Mac mini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mac Mini
MacMini2014.png
Mac Mini (2005)
Classe di computer Desktop
Paese d'origine USA
Produttore Apple
Presentazione gennaio 2005
Inizio vendita 11 gennaio 2005
Fine vendita Attualmente in produzione
Prezzo di lancio da 549$ a 949$
CPU Intel Core i5-i7
(modello attuale)
Intel Core 2 Duo
Intel Core Duo
Intel Core Solo
PowerPC G4 (modello di lancio)
Sito Web

Il Mac mini è il Macintosh più piccolo ed economico che Apple abbia mai prodotto. Il computer ha la forma di un piccolo parallelepipedo e nella sua prima versione era basato sulla scheda madre dell'ultimo iBook G4 opportunamente modificata per renderla di forma quadrata. Il computer è molto piccolo e attualmente è dotato di processori Intel Core i5 e Intel Core i7 a frequenza compresa tra 2.5 GHz (dual-core) e 3.0 GHz (dual-core). Il Mac mini è dotato di una scheda grafica integrata nel package del processore (Intel HD Graphic 4000) corredata da una porta Mini DisplayPort con supporto per risoluzioni fino a 2560×1600 e da un'uscita HDMI con supporto per risoluzioni fino a 4096x2160 a 24 Hz.

Il computer è nato per essere un'alternativa economica agli IBM compatibili e infatti viene venduto senza monitor, tastiera o mouse in modo che l'acquirente possa riciclare eventuali parti già in suo possesso. Una caratteristica interessante del Mac mini è la silenziosità. Il computer è dotato di una ventola a gestione elettronica che al massimo produce 22 dB di rumore. Il componente più rumoroso del computer è l'hard disk, che può arrivare a produrre 30 dB durante l'accesso casuale. Quindi, il Mac mini è uno dei computer più silenziosi in commercio.

Le attuali versioni in commercio sono:

Mac mini dual-core a 1,4 GHz (turboboost fino a 2,7): 4 GB di memoria RAM DDR3 1600 MHz (espandibile fino a 16 GB); 4 porte USB 3; 2 Thunderbolt 2.0 ;HDMI; Gigabit Ethernet; HD da 500 GB a 5400 giri/min.
Mac mini dual-core a 2.6 GHz (configurabile anche con Intel Core i7 dual-core a 3,0GHz): 8 GB di memoria RAM DDR3 1600 MHz (espandibile fino a 16 GB); 4 porte USB 3;2 Thunderbolt 2.0 ;HDMI; Gigabit Ethernet: HD da 1 TB a 5400 giri/min.
Mac mini dual-core a 2.8 GHz (configurabile anche con Intel Core i7 dual-core a 3,0GHz): 8 GB di memoria RAM DDR3 1600 MHz (espandibile fino a 16 GB); 4 porte USB 3;2 Thunderbolt 2.0 ;HDMI; Gigabit Ethernet: Fusion Drive da 1 TB

Le versioni a 2.6 e 2.8 GHz sono configurabili con unità a stato solido da 256GB o Fusion drive da 1TB.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il prodotto è stato presentato al Macworld Conference & Expo nel 2005, ed è stato aggiornato nel tempo. Il 3 marzo 2009, 19 mesi dopo il precedente aggiornamento, Apple ha aggiornato il Mac Mini, con nuovi chipset nVidia e la nuova Mini DisplayPort che è diventata standard su tutti i computer Apple attuali. Il 15 giugno 2010 viene rinnovata sia l'estetica che la gamma: il nuovo Mac Mini ottiene per la prima volta una scocca unibody in alluminio (più sottile del precedente modello). Inoltre viene dotato di un'uscita HDMI e di un chipset grafico potenziato (NVIDIA GeForce 320M che sostituisce il precedente NVIDIA GeForce 9400M). Il 20 luglio 2011, in concomitanza con l'uscita di OS X Lion, vengono presentati i nuovi modelli con processori Sandy Bridge, schede grafiche più potenti e una porta Thunderbolt. Inoltre nel modello avanzato vengono introdotti per la prima volta 4GB di RAM di default, ma perde il masterizzatore interno. Il 24 ottobre 2012 viene riproposto l'ennesimo aggiornamento hardware che prevede tra l'altro, l'introduzione di un nuovo processore quad-core Intel i7 Ivy Bridge, e di un sottosistema grafico Intel HD 4000 che però prende il posto del precedente processore grafico dedicato AMD Radeon 6630M. Aumenta anche la possibilità di ospitare HD di maggiori capacità (sino ad 1 TB, 2 nella versione server), e di espandere la (RAM) (ora DDR3 a 1600 MHz) sino a 16GB. Nuove anche le connessioni USB 3 (4 porte).

Critiche[modifica | modifica wikitesto]

La componentistica è quella che normalmente viene utilizzata dai computer portatili, dunque il chip grafico è integrato, anche se questa carenza interessa solo chi usa prevalentemente giocare o si occupa di attività grafiche e professionali. Un'altra critica deriva dalle scelte commerciali di Apple: acquistare il Mac mini completo di accessori (tastiera, mouse, schermo) e decidendo di espandere la memoria RAM per permettere un utilizzo più produttivo del computer, si ottiene una cifra non di molto inferiore a quella di un iMac della generazione equivalente, anche se quest'ultimo risulta essere un computer dalle prestazioni decisamente superiori. In effetti una delle particolarità di Mac mini, rispetto alla maggior parte dei computer Apple attualmente in commercio, è la mancanza di uno schermo integrato. Anche questo è stato oggetto di critica. Ma se questa scelta, da una parte, potrebbe obbligare ad acquistare uno schermo, oltre a periferiche fondamentali come tastiera e mouse, per un altro verso consentirebbe di riutilizzare le periferiche che già si possedevano in precedenza. Secondo quanto ha affermato lo stesso Steve Jobs, infatti, l'obiettivo è quello di portare molti utenti PC ad acquistare questo Mac, senza dover buttare via lo schermo e le periferiche che già si possiedono.

Strategia commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Apple con questo computer cerca di capitalizzare il successo del suo lettore di musica digitale iPod. La società spera che molti possessori di iPod si facciano tentare da un investimento relativamente economico e decidano di affiancare un Mac mini al vecchio personal computer. In questo modo Apple spera di espandere la sua quota di mercato, che a livello mondiale nel 2004 era di circa il 4%. Secondo alcune stime che risalgono a gennaio 2007, la quota di mercato della Apple sarebbe di circa il 7,5%.

Design[modifica | modifica wikitesto]

La forma del Mac mini ricorda molto un vecchio modello di computer prodotto da Apple, il Cube. Questo computer, come dice il nome, era di forma cubica (a quanto pare una vecchia passione di Steve Jobs, come la workstation NeXT) e, pur essendo dotato di un design interessante, fu un insuccesso commerciale a causa del suo costo elevato e della sua scarsa espandibilità. Il Mac mini, pur ricordando il Cube, è molto più sottile, infatti si possono impilare quasi 5 Mac mini dentro la scocca di plastica del Cube. Con l'aggiornamento del 15 giugno 2010 il Mac Mini diventa ancora più sottile e viene dotato di scocca unibody in alluminio come molti dei prodotti Apple attuali.

Tabella riassuntiva[modifica | modifica wikitesto]

Componenti 1,4 GHz 2,6 GHz 2,8 GHz
Processore Intel Core i5 dual-core a 1,4 GHz con 3 MB di cache Intel Core i5 dual-core a 2,6 GHz con 3 MB di cache

Intel Core i7 dual-core a 3,0 GHz con 4 MB di cache

Intel Core i5 dual-core a 2,8 GHz con 3 MB di cache

Intel Core i7 dual-core a 3,0 GHz con 4 MB di cache

Archiviazione HDD da 500 GB a 5400 giri/min

Fusion Drive da 1 TB

HHD da 1 TB

Fusion Drive da 1 TB

SSD da 256 GB

HHD da 1 TB

Fusion Drive da 2 TB

SSD da 256, 512 o 1024 GB

Memoria 4, 8 o 16 GB LPDDR3 a 1600 MHz 8 o 16 GB LPDDR3 a 1600 MHz
Grafica Intel HD Graphics 5000 Intel Iris Graphics
Dimensioni Altezza 3,6 cm
Larghezza 19,7 cm
Profondità 19,7 cm
Peso 1,19 kg 1,20 kg 1,22 kg
Supporto video Fino a 2 schermi 2560x1600
Audio Minijack ingresso audio

Jack da 3,5 mm uscita audio/cuffie

Porta HDMI con supporto per uscita audio multicanale

Altoparlante integrato

Porte Due porte Thunderbolt 2 (fino a 20 Gbps)

Quattro porte USB 3 (fino a 5 Gbps)

Porta HDMI

Slot SDXC card

Porta Gigabit Ethernet

Ingresso audio

Jack da 3,5 mm per cuffie

Ricevitore IR

Connessioni W‑Fi 802.11ac

Bluetooth 4.0

Ethernet 10/100/1000BASE‑T

SO MacOS Sierra

IWork

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]