Maguy Marin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Maguy Marin (Tolosa, 2 giugno 1951) è una coreografa e ballerina francese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Maguy Marin (seconda da sinistra) danza BiT al Théâtre des Abbesses

Nata a Tolosa da madre madrilena e da padre andaluso, emigrati e rifugiati in Francia per sfuggire al regime di Francisco Franco, comincia gli studi a otto anni al Conservatorio di Tolosa. A 16 anni si trasferisce al Conservatoire de Paris, dove segue le lezioni di Nina Vyroubova. Negli anni tra il 1968 ed il 1972 è membro del balletto dell'Opéra de Strasbourg, danzando in produzioni di balletto come Il Lago dei Cigni e Giselle.

Nel 1972 Maguy Marin approda a Mudrā, scuola e residenza coreografica creata dal celebre Maurice Béjart a Brussels, e prenderà parte alla formazione del gruppo "Chandra", interno alla scuola e diretto da Micha van Hoecke. Dal 1974 al 1977 diventa membro della compagnia di Maurice Béjart, Les ballet du XXe siécle, interpretando le coreografie di repertorio e le nuove creazioni, e partecipando già in veste di coreografa per la creazione Yu-Ku-Ri, creata per la compagnia nel 1976. Non mancheranno nella sua carriera collaborazioni celebri, come quella con Carolyn Carlson in veste di danzatrice. Negli anni successivi accadranno molte cose: la prima di Babel Babel, una stagione nel Théâtre des Champs-Élysées e una commissione dal gruppo di ricerca coreografica dell'Opéra di Parigi (Groupe de Recherche Chorégraphique de l'Opéra de Paris), nonché un premio nazionale per la coreografia direttamente assegnato dal ministro francese della cultura.[senza fonte]

Nel 1978 Maguy Marin è ancora a Brussels con una collaborazione con Daniel Ambash, con il quale fonda la "Compagnie Maguy Marin" (1984). In questo stesso anno ottiene un premio al Concours chorégraphique international de Bagnolet. Il suo stile è considerato da molti critici di danza un omologo francese del Tanztheater[senza fonte] (sviluppato in Germania principalmente dalla coreografa Pina Bausch), che incorpora nella creazione coreografica anche degli elementi teatrali, e che richiede ai danzatori anche delle capacità attoriali. Maguy Marin è la maggiore rappresentante della nouvelle danse française[senza fonte], soprattutto dopo la creazione di May B, una performance ispirata a Samuel Beckett ed entrata ormai nel mito, che ha visto la luce nel 1981.

Nel 1985 crea una coreografia sulla musica di Sergej Prokofiev per Cinderella, danzata per la sua prima rappresentazione, dalla compagnia dell'Opéra di Lione. La prima statunitense di questo spettacolo, a New York nel 1997, fu un tale successo che subito dopo la compagnia portò Cinderella in tutti gli Stati Uniti.[senza fonte]

L'anno seguente fu nominata Cavaliere dell'ordine delle arti e della letteratura.[senza fonte]

La Compagnie Maguy Marin comincerà con una residenza alla Maison de la Culture de Créteil, spostandosi poi per un breve periodo al Centre Chorégraphique de Créteil, per arrivare infine, nel 1998, nella nuova residenza al Centre Chorégraphique National de Rillieux-la-Pape, appena fuori Lione, dove tutt'oggi si trova. La Compagnie Maguy Marin esporta la cultura europea e francese, con tournée che toccano davvero tutto il mondo, dal sud America agli Stati Uniti, Giappone, Nuova Zelanda.

Pur continuando a creare per la sua compagnia, Maguy Marin ha lavorato come coreografa anche per altre compagnie, quali il Dutch National Ballet e il Nederlands Dans Theater 3, con opere quali Ay Dios creato per due étoiles del Balletto dell'Opéra di Parigi e Coppelia per l'Opéra Ballet de Lyon (dove è stata coreografa residente dal 1992 al 1994). Le sue coreografie sono state riprese anche da altre compagnie, tra le quali figura anche la compagnia italiana del Teatro alla Scala di Milano.

Dal 1998 ad oggi Maguy Marin e la sua compagnia continuano con la ricerca creativa, con una quarantina di pièces all'attivo. Negli ultimi anni Maguy Marin ha sviluppato una tendenza abbastanza palese verso la non-danza, come dimostrano le ultime creazioni, un lavoro "a togliere" per lasciar scaturire dai corpi dei suoi interpreti tutta la potenza del gesto e del messaggio drammaturgico.[senza fonte]

Nel 2003 è una delle poche non statunitensi[senza fonte] a ricevere l'American Dance Festival Award, e nel 2008 ha ricevuto un Bessie Award a New York per il suo Unwelt presentato al Joyce Theater. Nel 2009 ha presentato, per la prima volta al Festival di Avignone, la sua ultima intensa creazione: Description d'un combat (descrizione di un combattimento).

La pasionaria della danza[modifica | modifica wikitesto]

Mguy Marinè stata definita la pasionaria della danza. La coreografa francese, infatti, ha sempre utilizzato la sua notorietà per operare nel sociale, e aprire discussioni importanti su tematiche come: i sans-papier, le popolazioni della Bosnia Erzegovina o del Kosovo. Sono stati proprio i valori in cui crede, e che sono completamente integrati nella sua persona e nel suo lavoro di coreografa, a farle decidere di lasciare, insieme alla sua compagnia, il consolidato Centro Coreografico di Cretèil, per tuffarsi a capofitto nell'avventura del Progetto di sperimentazione artistica e sociale di Rillieux-la-Pape, battezzato "Ramdam", proprio dal titolo di una sua creazione[1].

Tutta la sua produzione creativa potrebbe essere raccolta sotto il titolo di "la condizione umana": da "May B", alle opere più recenti, ha sempre dato vita in modo intelligente a dei personaggi nei quali possiamo specchiarci, che mettono in risalto l'anima grottesca intrinsecamente legata all'essenza del genere umano. Il risultato è potente, ironico, ma anche feroce. Nelle sue creazioni, la danza è impregnata da una teatralità sanguigna e calda, che fa toccare alla sua vivace coreografia dei momenti di puro lirismo. Davanti alle opere di questa coreografa possiamo divertirci e ridere delle nostri patetici, piccoli rituali, fino al punto di piangere[2].

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Yu Ku Ri (1976) Brussels Théâtre Royal de la Monnaie Musica Alain Louafi
Evocation (1977) Nyon 1er Prix de Nyon Musica Lieder de Johannes Brahms cantate da Kathleen Ferrier
Nieblas de Nino (1978) Bagnolet 1er Prix de Bagnolet musiques populaires espagnoles, Poesie di Frederico Garcia Lorca
L'Adieu (1978) Paris Coreografia M. Marin et D. Ambash Musica Stephane Dosse
Dernier Geste (1978) Aix-en-provence Musica Johann Sebastian Bach
Puzzle (1978) Manosque per la Cie Michel Nourkil Musica Steve Reich
Zoo (1979) Villeneuve-les-Avignon Musica Igor Stravinski
La jeune fille et la mort (1979) Italia Festival di Cremona a Sabioneta Musica Franz Schubert
Contrastes (1979) Lyon per il Ballet de l'Opéra de Lyon Musica Béla Bartók
Cante (1980) France Musica canti popolari spagnoli e Charlie Haden
Réveillon (1980) France Musica Marino Marini
May B (1981) Angers Teatro municipale di Angers Musica Franz Schubert, Gilles de Binche, Gavin Bryars
Babel Babel (1982) Angers Teatro municipale di Angers Musica Gustave Mahler
Jaleo (1983) Paris per il GRCOP Musica flamenco
Hymen(1984) Avignon Musica Gato Barbiera, Carla Bley, Carl Orff, Don Cherry, Arturo Rayon, Robert Wyatt
Cendrillon (1985) Lyon per Lyon Opéra Ballet Musica Serge Prokofiev, Jean Schwartz
Calambre (1985) Paris Teatro de la Ville de Paris Musica Arturo Rayon
Eden (1986) Angers Musica AG. Verdi, The Cure e Public Image Limited
Leçons de ténèbres (1987) Paris per il ablletto de l'Opéra de Paris Musica François Couperin
Otello (1987) Nancy Opera di Giuseppe Verdi Opéra de Nancy
...Des Petits Bourgeois Les sept péchés Capitaux(1987) Lyon per Lyon Opéra Ballet & la Cie Maguy Marin Musica Kurt Weill e Bernard Barras
Coups d'Etats (1988) Montpellier Festival Internazionale Montpellier-Danse Musica Bernard Barras
Groosland (1989) Pays-Bas per l'Het Nationaal Ballet Amsterdam Musica Johann Sebastian Bach
Eh qu'est-ce-que ça m'fait à moi !?" (1989) Avignon Musica Michel Bertier, Philippe Madile e Jean-Marc Sohier
Cortex (1991) Créteil Maison des Arts de Créteil Musica Denis Mariotte
Ay Dios (1992) Lyon Biennale della Danse de Lyon per Kader Belarbi e Wilfried Romoli Musica Denis Mariotte
Made in France (1992) Pays-Bas per Nederlands Dans Theater3 / La Haye Musica Denis Mariotte
Coppelia (1993) Lyon per il Lyon Opéra Ballet Musica Léo Delibes
Waterzooï (1993) Italie Teatro Romolo Valli Reggio Emilia Musica Denis Mariotte
Ramdam (1995) Festival di danza di Cannes Fontenay-sous-bois Biennale di Danza di Val-de-Marne, Teatro Fontenay-sous-Bois Musica Denis Mariotte
Soliloque (1995) Paris Teatro Nazionale de Chaillot de Paris Musica Denis Mariotte
Aujourd'hui peut-être (1996) Créteil Maison des Arts de Créteil Musica VolApük
Pour ainsi dire (1999) Mulhouse Filature Scène nationale de Mulhouse Musica Denis Mariotte
Vaille que vaille (1999) Mulhouse Filature Scène nationale de Mulhouse Mus: Denis Mariotte

Quoi qu'il en soit (1999) Mulhouse Filature Scène nationale de Mulhouse Musica Denis Mariotte
Grosse fugue(2001) Meyzieu Espace Jean Poperen de Meyzieu Musica Ludwig Van Beethoven
Points de Fuite (2001) Cannes Festival di danza à Cannes Musica Denis Mariotte
Les applaudissements ne se mangent pas (2002) Villeurbanne TNP de Villeurbanne, Biennale della danza de Lyon Musica Denis Mariotte
Ça, quand même (2004) Le Mans L'Espal Duo di Denis Mariotte et Maguy Marin
Umwelt (2004) Décines Le Toboggan Musica Denis Mariotte
Ha ! Ha ! (2006) Rillieux-la-Pape centre chorégraphique national
Cap au pire (2006) CND Pantin
Turba (2007) Cannes ideazione M. Marin et D. Mariotte Festival Testo Lucrèce Musica Franz Schubert, Denis Mariotte
Description d'un combat(2009) Avignon Festival d'Avignon musica Denis Mariotte

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ notizie tratte da un articolo di Daniela Zacconi per il Corriere della Sera
  2. ^ France Diplomatie (Contemporary dance: a women's affair)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN59109641 · ISNI (EN0000 0001 2134 8709 · GND (DE134768442 · BNF (FRcb12088263g (data)