Maelstrom

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Maelstrom (disambigua).

Il maelstrom (voce inglese/nederlandese; anche scritto maelström; pronuncia [ˈmeɪlstɹəm]; in norvegese: malstrøm; nynorsk: malstraum) è un fenomeno simile a un gorgo causato dalla marea, che entra con prepotenza in passaggi molto stretti e non riesce a fluire agevolmente. È un fenomeno che si riscontra nelle coste della Norvegia.

Moskstraumen[modifica | modifica wikitesto]

Il maelstrom in un'illustrazione de Una discesa nel Maelstrom di Edgar Allan Poe

Il più famoso maelstrom è il Moskstraumen (‘corrente di Mosken’) , causato dalla marea lungo la costa atlantica della Norvegia, nei pressi delle isole Lofoten. Due volte al giorno il flusso di marea scorre avanti e indietro nello stretto tra Lofotodden e Værøy: a causa della conformazione dello stretto, angusto e poco profondo, si genera una corrente molto forte, con onde e vortici che rendono pericolosa la navigazione specie con navi di piccole dimensioni. Il fenomeno prende il nome dall'isolotto di Mosken, situato in mezzo allo stretto.

Nella letteratura e nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Moskstraumen è stato considerato come il maelstrom per eccellenza ed è stato descritto da celebri scrittori dell'Ottocento (che ne esagerarono alquanto la forza descrivendolo come un immenso gorgo che trascina all'interno ogni cosa): Edgar Allan Poe nel racconto Una discesa nel Maelström, Jules Verne nel romanzo Ventimila leghe sotto i mari e Emilio Salgari, nel romanzo Verso l'Artide con la Stella Polare.
  • È citato nel romanzo Il giardino dei Finzi Contini di Giorgio Bassani, come metafora degli ultimi giorni del 1939, una discesa lunga e progressiva nell'abisso. Viene citato anche nel romanzo L'età dell'innocenza di Edith Wharton: "Nell'atmosfera densa di drammaticità in cui aveva sempre vissuto, la tendenza di Ellen a crearla era logicamente passata inosservata. Era proprio quella strana capacità di meravigliarsi di Ellen a dare a Newland l'impressione che essa fosse stata trascinata fuori da un vero e proprio maelstrom: le cose che ella considerava del tutto normali le permettevano di intuire la natura di quelle contro cui si era ribellata"] come personificazione di una società ipocrita e perbenista, e nel Libro dell'inquietudine di Fernando Pessoa come metafora della sua anima.
  • Felice Vinci, nel suo libro Omero nel Baltico, ha avanzato l'ipotesi che il gorgo di Cariddi, affrontato da Ulisse durante le sue peregrinazioni (che, secondo Vinci, si sarebbero svolte nell'Oceano Atlantico e non nel Mar Mediterraneo), altro non fosse che questo fenomeno.
  • Il numero 63 del fumetto Dylan Dog è intitolato Maelstrom!. Esso è rappresentato come un varco tra inferno e mondo reale che si apre ogni 666 anni e dal quale pare debba uscire l'Anticristo.
  • Un albo del fumetto Zagor (Zenith gigante N° : 480) si chiama Discesa nel Maelstrom.
  • Il sequel di Pacific Rim si intitola proprio Maelstrom, supponendo che i nuovi Kaiju arriveranno proprio da questa sorta di voragine in mare, come mostra anche il teaser poster.
  • L'undicesima traccia dell'album Pioggia.Rosso.Acciaio dei Delta V s'intitola Maelstrom.

Saltstraumen[modifica | modifica wikitesto]

Il Saltstraumen presso la città di Bodø, Norvegia

Anche se il Moskstraumen è il maelstrom più conosciuto, il Saltstraumen, nei pressi di Bodø, nel Norrland è assai più forte.

Nel fantasy[modifica | modifica wikitesto]

La figura del maelstrom, al di fuori della sua ambientazione norvegese, compare anche in alcune opere di carattere fantasy.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]