Mad World

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo videogioco, vedi MadWorld.
Mad World
Artista Tears for Fears
Tipo album Singolo
Pubblicazione 20 settembre 1982
Durata 3 min : 32 s
Album di provenienza The Hurting
Genere New wave
Etichetta Mercury Records
Produttore Chris Hughes, ROss Collum
Registrazione 1982
Tears for Fears - cronologia
Singolo precedente
(1982)
Singolo successivo
(1983)
(EN)

« The dreams in which I'm dying are the best I've ever had »

(IT)

« I sogni in cui muoio sono i migliori che abbia mai fatto »

(Testo di Mad World, Tears for Fears)

Mad World è una canzone del gruppo inglese Tears for Fears, scritta da Roland Orzabal e cantata dal bassista Curt Smith.

È stata pubblicata come terzo singolo estratto dall'album di debutto del gruppo The Hurting, ed è stato il primo singolo ad ottenere popolarità, raggiungendo la terza posizione della UK Singles Chart nel novembre 1982, ed entrando nelle classifiche di diversi paesi nel mondo. Nel 2001 Gary Jules e Michael Andrews hanno realizzato una cover dell'album per la colonna sonora del film Donnie Darko Una cover del brano è presente anche nell'album Heart di Elisa, uscito in Italia il 13 novembre 2009.

Background[modifica | modifica wikitesto]

"Mad World" è stato scritto inizialmente sulla chitarra acustica quando Orzabal aveva 19 anni, è stato un deliberato tentativo di scrivere qualcosa sulla scia di "Girls on Film" dei Duran Duran. Dopo un paio di tentativi con Orzabal alla voce, fu scelto Smith per la sua interpretazione .[1]

Il brano vuole essere la b-side per il secondo singolo della band "Pale Shelter (You Do not Give Me Love)". Su consiglio di Polygram, la band invece decise di rilasciare la canzone come singolo a sé stante dopo la registrazione con il produttore Chris Hughes, un ex batterista con Adam and the Ants.[2]

Mi è venuta l'ispirazione quando ho vissuto sopra una pizzeria a Bath, e ho potuto guardare fuori sul centro della città. Non che Bath sia molto "pazza"! - Avrei dovuto chiamare il pezzo "Bourgeois World" .

-Roland Orzabal[3]

"Mad World" è stato il primo singolo dell'album finito. L'intenzione era di ottenere l'attenzione per sperare di costruire un po' 'di seguito. Non avevamo l'idea che sarebbe diventato un successo. Né la casa discografica.

-Curt Smith

Ad libitum di Curt Smith nel coro finale del brano contenuto nel Mondegreen. Smith ha chiarito la lirica attuale nel 2010:

Con la popolarità di Mad World, mi sono chiesto spesso circa l'ultima riga della versione album di The Hurting. La riga attuale è: "Halargian Word." (Non "mondo illogico", "volgare mondo giovane"). La vera storia è che Halarge è un pianeta immaginario inventato da Chris Hughes durante la registrazione di The Hurting. L'ho aggiunta per scherzo durante la sessione di voce solista, e ci tenevo. Ed eccola!.

-Curt Smith

Significato[modifica | modifica wikitesto]

La canzone è stato influenzato dalle teorie di Arthur Janov, autore di The Primal Scream. Nel testo "i sogni in cui sto morendo sono i migliori che abbia mai avuto" suggerisce che i sogni di esperienze intense, come la morte sono i migliori per la tensione che rilasciano.[4]

Liricamente la canzone è abbastanza libera. Si buttano insieme un sacco di immagini differenti per dipingere un quadro senza dire nulla di specifico per il mondo.

-Roland Orzabal

È molto più di una canzone voyeur. Sta a guardare un mondo folle dagli occhi di un adolescente.

-Curt Smith

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Disco in vinile - versione per il mercato inglese ed americano
  1. Mad World – 3:32
  2. Ideas As Opiates – 3:54
Disco in vinile - versione per il mercato, australiano, europeo, e sudafricano
  1. Mad World (World Remix) – 3:30
  2. Ideas As Opiates – 3:54
Disco in vinile - versione remix per il mercato inglese
  1. Mad World – 3:32
  2. Mad World (World Remix) – 3:30
  3. Suffer the Children (Remix) – 4:15
  4. Ideas As Opiates – 3:54
Disco in vinile da 33 giri - versione per il mercato europeo
  1. Mad World – 3:32
  2. Ideas As Opiates – 3:54
  3. Saxophone As Opiates – 3:54

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Posizione
Regno Unito[5] 3
Australia 12
Irlanda 6
Germania 21
Nuova Zelanda[6] 25

Versione di Gary Jules e Michael Andrews[modifica | modifica wikitesto]

Vent'anni dopo il brano è stato registrato in una nuova versione dai compositori Gary Jules e Michael Andrews per la colonna sonora del film Donnie Darko. Successivamente la cover di Andrews/Jules è stata utilizzata in numerose colonne sonore, fra cui CSI, Emmerdale, E.R. - Medici in prima linea, Jericho, Judging Amy, Medical Investigation, Cold Case, Nip/Tuck, Silent Witness, The L Word, Smallville, Third Watch, La città verrà distrutta all'alba, The Cleveland Show e Senza traccia, la pubblicità del videogame Gears of War e anche in una scena dell'atto terzo della campagna e nella mappa ingorgo del multiplayer in Gears of War 3 in un'inedita versione strumentale, nella pubblicità della 4 stagione di The Walking Dead. Il 18 settembre 2012 in Italia il brano viene certificato disco d'oro per le 15.000 copie vendute[7]

Tale cover ha avuto un tale successo tanto da essere spesso confusa con la versione originale dei Tears for Fears.

Versione di Michele Bravi[modifica | modifica wikitesto]

Durante la settima edizione di XFactor ne interpreta una versione che successivamente viene inserita nel suo EP d'esordio intitolato La vita e la felicità.

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica Posizione
Australia[8] 28
Austria[9] 13
Belgio (Fiandre)[10] 23
Danimarca[11] 2
Francia[12] 36
Nuova Zelanda[13] 37
Paesi Bassi[14] 4
Regno Unito[15] 1
Svezia[16] 10
Svizzera[17] 23

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Interviews by Dave Simpson, Tears For Fears: how we made Mad World | Music, The Guardian. URL consultato l'11 marzo 2014.
  2. ^ Mad World by Tears for Fears Songfacts, Songfacts.com, 29 settembre 2005. URL consultato l'11 marzo 2014.
  3. ^ Cranna, Ian (1999). In The Hurting: Remastered & Expanded [CD booklet]. London: Mercury Records.
  4. ^ Toby Creswell, 1001 Songs, Hardie Grant Publishing, 2007, pp. 87–88, ISBN 978-1-74066-458-5.
  5. ^ Andamento di Mad World nella classifica del Regno Unito, chartstats. URL consultato il 4 aprile 2012.
  6. ^ Andamento di Mad World nella classifica della Nuova Zelanda, charts.org. URL consultato il 4 aprile 2012.
  7. ^ CERTIFICAZIONE SINGLE DIGITAL dalla settimana 1 del 2009 alla settimana 36 del 2012
  8. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica dell'Australia, australian-charts. URL consultato il 4 aprile 2012.
  9. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica dell'Austria, austriancharts. URL consultato il 4 aprile 2012.
  10. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica del Belgio, Ultratop. URL consultato il 4 aprile 2012.
  11. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica della Danimarca, danishcharts. URL consultato il 4 aprile 2012.
  12. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica della Francia, lescharts. URL consultato il 4 aprile 2012.
  13. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica della Nuova Zelanda, charts.org. URL consultato il 4 aprile 2012.
  14. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica dei Paesi Bassi, dutchcharts. URL consultato il 4 aprile 2012.
  15. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica del Regno Unito, Chartstats. URL consultato il 4 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 31 luglio 2012).
  16. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica della Svezia, swedishcharts. URL consultato il 4 aprile 2012.
  17. ^ Andamento di Mad World (Andrews & Jules) nella classifica della Svizzera, Hitparade. URL consultato il 4 aprile 2012.
musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica