Maglor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Maglor
Universo Arda
Lingua orig. Inglese
Epiteto Il Cantore
Autore John Ronald Reuel Tolkien
1ª app. in Il Silmarillion
Specie Elfo
Sesso Maschio
Etnia Noldor
Parenti

Maglor è un personaggio di Arda, l'universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. È un Elfo Noldor.

Fu il secondo figlio di Fëanor e Nerdanel. Era poeta e cantore di massimo prestigio tra i Noldor e si dice che abbia ereditato dalla madre il suo temperamento placido e pacato.

Maglor è una traduzione Sindarin dal nome Quenya Macalaurë — riferimento alla sua abilità nel suonare l'arpa, e probabilmente alle sue capacità canore (era difatti conosciuto anche come "il Possente Cantore"). Il significato che sta dietro al nome paterno di Maglor, Canafinwë, è incerto, ma contiene probabilmente il prefisso kana/o (comandante) + Finwë.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Come gli altri figli di Fëanor, Maglor era legato ad un giuramento che gli imponeva di recuperare i Silmaril di suo padre, rubati da Morgoth, l'Oscuro Signore, e di perseguire chiunque (Vala, Elfo o Uomo ancora non nato) avesse tentato di impadronirsene. Tale giuramento portò i fratelli alla Terra di Mezzo durante la Prima Era, dove condussero guerre contro le armate di Morgoth, combatterono contro altri popoli Elfici appartenenti alla Terra di Mezzo e infine attirarono addirittura sciagure su loro stessi.

Maglor divenne la guida dei Fëanoriani dopo che Fëanor morì e Maedhros fu imprigionato da Morgoth sul Thangorodrim. Non sappiamo se egli avesse mai tentato di salvare suo fratello maggiore. Fatto sta che sotto la sua reggenza, i Noldor allestirono un accampamento fortificato sulla costa nord-occidentale del Lago Mitrhim. Sembra che Maglor non scelse né di confrontarsi, né tantomeno di riconciliarsi con la Casa di Fingolfin. I suoi compagni lasciarono l'accampamento e si ritirarono presso la costa meridionale dopo che Fingolfin giunse nello Hithlum con la sua armata.

Maglor si recò ad Est e fu famoso per aver difeso il Varco di Maglor grazie alle forze della cavalleria. Le sue relazioni con gli altri principi dei Noldor sembrano rispecchiare quelle di Maedhros. Maglor, inoltre, era presente alla "Festa di Riconciliazione" di Fingolfin nell'anno 20 della Prima Era. Finrod, appena prima di incontrare gli Edain per la prima volta, era intento a cacciare con Maedhros e Maglor. Il Varco di Maglor, la Marca di Maedhros e il Dor Caranthir (Thargelion) paiono essere gli unici luoghi che hanno preso i nomi dei loro signori.

Una breccia venne aperta nel Varco di Maglor durante la Dagor Aglareb; Maglor e Maedhros contrattaccarono Morgoth nell'anno 402 della Prima Era aiutati da Angrod e Aegnor. Nella Dagor Bragollach, le forze di Angband (la fortezza dell'"Oscuro Nemico del Mondo"), coadiuvate dal Drago Glaurung, devastarono il Varco stesso, e Maglor si ritirò nella cittadella di Maedhros.

Maglor uccise Uldor il Maledetto dopo che questi tradì l'Unione di Maedhros. Egli, inoltre, salvò ed allevò i figli di Eärendil in seguito al saccheggio delle Bocche del Sirion ad opera dei Fëanoriani, che diede vita al terzo fratricidio. Il Silmarillion narra di come un legame d'affetto, quantunque debole, sia nato tra Maglor, Elros ed Elrond.

Dopo la Guerra dell'Ira, egli ed il suo ultimo fratello sopravvissuto (Maedhros) rubarono i due restanti Silmaril da Morgoth, sebbene inizialmente Maglor avesse tentato di dissuadere il fratello maggiore dal compiere un atto simile. Ma a causa delle terribili azioni commesse dai fratelli, le due Gemme arsero le loro mani. Incapace di sopportare una tale sofferenza, Maglor gettò il suo Silmaril nelle acque del mare. Ed in seguito vagò senza meta lungo le coste del mondo, intonando lamenti sulla perdita del Gioiello, finché il suo nome non venne dimenticato. Fu egli a comporre il poema "La Caduta dei Noldor", del quale è conosciuto solo il nome. Non si conosce la sua fine.

Tolkien si riferisce a Maglor come uno dei figli di Fëanor che probabilmente si sposarono, ma non possediamo alcuna informazione in merito a sua moglie o ad eventuali bambini.


La Casa di Fëanor[modifica | modifica sorgente]

 
Finwë
 
Míriel
 
Mahtan
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Fëanor
 
 
 
Nerdanel
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Maedhros
 
 
Celegorm
 
 
Curufin
 
 
Amras
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Maglor
 
Caranthir
 
 
Amrod
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Celebrimbor
 
 
 
 

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Gli Ainur, gruppo progressive rock italiano, hanno composto una ballad intitolata Maglor - The Lost Elf, contenuta nel loro primo disco From Ancient Times del 2006.


Tolkien Portale Tolkien: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Tolkien