Lyle McDonald

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Lyle McDonald (8 maggio 1970) è uno scrittore chinesiologo statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Lyle McDonald è chinesiologo e scrittore laureato alla Università della California, Los Angeles (UCLA), e CSCS (Certified Strength and Conditioning Specialist), alto grado di certificazione rilasciato dalla NSCA per personal trainer. McDonald si dedica da decenni allo studio della fisiologia umana legata agli ambiti della prestazione atletica, il guadagno muscolare, la perdita di grasso corporeo e la ricomposizione corporea[1]. È meglio noto al pubblico per essere autore di svariati testi e articoli legati all'esercizio fisico e all'alimentazione dello sportivo, in particolare nel mondo del bodybuilding e del fitness, ma anche dell'esercizio di endurance. L'autore inizia a farsi notare attorno al 1996-97 con articoli per alcuni siti di bodybuilding dell'epoca come Cyberpump e Mesomorphosis (poi diventato Thinkmuscle e Meso-Rx).

Fortemente ispirato dal libro di Dan Duchaine Bodyopus (1996), McDonald debutta su carta con il popolare The Ketogenic Diet (1998) con cui inizia a costruirsi una reputazione già negli anni novanta. Secondo quando da lui dichiarato, The Ketogenic Diet è "il più completo libro mai scritto sul tema delle diete low carb"[2]. In esso McDonald nomina e codifica in termini rigorosamente scientifici la cosiddetta dieta chetogenica ciclica (cyclical ketogenic diet, CKD)", un popolare approccio dietetico per sportivi già introdotto in precedenza da Duchaine (Underground bodyopus) e Di Pasquale (Anabolic/Metabolic diet), in cui vengono alternati 5-6 giorni di dieta chetogenica o fortemente low carb, a 1 o 2 giorni di ricarica dei carboidrati. Pur essendo gli approcci dei tre autori leggermente differenti tra loro, questi sono stati in seguito tutti riconosciuti sotto la denominazione generica di "dieta chetogenica ciclica" (CKD) anche nella letteratura scientifica[3], conferendo a McDonald il merito di aver introdotto il termine nell'uso comune. Nel testo egli elabora anche la dieta chetogenica mirata (targeted ketogenic diet, TKD), la quale prevede un'assunzione contenuta di carboidrati solo nel periodo del peri-workout (in prossimità dell'esercizio).

Negli anni 2000 McDonald pubblica gran parte delle sue opere, tutte riguardanti soprattutto l'alimentazione per lo sportivo, con un particolare accento sulla perdita di grasso e il miglioramento della composizione corporea. Il secondo lavoro è Bromocriptine (2002), che nei primi capitoli approfondisce la regolazione del peso corporeo e dell'ormone leptina, ma che nella seconda parte tratta approfonditamente del farmaco bromocriptina[4]. Lo stesso anno appare nel e-book di Bryan Haycock HST Faq E-Book (2002), dove cura la sezione alimentare all'interno del manuale dedicato al metodo di allenamento di bodybuilding dell'autore, l'Hypertrophy-Specific Training (HST)[5]. The Ultimate Diet 2.0 (2004) è stato il testo che ha consacrato la sua dieta definitiva dal nome omonimo. Questa prevede una rigida e strutturata ciclizzazione dei carboidrati e delle calorie durante la settimana con l'obiettivo della ricomposizione corporea[6]. Il nome della dieta è esplicitamente ispirato alla vecchia Ultimate Diet di Dan Duchaine (Ultimate Dieting Handbook, 1982), in tributo al suo principale mentore. Nel 2005 pubblica nello stesso periodo The Rapid Fat Loss Handbook e A Guide to Flexible Dieting. I manuali condividono una buona parte dei contenuti: il primo è dedicato ad una perdita di peso molto rapida adottando una forma modificata e migliorata di dieta PSMF (ironicamente battezzata mPSMF)[7], un noto regime chetogenico fortemente ipocalorico usato originariamente per i soggetti affetti da grave obesità. Il secondo lavoro tratta invece più nel dettaglio l'aspetto dell'alimentazione flessibile, pur riproponendo molte delle parti presenti in The Rapid Fat Loss Handbook. Con questo manuale McDonald è stato probabilmente uno dei primi personaggi a popolarizzare il concetto di dieta flessibile nell'ambito fitness, più di recente promosso dall'approccio IIFYM (If It Fits Your Macros).

Il 2007 è l'anno di The Protein Book, dove l'autore analizza tutto ciò che riguarda le proteine alimentari per lo sportivo, dal metabolismo delle proteine alle applicazioni pratiche per atleti di forza/potenza e endurance[8]. The Stubborn Fat Solution (2008) è una sorta di espansione di The Ultimate Diet 2.0 (alcune parti erano già presenti in quest'ultimo), dove vengono ulteriormente approfondite le strategie per intaccare il grasso ostinato tramite dieta, supplementi e protocolli di allenamento specifici[2]. Qui viene trattato lo Stubborn Fat Protocol (SFP), il suo personale metodo di allenamento mirato ad intaccare appunto il grasso ostinato.

McDonald ha scritto anche svariati articoli per periodici e siti di bodybuilding come FLEX magazine, Hardgainer, Dirty Dieting, Think Muscle.com, e Cyberpump.com. Attualmente Lyle McDonald vive ad Austin, Texas.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Come autore[modifica | modifica wikitesto]

  • 1998 - The Ketogenic Diet: A Complete Guide for the Dieter and Practitioner
  • 2002 - Bromocriptine: An Old Drug With New Uses
  • 2004 - The Ultimate Diet 2.0
  • 2005 - A Guide to Flexible Dieting: How Being Less Strict With Your Diet Can Make it More Successful
  • 2005 - The Rapid Fat Loss Handbook: A Scientific Approach to Crash Dieting
  • 2007 - The Protein Book: A Complete Guide for the Athlete and Coach
  • 2008 - The Stubborn Fat Solution
  • 2010 - Applied Nutrition for Mixed Sports (+ doppio DVD)
  • 2015 - The Stubborn Fat Solution Patch 1.1: A Pharmaceutical Approach to Manipulating Atrial Natriuretic Peptide

Come collaboratore[modifica | modifica wikitesto]

  • 2002 - HST Faq E-Book (Haycock B)

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

  • 2010 - Applied Nutrition for Mixed Sports (doppio DVD+libro)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ thinksteroids.com - cenni biografici di Lyle McDonald
  2. ^ a b McDonald L. The Stubborn Fat Solution. Lyle McDonald, 2008.
  3. ^ Cafri et al. Pursuit of the muscular ideal: Physical and psychological consequences and putative risk factors. Clin Psychol Rev. 2005 Feb;25(2):215-39.
  4. ^ McDonald L. Bromocriptine: An Old Drug With New Uses. Lyle McDonald, 2002.
  5. ^ Haycock B. HST Faq E-Book. Byan Haycock, 2002.
  6. ^ McDonald L. The Ultimate Diet 2.0. Lyle McDonald, 2004.
  7. ^ McDonald L. The Rapid Fat Loss Handbook: A Scientific Approach to Crash Dieting. Lyle McDonald, 2005.
  8. ^ McDonald L. The Protein Book: A Complete Guide for the Athlete and Coach. Lyle McDonald, 2007.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]