Mabel (cantante)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mabel
Mabel-42467.jpg
NazionalitàRegno Unito Regno Unito
GenereRhythm and blues
Periodo di attività musicale2015 – in attività
EtichettaPolydor Records
Album pubblicati1
Studio1
Sito ufficiale

Mabel Alabama Pearl McVey (Malaga, 19 febbraio 1996) è una cantante britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata sulla costa spagnola e cresciuta a Londra, Mabel è figlia della cantante svedese Neneh Cherry e del produttore discografico Cameron McVey.[1]

Nel 2017 il singolo Finders Keepers ha lanciato la sua carriera, raggiungendo l'8º posto nella Official Singles Chart britannica[2] e venendo certificata disco di platino dalla British Phonographic Industry per le oltre 600.000 copie vendute. Tra il 2017 e il 2018 ha ottenuto un altro disco di platino con My Lover, un disco d'oro con Fine Line, e due dischi d'argento con Cigarette e Ring Ring.[3] Tra aprile e marzo 2018 ha aperto le date europee del tour di Harry Styles.[4]

Nel 2019 il suo mixtape di due anni prima, Ivy to Roses, è stato ristampato con l'aggiunta di sei nuove tracce, raggiungendo il 33º posto nella classifica britannica[5] e il 68° in quella irlandese.[6] Uno dei nuovi brani, Don't Call Me Up, ha scalato la classifica dei singoli britannica fino a raggiungere la 5ª posizione, ad ora il picco più alto per l'artista.[7]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2017 – Bedroom

Mixtape[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Naomi Pike, Who's That Girl?, Vogue. URL consultato il 20 febbraio 2019.
  2. ^ (EN) Finders Keepers - Full Official Chart History, Official Charts Company. URL consultato il 20 febbraio 2019.
  3. ^ (EN) BRIT Certified, British Phonographic Industry. URL consultato il 20 febbraio 2019.
  4. ^ (EN) Mabel's Going On Tour With Harry Styles After Hitting It Off Over Dinner, Capital FM. URL consultato il 20 febbraio 2019.
  5. ^ (EN) Ivy to Roses - Full Official Chart History, Official Charts Company. URL consultato il 20 febbraio 2019.
  6. ^ (EN) Irish Charts - Albums - Week 5 2019 - Week Ending 1 Feb 2019, Irish Recorded Music Association. URL consultato il 20 febbraio 2019.
  7. ^ (EN) Don't Call Me Up - Full Official Chart History, Official Charts Company. URL consultato il 20 febbraio 2019.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56156809628145122468 · LCCN (ENno2019126000 · WorldCat Identities (ENno2019-126000