Macchina dei sogni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La macchina dei sogni (dream machine) è un ipotetico dispositivo[1] computerizzato che registra i sogni su dei supporti e li proietta su di un video.

Primi studi[modifica | modifica wikitesto]

Uno studio giapponese del 2010, fatto dal Professor Yukiyasu Kamitani[2], al Laboratorio Computerizzato di Neuroscienze ATR (Computational Neuroscience Laboratories)[3], con la cooperazione dell'Istituto di scienza e tecnologia NARA (Institute of Science and Technology) e dell'Istituto Nazionale dell'informazione e tecnologia della comunicazione (National Institute of Information and Communications Technology), sostiene come, attualmente (2014), possano essere visualizzati i sogni con una approssimazione del 50%.[4][5]

Film[modifica | modifica wikitesto]

Finora il dispositivo era stato presentato in alcuni racconti di fantascienza[6][7] e in particolare in alcuni film:

Il dispositivo presentato nel film L'astronave degli esseri perduti è una specie di semplice elettroencefalografo che legge le onde cerebrali e le trasforma in immagini. Nel film il dispositivo è usato per leggere e portare alla coscienza, immagini inconsce terrificanti e rimosse presenti nel soggetto ma non verbalmente descrivibili.

Il dispositivo presentato nel film Brainstorm generazione elettronica è un casco collegato ad una complessa apparecchiatura computerizzata che digitalizza l'attività cerebrale e la registra su nastro. La registrazione digitalizzata su nastro può essere letta e rivissuta da qualsiasi altra persona. L'apparecchiatura pur potendo registrare anche i sogni, questo aspetto nel film non è trattato.

Il dispositivo del film Fino alla fine del mondo è molto complesso, non legge soltanto le onde cerebrali ma analizza anche le reazioni biochimiche cioè legge gli engrammi della memoria, li digitalizza e quindi li proietta sul video. Inoltre è in grado di trasformare le immagini digitalizzate di nuovo in engrammi, direttamente nel cervello di un'altra persona, in modo che per esempio si può far vedere ad un cieco varie immagini, viste da un'altra persona.

Il dispositivo presentato nel film Inception è contenuto in una valigetta e permette di condividere il sogno che una persona sta facendo, con altre persone, collegate per mezzo di un cavetto, allacciato al polso. Quando uno dei sognatori, porta nel sogno, la propria psicosi, il sogno si trasforma in un incubo, i sognatori vengono attaccati e se non si difendono, rischiano di morire nel sogno e non svegliarsi più nella realtà.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scientists learn how to record your dreams and play back to you. MNN. Apr 05, 2013.
  2. ^ (EN) Yukiyasu Kamitani. ATR Computational Neuroscience Laboratories. Kyoto, Japan. 2010.
  3. ^ (EN) ATR Computational Neuroscience Laboratories. Home Page.
  4. ^ (EN) Visualize Your Dreams With 50 Percent Accuracy. Daily Tech. April 7, 2013.
  5. ^ (EN) Dream catcher: a machine that can read your dreams. Journal of Science. July 23, 2013.
  6. ^ (EN) DC Mini: A therapy tool that allows a psychotherapist to enter a patient's dreams.. Timeline of Science Fiction Ideas, Technology and Inventions. 1990.
  7. ^ (EN) Dream Console. Timeline of Science Fiction Ideas, Technology and Inventions. 1960.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Filmato audio (EN) Japanese Dream Recording Machine, su YouTube, NTDTV, 3 aprile 2009, a 0 min 00 s.
    «Scienziati giapponesi hanno creato il primo passo verso un dispositivo che, mediante la scansione del cervello delle persone, potrebbe registrare i sogni delle persone e leggere la loro mente.».