MK 108

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
MK 108
MK 108 30mm.JPG
Tipo cannone aeronautico
Origine Germania Germania
Impiego
Utilizzatori Germania Luftwaffe
Conflitti seconda guerra mondiale
Produzione
Progettista Rheinmetall-Borsig
Descrizione
Peso 58 kg
Lunghezza 1057 mm
Lunghezza canna 580 mm
Calibro 30 mm
Tipo munizioni 30 × 90 mm RB
Cadenza di tiro 650-660 colpi al minuto
Velocità alla volata 540 m/s.

[senza fonte]

voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

Il Rheinmetall-Borsig MK 108 è stato un cannoncino automatico ad uso aeronautico calibro 30 mm in dotazione ai velivoli da caccia della Luftwaffe come i Focke-Wulf Ta 152 e Ta 154, l'Heinkel He 219 e i Messerschmitt Bf 109 e Me 262.

L'arma fu sviluppata privatamente dalla Rheinmetall-Borsig nel 1940 e venne proposta nel 1942 al RLM in seguito alla richiesta del Ministero di un'arma pesante d'aereo in grado di contrastare i bombardieri Alleati che apparivano in massa sui cieli tedeschi. Si constatò che il cannone era ben appropriato a questo ruolo essendo in grado di abbattere bombardieri come il Boeing B-17 Flying Fortress od il Consolidated B-24 Liberator con solo tre o quattro colpi ed un caccia con solo colpo, utilizzando munizioni ad alto potenziale esplosivo. In confronto il pur eccellente MG 151/20 da 20 mm richiedeva in media 25 colpi per abbattere un B-17.

Aveva però vari difetti: il MK 108 era più un lancia granate automatico che un vero cannone, relativamente poco preciso (ma non era un problema se il combattimento si svolgeva a corta distanza), con una cadenza di fuoco troppo lenta, una corta gittata e una velocità del proiettile inferiore a quella del MG 151. Il cannone MK 108 era una superba arma anti bombardiere, ma pessimo contro i caccia. Gli aerei che lo montavano come arma esclusiva ottennero molte vittorie contro i B-17 e i B-24 ma non riuscirono ad abbattere molti Mustang o Spitfire.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]