Made in Italy (film 2018)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Made in Italy (film 2017))
Made in Italy
Paese di produzione Italia
Anno 2018
Genere drammatico
Regia Luciano Ligabue
Soggetto dall'omonimo disco
Sceneggiatura Luciano Ligabue
Produttore Domenico Procacci
Distribuzione (Italia) Medusa Film
Musiche Luciano Ligabue
Interpreti e personaggi

Made in Italy è un film italiano scritto e diretto da Luciano Ligabue, girato nell'estate 2017 e annunciato nel listino 2017-2018 di Medusa Film.[1] Terza regia del rocker di Correggio, è interpretato da Stefano Accorsi e Kasia Smutniak.

Soggetto[modifica | modifica wikitesto]

Il film si ispira all'omonimo disco, uscito nel novembre 2016 e composto da 14 brani legati fra loro (concept disc), con al centro il personaggio di Riko, definito da Ligabue un suo alter ego: « una delle vite che avrei potuto fare io se non fossi diventato un cantante ».[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Riko (Stefano Accorsi) ha 50 anni, è nato e cresciuto in una cittadina emiliana: è operaio nel salumificio dove lavorava suo padre, e ha sposato, molto giovane, Sara (Kasia Smutniak), una parrucchiera. È un uomo onesto, vive di un lavoro che non ha scelto, nella casa di famiglia che riesce a mantenere a stento, ma anche se fa una vita preimpostata, seguendo i dettami della società, può contare su un gruppo di amici veri e su una moglie che, tra alti e bassi, ama da sempre. Suo figlio è il primo della famiglia ad andare all'università. È però anche un uomo molto arrabbiato con il suo tempo, che sembra scandito solo da colpi di coda e false partenze. Quando perde le poche certezze con cui era riuscito a tirare avanti, la bolla in cui vive si rompe e Riko capisce che deve prendere in mano il suo presente e ricominciare, in un modo o nell'altro. E non darla vinta al tempo che corre. [3]

Lavorazione[modifica | modifica wikitesto]

Come i due precedenti film di Ligabue, anche questo è prodotto dalla Fandango di Domenico Procacci e distribuito dalla Medusa Film.

Le riprese, durate sette settimane, sono iniziate il 12 giugno 2017[4] a Correggio, e si sono concluse il 28 luglio 2017[5] a Roma: si sono svolte prevalentemente nella cittadina natale di Ligabue, e in centro storico a Reggio Emilia, ma alcune scene sono state girate anche in altre località reggiane, come Novellara, San Martino in Rio, Scandiano, Taneto di Gattatico, oltre che a Occhiobello,[6] Roma appunto e Francoforte.

In realtà, rispetto alla data d'inizio “postata” dal regista, c'era stato un prologo di lavorazione il 10 giugno a Vigevano, in piazza Ducale e nel castello;[7] allo stesso modo il 29 luglio, all'indomani della fine ufficiale, un'ulteriore scena è stata girata ad Ascoli Piceno in piazza del Popolo.[8]

Il film uscirà nelle sale cinematografiche il 25 Gennaio 2018,[9] ma alcune immagini saranno utilizzate nei concerti del tour “Palasport 2017-Ligabue Made in Italy”.[10]

Secondo Kasia Smutniak[11] il film è « come un’opera d’arte che esprime l’amore per questo Paese. È la storia di un uomo della provincia italiana che si trova a un punto morto della vita, si guarda indietro e trova il modo di ricominciare. Racconta con grande sincerità e leggerezza l’Italia contemporanea. »

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ciak, luglio 2017 pag. 127
  2. ^ Tg5, 21 luglio 2017
  3. ^ comingsoon.it, 12 giugno 2017, comingsoon.it.
  4. ^ post di Ligabue su Facebook: « Si comincia! », lunedì 12 giugno 2017, ore 12,31
  5. ^ post di Ligabue su Facebook: «Le riprese sono terminate, grazie a tutti!», venerdì 28 luglio 2017 ore 18,35
  6. ^ La Nuova Ferrara, 24 giugno 2017
  7. ^ La Provincia Pavese, 11 giugno 2017
  8. ^ Corriere Adriatico, 30 luglio 2017
  9. ^ IMDB, pagina su Made in Italy
  10. ^ Sky Tg24, 24 luglio 2017
  11. ^ intervista a Marie Claire di Settembre 2017