengono trasmessi da K2 e Frisbee con il titolo Oggy e i maledetti scarafaggi e con la sigla e i titoli originali. A giugno 2015 vengono trasmessi anche gli episodi della terza stagione sempre col titolo Oggy e i maledetti scarafaggi e con la sigla e i titoli originali.

Da gennaio 2017 su K2 va in onda la ritrasmissione della terza stagione con il titolo di "Oggy Forever", che contiene alcune modifiche rispetto alla prima trasmissione. Dal 16 maggio 2017 va in onda sempre su K2 la sesta stagione della serie ancora con il titolo Oggy Forever che contiene remake della prima e seconda stagione della serie. Sono trasmesse inoltre l'11 luglio 2017 su K2 la 1ª, 2ª e 4ª puntata della 5ª stagione col titolo Oggy Forever in uno speciale chiamato Oggy a spasso nel tempo, con gli episodi ambientati in diverse epoche della storia. Dal 9 ottobre sono andati in onda gli episodi inediti e dal 19 marzo 2018 gli episodi della settima stagione inedita.

Sigle[modifica | modifica wikitesto]

Nell'edizione originale è presente una sigla di 40 secondi con in sottofondo un tema strumentale ideato da Hugues Le Bars, mentre nella versione italiana sono stati usati due temi differenti per le prime tre stagioni trasmesse da Mediaset su Italia 1, Hiro, Italia Teen Television, Premium Play, Boing e Boomerang: è stato utilizzato il brano Maledetti scarafaggi, scritto da Alessandra Valeri Manera, arrangiato da Max Longhi e Giorgio Vanni ed interpretato da quest'ultimo (con interventi parlati di Pietro Ubaldi). Tra tutte le sigle delle serie trasmesse dalle reti Mediaset, Maledetti scarafaggi ha la videosigla più breve, con una durata 33 secondi contro i circa due minuti della maggioranza delle serie trasmesse nello stesso periodo. Per le repliche parziali di Italia 1 della terza stagione e la quarta stagione, trasmessa invece su K2 e Frisbee, è stata utilizzata la sigla originale, come accaduto in seguito per la riproposizione delle prime tre stagioni una volta acquistate da Discovery Italia. Nella 5ª stagione, i personaggi nella sigla sono vestiti secondo varie epoche, in quella della 6ª stagione sono vestiti in stile "celebrità del cinema", e in quella della 7ª stagione secondo paesi del mondo. La sigla della ritrasmissione della 3ª stagione (Oggy Forever) è la stessa delle altre stagioni ma con alcune modifiche.

Media derivati[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

Un album intitolato Oggy et les Cafards: Le Show du Chat è stato pubblicato in Francia[1] in versione CD e DVD il 6 settembre 2010.[2]

Oggy et les Cafards: Le Show du Chat (2010, Sony Music Entertainment)

  1. Générique Oggy et les Cafards – 0:39
  2. Gaga des Gags d'Oggy – 2:48
  3. Interlude « Le Réveil d'Oggy » – 0:19
  4. Matez le Matou – 2:19
  5. Interlude « Un Chat Bien Botté » – 0:21
  6. Love Cats – 3:20
  7. Interlude « Jack, un Ami qui vous Veut du Bien » – 0:22
  8. Jack le Pote – 2:11
  9. Interlude « Cafard-naüm » – 0:19
  10. Oggy Rossini – 3:45
  11. Interlude « Le Chat Volant » – 0:20
  12. Dans l'Œil du Chat – 4:58
  13. Interlude « Cat's Woman » – 0:20
  14. Pussycat – 3:31
  15. Interlude « Blues Cat » – 0:24
  16. Oggy le Chat Chou – 1:53
  17. Interlude « Cafards à la Playa » – 0:52
  18. Le Ragga d'Oggy – 2:54
  19. Générique Oggy et les Cafards – 0:42
  20. Oggy Never Falls in Love (Bonus in dematerialised version) – 3:36

Fumetti[modifica | modifica wikitesto]

Un adattamento a serie a fumetti francese è stata scritta da Diego Aranega e disegnata da Frévin (Sylvain Frécon). La serie è stata pubblicata dal 2010 da Dargaud.[3]

  • Plouf, prouf, vrooo! (16 aprile 2010)
  • Crac, boum, miaouuuuu! (5 novembre 2010)
  • Bip...bip...bip... (23 settembre 2011)

Rivista[modifica | modifica wikitesto]

Una rivista dedicata alla serie e intitolata Oggy et les Cafards, le mag (lett. Oggy e i maledetti scarafaggi, Magazine) è stata pubblicata in Francia nel 2009 per due soli numeri[4], succeduti da un terzo nel 2011.

  • n. 1: 11 luglio 2009
  • n. 2: 21 ottobre 2009[5]
  • n. 3:[6] 14 gennaio 2011[7]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Un videogioco per Android e App Store francese dedicato alla serie e intitolato semplicemente Oggy è stato pubblicato sui relativi store l'11 luglio 2013. Dal 2017 il videogioco è disponibile anche nell'App Store italiano.

Film[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Oggy e i maledetti scarafaggi - Il film.

Un film d'animazione intitolato Oggy e i maledetti scarafaggi - Il film è stato prodotto da Xilam e France 3 Cinéma sotto la regia di Olivier Jean-Marie e distribuito nelle sale cinematografiche francesi da BAC Films a partire dal 7 agosto 2013.[8] In Italia il film è stato trasmesso il 27 settembre 2014 su K2. Il film narra un'avventura di Oggy e dei tre scarafaggi ripercorrendo spunto dall'evoluzione umana, ovvero dalla preistoria fino al futuro.[9][10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) Jeansanteuil, Oggy et ses cafards, le dessin animé culte enfin en cd et dvd!, su archives-lepost.huffingtonpost.fr, Le Post, 29 dicembre 2010. URL consultato il 23 agosto 2014 (archiviato dall'url originale l'8 novembre 2012).
  2. ^ (FR) Nouveau en DVD et CD : Oggy et les cafards!, su feminactu.com, Fémin Actu, 15 luglio 2010. URL consultato il 23 agosto 2014.
  3. ^ (FR) Oggy and the Cockroaches in comics, su dargaud.com, Dargaud. URL consultato il 23 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 18 agosto 2014).
  4. ^ (FR) NoOok - L'Atelier graphique des éditeurs, su noook.fr. URL consultato il 23 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2012).
  5. ^ (FR) 1 - Magazine Oggy et les Cafards en commande sur ZePresse.fr, su zepresse.fr. URL consultato il 23 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 13 febbraio 2013).
  6. ^ (FR) Picture of the n°1 of 2011 of the magazine Oggy et les Cafards, le mag, su sc.turbopige.com. URL consultato il 23 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 28 novembre 2012).
  7. ^ (FR) 2 - Magazine Oggy et les Cafards en commande sur ZePresse.fr, su zepresse.fr. URL consultato il 23 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 17 febbraio 2013).
  8. ^ (FR) Oggy et les cafards - film 2013 - AlloCiné, su allocine.fr, AlloCiné. URL consultato il 23 agosto 2014.
  9. ^ (EN) OGGY AND THE COCKROACHES, THE MOVIE, su xilam.com, Xilam. URL consultato il 23 agosto 2014 (archiviato dall'url originale il 2 agosto 2014).
  10. ^ (EN) OGGY AND THE COCKROACHES, su movieinsider.com, MovieInsider. URL consultato il 23 agosto 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]