Made in China

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Zhōngguó zhìzào (Made in China) etichetta originale
"Made in China"

Made in China o Product of China (中国制造 Zhōngguó zhìzào) è una etichettatura del paese di origine di prodotti creati nella Repubblica popolare cinese.

Terminologia[modifica | modifica wikitesto]

Made in China è usato per i prodotti fabbricati in Cina. Prodotti della Cina nazionalista sono marchiati "Made in Taiwan".[1][2]

Branding[modifica | modifica wikitesto]

Il marchio "Made in China" fu messo in primo piano durante la Guerra fredda per indicare negativamente i prodotti cinesi, ritenuti non sicuri e provenienti da uno Stato socialista.[3]

Marketing[modifica | modifica wikitesto]

È il marchio probabilmente più diffuso nel mondo dato il numero elevato di prodotti fabbricati nel paese origine, uno dei paesi più grandi per le esportazioni.[4]

Richiami di prodotti irregolari[modifica | modifica wikitesto]

Negli USA[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2007, per esempio, organismi di controllo sulla sicurezza dei prodotti hanno richiamato in USA, Canada, Unione europea, Australia e Nuova Zelanda prodotto irregolari, fuori legge come giocattoli[5] paste dentifrice,[6][7] rossetti, e pesce.

Nel 2008 vengono richiamati dalla U.S. Food and Drug Administration (FDA) prodotti contaminati da eparina.[8][9] [10]

Confisca di prodotti irregolari[modifica | modifica wikitesto]

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

Giocattoli e altri articoli per bambini non conformi alla normativa che richiede alcune indicazioni obbligatorie a tutela della salute dei bambini, vengono sequestrati negli esercizi commerciali sul territorio nazionale, in vendita a prezzi notevolmente inferiori rispetto a quelli normalmente praticati nel settore. Privi del marchio di conformità alle normative europee ovvero marchio CE, ma anche di beni contraffatti.[11]

Prodotti con etichettatura Made in Italy presentano alcune volte provenienza dubbia; ad esempio capi di biancheria intima, abbigliamento in generale. Vengono così sequestrate le merci in esercizi commerciali di merce contraffatta. Sugli imballi sono riportate, falsamente, indicazioni merceologiche sulla provenienza e sull'origine italiana dei prodotti, incorniciate, anche da simbologie, inequivocabili, come le bandiere tricolori. Viene così configurato il reato di frode in commercio, in relazione alla legge che tutela l'italianità dei prodotti.[12]

China 2025[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2015, Il Consiglio di Stato cinese ha lanciato il progetto “Made in China 2025”, che punta a trasformare la “fabbrica del mondo” cinese, un’industria contraddistinta per produzioni a basso costo, in una fucina di innovazione e di tecnologie produttive avanzate. La Cina, in poche parole, vuole cambiare faccia, rinnegando lo smog e lo sfruttamento e proiettandosi in una nuova era industriale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Fan, Y. (2008) “Country of origin, branding strategy and internationalisation: the case of Chinese piano companies”, Journal of Chinese Economic and Business Studies, 6:3, 303-319, available at http://www.fenamsourcing.com/country-of-origin-branding-strategy-and-internationalisation-the-case-of-chinese-piano-companies/
  2. ^ Fan, Y. (2006) “The globalisation of Chinese brands”, Marketing Intelligence &Planning, 24:4, 365-379, available at http://www.fenamsourcing.com/the-globalisation-of-chinese-brands/
  3. ^ Wang Jing, Brand New China: Advertising, Media, and Commercial Culture, Harvard University Press, pp. 136–137.
  4. ^ Angela Monaghan, China surpasses US as world's largest trading nation, The Guardian, 10 gennaio 2014. URL consultato il 17 maggio 2015.
  5. ^ Mattel to recall more Chinese-made toys[collegamento interrotto], CNN. URL consultato il 14 agosto 2007.
  6. ^ Spain withdraws Chinese toothpaste from the oral care market CosmesticsDesigns.com. 12 July 2007.Accessed: 2007-09-05.
  7. ^ Arjun Ramachandran, Toxic toothpaste alert: buyers beware, in The Sydney Morning Herald, 29 agosto 2007. URL consultato il 29 agosto 2007.
  8. ^ CBS News, Blood-thinning drug under suspicion
  9. ^ FDA informational page with information and links about FDA investigation.
  10. ^ Heparin's Deadly Side Effects, in Time magazine, 13 novembre 2008. URL consultato il 16 novembre 2008 (archiviato il 21 novembre 2008).
    «A month earlier and half a world away, a team of quality-control specialists from Baxter International, the big multinational health-care company (2007 sales: $11.26 billion) based in Deerfield, Ill., arrived in Zhejiang province, China, about two hours by car from Shanghai, to inspect a facility owned by one of its key suppliers. CZ-SPL is a joint venture controlled by Scientific Protein Laboratories LLC (SPL), a Waunakee, Wis., company started in 1976 by Oscar Meyer, of hot-dog fame. (The connection: pigs naturally produce proteins used in pharmaceuticals.) CZ-SPL makes a key ingredient, what in the pharmaceutical business is called an active pharmaceutical ingredient, or API, for a drug called heparin, a blood thinner that is widely used by kidney-dialysis and postsurgical patients to prevent blood clots. The team found little unusual and gave the facility a clean bill of health.».
  11. ^ Palermo, la Guardia di finanza sequestra 210 mila giocattoli cinesi contraffatti e non a norma, su palermo.repubblica.it, 16 febbraio 2018.
  12. ^ Abbigliamento Made in Italy fatto in Cina: maxisequestro ad Agrate, su ilgiorno.it, 20 febbraio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]