Maha Shivaratri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Statua di Lord Shiva-Mahadev al tempio Nageshwar nelle vicinanzze di Dwarka.

Maha Shivaratri è una festività indù celebrata ogni anno in segno di riverenza nei confronti del dio Shiva. È il giorno in cui Shiva è stato sposato alla Dea Parvati. Il festival, anche popolarmente conosciuta come 'Shivaratri' (scritto come Sivaratri, Shivaratri , Sivarathri e Shivarathri) o 'grande notte di Shiva', segna la convergenza del dio maschile con la sua paredra Shakti.

Un sadhu nel Tempio di Pashupatinath durante Shivaratri

Maha Shivaratri si celebra nel "Krishna Paksha Chaturdashi" o mese indù mese di Maagha come dal calcolo mensile di Amavasya-luna nova. Come per il calcolo mese Poornima, la giornata è quella di Krishna Paksha Chaturdashi del mese hindù Falgum che cade in febbraio o marzo secondo il calendario gregoriano. Dei dodici Shivaratris annuali, il Maha Shivaratri è quello di maggior rilevanza[1].

Il festival è principalmente celebrato da offerte di "Bael" (la pianta Egle marmelos) lasciate a Shiva, con tutta la giornata trascorso nel digiuno e da una nottata di veglia (detta Jagaran). Per tutto il giorno, i devoti cantano "Om Namah Shivaya", il sacro mantra di Shiva. Una gran varietà di penitenze vengono effettuate al fine di ottenere doni nella pratica dello yoga e della dhyāna-meditazione, al fine di raggiungere il sommo bene della vita costantemente e rapidamente.

In questo giorno, le posizioni dei pianeti nell'atto nell'emisfero settentrionale fanno da catalizzatori potenti per aiutare una persona a rialzare la propria energia spirituale più facilmente. I vantaggi di potenti antichissimi mantra in lingua sanscrita, come il "Maha Mantra Mrityunjaya" aumentano notevolmente il loro potere in questa notte[2].

In Nepal, milioni di indù frequentano Shivaratri insieme provenendo da diverse parti del mondo, al famoso tempio di Pashupatinath. Migliaia di devoti frequentano anche Mahasivaratri al famoso "Shiva Shakti Peetham" del Nepal.

Nelle comunità indo-caraibiche presenti in tutte le Indie occidentali, migliaia di indù passano la notte di buon auspicio in oltre 400 templi in tutti i paesi i quali offrono speciali saloni a dedicare al culto di Shiva[3].

In India vengono organizzate processioni che partono da molti templi di Shiva portando in giro statue del dio su carri riccamente decorati[4].

Nel corso di Maha Shivaratri, il Nishita Kala è il momento ideale per osservare Shiva Puja. Nishita Kala celebra quando Lord Shiva apparve sulla Terra sotto forma di Linga. In questo giorno, in tutti i templi di Shiva, viene eseguito la propiziatoria "Lingodbhava Puja".

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ShivShankar.in, Maha Shivaratri, su Maha Shivaratri, ShivShankar.in.
  2. ^ ShivShankar.in, Maha Shivaratri, su Maha Shivaratri.
  3. ^ Grand Shivaratri Carnival celebrated in Trinidad and Tobago [collegamento interrotto], su IANS, news.biharprabha.com. URL consultato il 1º marzo 2014.
  4. ^ Pujas, processions marks Mahashivaratri celebrations

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Induismo Portale Induismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di induismo