Magliana (fiume)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Coordinate: 41°50′26.15″N 12°24′22.78″E / 41.840598°N 12.406327°E41.840598; 12.406327
Magliana
StatoItalia Italia
RegioniLazio Lazio
ProvinceRoma Roma
ComuniInsigne Romanum coronatum.svg Roma
Lunghezza19,7 km
Portata media0,6 m³/s
Bacino idrografico71,8 km²
Altitudine sorgente110 m s.l.m.
NascePalmarola (Roma)
SfociaTevere

La Magliana è un corso d'acqua di Roma, affluente di destra del Tevere.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Nasce nel quadrante nord-occidentale della città (in zona Palmarola) a circa 110 metri s.l.m. Dopo un breve corso di 19,7 chilometri (in cui attraversa i quartieri Primavalle, Montespaccato, Gianicolense, Corviale e Magliana), si getta nel Tevere all'altezza del viadotto della Magliana.

Il rivo, per la freschezza delle sue acque, diede il nome alla tenuta dell'Acqua Fredda, oltre a segnare il confine della tenuta con quella contigua della Maglianella.[1]

Due sono le probabili origini del nome "Magliana", una, meno probabile, dice che siano dovute al manto di "maglie" in canne di fosso, che venivano posate dai romani per attraversare quei terreni per lo più paludosi, l'altra che il nome "Magliana" prende origine dal nome della famiglia alla quale appartenevano quei terreni, la famiglia dei Manilii.[senza fonte]

Durante gli anni, il piccolo corso d'acqua e i suoi numerosi affluenti si sono ridotti a "collettori fognari a cielo aperto"; tuttavia, ancora oggi il Fosso della Magliana rimane un importante corridoio ecologico (facente parte della Riserva naturale della Valle dei Casali), lungo le sue sponde trovano rifugio numerose specie animali e vegetali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]